Mi Compro la Barca Storie di Cantieri Bavaria Hanse Sunbeam

Mi compro la barca. Quante volte te lo sei detto? E a seguire giorni passati a cercare il modello migliore per le tue esigenze. Continuiamo la nostra serie di articoli dedicati alle imbarcazioni più richieste sul mercato nautico. Insieme scopriremo chi le ha disegnate, quale tecnologia è stata utilizzata per costruirle e quali innovazioni hanno potuto portare al settore nautico.

Come si comportano in mare, quali attrezzature hanno a disposizione. Una visita guidata virtuale un modello alla volta per scoprire pregi, difetti e i lavori indispensabili da eseguire una volta comprate.

Ogni barca ha una storia alle spalle ed oggi raccontiamo la nascita della…

In tanti conoscono e storie della barche ma in pochi sanno come nascono i cantieri! In questo articolo voglio mettere a confronto la storia di due grandi cantieri Tedeschi ed uno Austriaco; Bavaria, Hanse e Sunbeam!

Il Cantiere Bavaria

La Bavaria Yacht è un cantiere navale con sede a Giebelstadt nella Baviera da cui prende spunto per il nome. Aperta nel 1978 da un produttore di finestre in polimerato, Winfried Hermann, con il proposito di realizzare imbarcazioni “di qualità sufficiente ad un prezzo popolare”.

Ad oggi, con  i suoi 600 dipendenti produce, annualmente, oltre 1500 barche a vela e a motore, il che ha reso questo cantiere uno dei più grandi produttori di yacht europei.

Gli yacht Bavaria abbracciano la gamma di barche fra i 28 ed i 55 piedi di lunghezza e sino ad oggi ne sono stati costruiti oltre 30000 esemplari.

La Bavaria Yacht produce diversi tipi di imbarcazioni. La imbarcazioni a vela sono denominate Bavaria CRUISER, quelle a motore, invece, portano il nome di Bavaria SPORT.

Queste barche vengono prodotte dalla Bavaria con un moderno metodo modello catena di montaggio dove quasi tutto il procedimento di costruzione è affidato a robot altamente specializzati. Gli ultimi modelli Bavaria sono frutto della collaborazione con i designer del gruppo BMW.

La proprietà del Cantiere è stata acquisita da un fondo tedesco nel Settembre del 2018. La produzione della Bavaria Yacht è interamente realizzata in Germania.

Speciale BOOT DUSSELDORF 2020! In occasione di tale evento che si terrà a Dusseldorf dal 18 al 26 Gennaio 2020 Bavaria ha annunciato l’Anteprima Mondiale di due modelli.

Clicca QUI per conoscere le caratteristiche della nuova BAVARIA C42 .

La BAVARIA C42 è la progressione della linea C della BAVARIA. Uno scafo dalle forme moderne e innovative garantisce sia le migliori prestazioni di navigazione sia uno spazio insolitamente grande sotto coperta.

I dettagli per i quali BAVARIA YACHTS è nota, sia sopra che sotto coperta, sono stati ulteriormente perfezionati nella BAVARIA C42.

Clicca QUI per conoscere le caratteristiche della nuova BAVARIA SR41.

La BAVARIA SR41 dà il via a una nuova linea di barche a motore della BAVARIA YACHTS. Unisce il meglio della linea sportiva BAVARIA S e della linea R.

Un comodo pozzetto, un ampio prendisole che può essere trasformato in pochissimo tempo in una zona lounge e una grande piattaforma da bagno. Rende la BAVARIA SR41 lo yacht a motore ideale per una giornata perfetta in acqua con la famiglia e gli amici.

A proposito di Bavaria leggi anche Mi compro la Barca Bavaria 38 Ocean” , “Mi compro la Barca Bavaria 41 Holiday” ed anche “Le migliori Barche a Vela 2020 secondo l’European Yacht Award”.

 

 

Il Cantiere

HanseYachts produce yacht dal 1990 ed ha sede nella città di Greifswald, in Mar Baltico. Al momento attuale Hanse offre sia monoscafi con marchio Hanse, Dehler e Moody che catamarani con il marchio Privilège.

Le barche a motore sono vendute con i marchi Fjord e Sealine sotto l’egida del gruppo aziendale HanseGroup. I progettisti di cui si avvale sono Patrick Banfield, Bill Dixon e Judel/Vrolijk & Co.

HanseYachts è il secondo costruttore di produzione di yacht a vela nel mondo. Il 18 07 2019 Hanse ha festeggiato la costruzione della sua 10.000esima barca a vela. Le imbarcazioni vengono prodotte nel sito principale a Greifswald e a Goleniów, in Polonia. Le barche a vela rappresentano circa il 70% degli introiti della Società.

 

Qualche milestones di Hanse.

HanseYachts nasce nel 1990, un anno dopo la caduta del muro di Berlino in un vecchio cantiere navale per pescherecci e rimorchiatori. Viene fondata da Michael Schmidt, proprio il vincitore dell’Admiral’s Cup del 1985.

Inizialmente la neonata Yachtzentrum Greifswald, questo il primo nome di Hanse, ricostruiva e riparava yacht, oltre ad eseguire piccole modifiche su misura.

L’Hanse 291, la prima barca di Hanse, esce dal cantiere nel 1993. Negli anni successivi, grazie ad un rapido successo, la società cresce ed amplia la gamma dei modelli.

Sul finire degli anni Novanta i designer di yacht Judel/Vrolijk & Co iniziano a collaborare con l’Azienda, collaborazione che continua tuttora. Nel 2007 HanseYachts fa la sua entrata in borsa. Il suo fondatore Mr. Schmidt è ancora azionista di maggioranza.

Nel 2006 Hanse assorbe il produttore norvegese di barche a motore Fjord Boats AS mentre nel 2007 è la volta del marchio inglese Moody. Inzia così una nuova era in cui Hanse produce barche a motore e barche a vela DS.

Il 2008 vede l’ampliamento il capannone originale di Greifswald e la costruzione di un nuovo sito di produzione in Polonia, a Goleniów. Il 2009 viene caratterizzato a una nuova acquisizione, il concorrente tedesco Dehler Yachtbau comprendente i marchi Dehler e Varianta, nonché un impianto di produzione situato a Freienohl, in Germania. [17]

Come tutti i grandi produttori nautici, nel 2008 Hanse viene colpita duramente dalla crisi finanziaria globale. Il fatturato dimezza in un solo anno peggiorando negli anni successivi.

Nel 2011, il suo fondatore, Michael Schmidt cede le sue partecipazioni e nel 2012 l’azienda è costretta a chiudere la fabbrica Dehler a Freienohl e trasferire la produzione Dehler alla sua fabbrica di Goleniów.

Da non perdere:   Tipi di barca a motore: 12 tipologie da conoscere

Ma nel 2013, grazie a nuova linfa dopo l’acquisto da parte del fondo di investimento Aurelius, la società madre HanseYachts Aurelius SE acquista il marchio inglese Sealine, famosi yacht a motore, che inizia a produrre nel 2014.

Nel maggio 2017  Privilège Marine SAS viene acquisita da Hanse inserendosi così nel segmento dei catamarani di lusso.

Al momento Hanse produce imbarcazioni apprezzate in tutto il mondo per la comodità e per la qualità del lavoro artigianale.

A proposito di Hanse leggi anche “Mi Compro la Barca Hanse 342”,  “Mi compro la Barca Hanse 291”, leggi anche “Le migliori Barche a Vela 2020 secondo l’European Yacht Award”.

 

 

Il Cantiere Sunbeam

Lo spirito di scoperta, il desiderio di avventura la costante ricerca del “prodotto ideale” rappresentano perfettamente la filosofia seguita dalla Sunbeam Yachts; un’azienda a conduzione familiare che profonde impegno in questa attività già da tre generazioni. Tutti i Sunbeam uniscono in modo superbo funzionalità, estetica e sportività.

La qualità si intuisce subito dai particolari della barca ma è soprattutto nei luoghi più reconditi e inaccessibili una volta terminata la costruzione che Sunbeam tratta con particolare attenzione per prevenire disagi futuri.

Già dal 1838 la falegnameria della famiglia Schöchl produce e taglia legname di altissima qualità. Forse proprio grazie a questa esperienza maturata in oltre 170 anni di esperienza e sviluppo continuo hanno aiutato Sunbeam a diventare una delle aziende leader nella costruzione di yacht in Europa, vincendo numerosi riconoscimenti sia commerciali che di carattere internazionale.

Ecco gli anni salienti di questo cantiere; 1838 Johann Schöchl, il bisnonno, si stabilisce a Mattsee, in Austria, e nel 1850 nasce Gottfried Schöchl. 25 anni dopo Gottfried apre un ebanisteria a casa di suo padre.

Nel 1923 Johann Schöchl, figlio di Gottfried, si occupa dell’azienda di famiglia e comincia ad espandersi verso Salisburgo. Quando nel 1950 i figli Johann e Gottfried subentrano al padre e creano una fabbrica di mobili di alta qualità l’attività viene conosciuta come una delle migliori sul campo e si espande ben oltre Mattses.

 

Il 1951 vede l’inizio della progettazione e costruzione di yacht a vela con la tecnica del compensato stampato a freddo. Ulteriori modifiche alle tecniche di costruzione avvengono nel 1954, anno della fabbricazione di yacht a vela con impiallacciatura stampata a freddo. Tre anni dopo la decisione di cessare con la produzione di mobili e continuare solo con l’attività di costruzione di yacht a vela.

Già nel 1958 vediamo i primi yacht creati con tecnologia poliestere “sandwich in schiuma laminata sotto vuoto”. Ancora tre anni dopo inizia la produzione in serie utilizzando poliestere e resina epossidica.

Nel contempo Hans e Gottfried a bordo delle loro barche vincono il campionato di vela statale per un totale di 5 volte.

Nel 1962 cominciano le esportazioni al di fuori dell’Austria e, proprio per questo motivo, dal 1963 al 1968 il cantiere vede un’ampliamento della superficie commerciale e la conseguente costruzione di un cantiere navale sul lago.

Una barca Schöchl vince la regata “Kieler Woche”.  Il già famoso designer dello yacht, E.G. Van de Stadt disegna il primo yacht con il nome “SUNBEAM”. Lo Sviluppo ed il perfezionamento delle tecniche di costruzione di imbarcazioni in vetroresina procede intanto spedito.

Proprio nel 1968 Presentazione del “SUNBEAM 22” al salone nautico di Amburgo. Diventa lo yacht più popolare della sua classe in Europa ed Austria. Le collaborazioni con Designer famosi cominciano ad arrivare e nel 1974 viene costruito un nuovo cantiere navale di 4’000m2 a Obernberg dove un anno dopo vedrà la luce la prima produzione in serie della Sunbeam.

Due anni dopo Manfred Schöchl entra a pieno titolo nella compagnia progettando la sua prima barca. Vince il campionato tedesco nella classe Corsair e nel 1979 Manfred partecipa ai campionati mondiali.

Yachting Schöchl Italia vede la sua apertura nel 1980 e l’anno dopo tocca agli USA. Gli anni 90 vedono entrare in azienda anche Gerhard Schöchl ed alla società viene assegnato il “Premio Nazionale Austriaco”. Aprono in Giappone ed in Germania ottenendo altri riconoscimenti.

Un altro ampliamento della struttura produttiva avviene intorno al 2000 e nel 2005 viene varata la Sunbeam più lunga, il Sunbeam 53. Nel 2008, anno in cui entra sul mercato la barca di cui parliamo oggi, il Sunbeam 34.1 vince il premio come miglio barca dell’anno.

Straordinariamente il cantiere rimane ancora oggi un’azienda al 100% a conduzione familiare.

A proposito di Sunbeam leggi anche  “Mi Compro la Barca Sunbeam 34.1

 

Le storie dei cantieri sono qualcosa di eccezionale, dimostrano quanta tenacia i fondatori ed i successivi eredi o compratori infondono nella loro attività. Un background sempre gradito quando si vuole acquistare una barca!

Nel prossimo articolo prenderemo in esame i Cantieri Tedeschi e Austriaci!

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Numero di recensioni 0

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.
  1. Ciao ,Fabio , mi permetto di darti del tu ho letto dalla tua biografia che hai fatto l’esperienza che vorrei iniziare io dopo aver navigato con base a terra cioè : vivere in barca tutto l’anno e stranamente mia moglie sembra entusiasta della cosa ( forse ha passato poco tempo in barca ) passare l’inverno a Melilla o le Canarie , e per l’estate tornare nel Mediterraneo magari costa turca , Cipro ,cmq zone poco o nulla battute dalla massa . Il lavoro e l’Italia stessa sono oramai alla frutta quindi abbandono la barca prima che affonda !!
    Hai qualche suggerimento per chi come te vorrebbe vivere la barca a vela come casa 365 giorni all’anno ?
    Mi scuso se hai già scritto a proposito e sul sito e non l’ho letto .
    Saluti . Stefano . e buon vento !!

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi