Qual è il momento migliore per pescare? Scegliere il momento e le condizioni favorevoli

Pescare è un’attività incredibilmente completa e rilassante, dal momento della scelta dell’ esca fino all’ora della cattura della preda dopo un periodo passato ad insidiarla. La buona riuscita di una battuta di pesca, tuttavia, varia molto in base a diversi fattori come stagione dell’anno, condizioni meteo e tecniche di pesca, che a loro volta influenzano il tipo di prede che si possono insidiare. 

In questo approfondimento, diamo un’occhiata a quali sono alcuni accorgimenti sempre utili per scegliere il miglior momento per pescare. 

Scegliere il momento migliore per pescare

Siamo tutti d’accordo che avere le migliori esche e la miglior attrezzatura sia fondamentale, esattamente come aver scelto il posto migliore per il tipo di pesce che stiamo cercando di prendere all’amo, ma quali regole dobbiamo seguire nel concreto per scegliere il momento migliore per pescare

Ci sono alcuni consigli che è bene tenere a mente e che possono tornare molto utili. 

Fattore biologico 

Si tratta di un aspetto che in molti a volte dimenticano di considerare. In quanto animali a sangue freddo, infatti, i pesci sono molto sensibili alla temperatura dell’acqua che li circonda.  Ciò significa che quando farà freddo saranno meno attivi, mentre quando farà caldo si muoveranno di più fino a ritirarsi verso il fondale, in acque più fresche e profonde, in caso di temperature eccessivamente alte. In linea di massima, sarà una buona battuta di pesca quando l’aria è calda (anche se questo può variare a seconda della preda che si cerca). 

Indipendentemente da alta o bassa marea, dal pasturare o meno e dal tipo di equipaggiamento in dotazione, in definitiva, il miglior consiglio possibile è quello di scegliere con cautela l’ora della giornata in cui pescare.

Fattore stagionale

I cicli biologici e riproduttivi delle varie specie ittiche influenzano molto il buon esito di una battuta di pesca. Ciascuna stagione è più o meno adatta alle diverse specie di pesci, ma ci sono comunque alcuni parametri sempre validi nei rispettivi momenti dell’anno. 

  • Estate: potremmo dire che in questa stagione si può pescare quando si vuole tranne che a mezzogiorno e affini. In quei momenti, infatti, i pesci si ritirano in acque più fresche e profonde, sfuggendo alle nostre esche nella maggior parte dei casi. 
  • Autunno: un momento calante della stagione, che però può riservare ottime sorprese quando si pesca verso sera, dopo una giornata in cui un sole non più caldissimo ha comunque riscaldato le acque.
  • Inverno: chiaramente un periodo apparentemente poco pescoso, che può però riservare ottime catture di determinate specie come il luccio in acqua dolce e ricciole e seppie in mare. 
  • Primavera: il momento della rinascita, ideale per pescare soprattutto al crepuscolo vista la maggior temperatura delle acque dopo una giornata tiepida. 
Da non perdere:   I migliori laghetti di pesca sportiva in Piemonte

Fattore meteorologico

Tenere d’occhio il cielo è sempre una buona idea. In caso di scarsa luce e pioggia leggera, sarà più difficile per i pesci scorgere il pescatore, con tutti i vantaggi che questo implica. Un temporale o una condizione di acque molto agitate, tuttavia, potrebbe rappresentare un pericolo…e con ogni probabilità ridurrà praticamente a zero le possibilità di pescare con successo

Un paio di suggerimenti in tema di equipaggiamenti 

Una volta individuato il miglior momento del giorno per la pesca, in mare o in acqua dolce, occorrerà sempre utilizzare equipaggiamento di qualità per massimizzare le proprie possibilità di successo. Tecniche diverse implicano strumenti diversi e coi relativi approcci: le canne da spinning sono tra le più comuni vista la trasversalità e a diffusione della tecnica, mentre le canne da eging rappresentano un prodotto maggiormente di nicchia.

Per qualche suggerimento che funga da guida nella loro scelta, abbiamo scritto in passato un paio di guide sulle migliori canne da spinning e le migliori canne da eging.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Luigi Oriani
Luigi Oriani
Nato a Milano nel 1992, la pianura che circonda la sua città non gli impedisce di sviluppare una grande passione per il mare. Chiedetegli di descrivere il suo momento ideale e vi parlerà di un tramonto in barca, sorseggiando un bicchiere di bianco nella baia di Corfù mentre il pesce sfrigola sulla griglia.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi