Navigare in Adriatico: Rotte Nautiche in Slovenia

Rotte Nautiche in Slovenia e porti dove ormeggiare

In questo articolo partiremo dal Porto di Oltra e percorriamo le 12 miglia che lo separano dal Marina di Portorose .

Se arrivi in Slovenia dall’Italia non ci sono formalità da espletare dato che stai entrando in un Paese UE che aderisce alle norme che regolano la libera navigazione. I documenti necessari sono il libretto della barca e la carta d’identità valida per l’espatrio tua e di tutto l’equipaggio.

La posizione da cui partiamo è 45°34’46″N e 13°43’37“E.

Le condizioni Meteo Marine in questo tratto di mare sono particolarmente buone durante l’anno. Il regime dei venti Sloveni è identico alla zona di Trieste; è caratterizzato da brezze locali, dalla Bora che spira da Nord/Nord-Est e dallo Scirocco da Sud-Est.

In un anno si registrano circa 200 giornate di bonaccia, un valore molto elevato per una località costiera. Ottobre risulta essere quasi sempre il mese più ventoso mentre Aprile è quello con più giorni senza vento.

Piove circa 90 giorni all’anno e le temperature normalmente si attestano intorno ai 5° di inverno e 24° in estate.

ATTENZIONE alla NEBBIA nel periodo invernale. Più di qualche barca all’anno chiama i soccorsi proprio a causa delle nebbia.

Leggi il mio articolo a proposito della “Navigazione con Nebbia”.

 

Porto Oltra: come ormeggiare

Il primo porto Sloveno dopo Trieste è l’approdo di Oltra. E’ un piccolo porto prevalentemente usato dai locali per ormeggiare piccole barche a motore. E’ costituito da un molo banchinato con alcune bitte anche sulla parte esterna.

Fondo molto basso per barche a vela, avvicinati con cautela e non spingerti troppo in là. Conveniente gettare ancora all’esterno.

Ridosso da I e II Quadrante. Traversia vento da Sud e Ovest. Posti Barca //. VHF canale //. Fondo da 0.5 metri a 2.5 metri.

Se vuoi saperne di più sulla zona di Trieste leggi il mio articolo precedente “Navigare in Adriatico: Rotte Nautiche Trieste e porti dove ormeggiare”.

Come regola generale in porti grandi avvisa sempre sul canale 16 del tuo VHF che stai lasciando il porto e dichiara la tua destinazione e, una volta ricevuta risposta prendi il mare. In notturna segui sempre le segnalazioni luminose proprie del porto. Come sempre, allontanati dalla costa. Radar e AIS acceso per ogni evenienza.

 

Rotta Nautica in Adriatico Slovenia

Una volta uscito dal Porto di Oltra procedi in direzione Sud bussola su 181° per arrivare all’accesso del Marina di Capodistria. Come sempre assicurati di possedere un bel binocolo oltre agli ausili elettronici che ti permetta di scrutare il mare attorno a te.

Tieni buona distanza fra te e la costa perché i fondali sono bassi e le probabilità di incontrare una secca sono alte. Data la densità di paesi avtai sempre buoni punti di riferimento.

Questa rotta ci porterà fino agli approdi presenti nella zona di Portorose.

Percorriamo circa 12 miglia nautiche. Un buon consiglio. Queste acque sono frequentate da pescherecci e pescatori che occupano buona parte delle banchine, a volte anche all’inglese. Ebbene, se dovesse esserci cattivo tempo e non fossero disponibili posti non esitate a chiedere al comandante del peschereccio il permesso di poter ormeggiare al loro fianco.

Nessuno si è mai rifiutato ed è un’occasione unica per parlare con chi veramente conosce il mare.

Controlla bene le carte ed il plotter per la presenza di scogli o secche e procedi a non più di due nodi in prossimità della terra per limitare i danni in caso di impatto.

Attento alle onnipresenti coltivazioni di Mitili. Un’altro fattore che deve calamitare la tua attenzione è sicuramente il traffico marittimo. In questa zona c’è una grossa concentrazione di grosse Navi che vanno da e per Trieste.

Ecco i segni premonitori di questo tratto di mare che saranno simili per tutta la costa Slovena.

Si dice che la Bora spiri per tre, cinque o sette giorni di seguito. Il nome Bora deriva da Borea, che, nella mitologia greca era la personificazione del Vento stesso.

La Bora si divide in chiara e scura.  Fermo restando la sua natura e direzione di arrivo la bora è un vento freddo e asciutto; la bora Chiara è associata all’Anticiclone Russo Siberiano e, dopo la violenza del suo passaggio porta bel tempo e gelo. La bora Scura è invece associata ad un fronte occluso che staziona sull’Adriatico e porta neve e tempeste.

L’apparire di stratocumuli dietro al Carso e la temperatura che si fa più rigida è un segnale sicuro che la Bora sta arrivando. Preparate la barca al vento se siete in mare. Non cercate di entrare in porto con vento forte a meno che non sappiate esattamente ciò che state facendo.

Anche il Maestrale è un vento pericoloso ma generalmente se ne va così come arriva.

Quando le acque in porto si alzano attento al barometro.

Con il Friuli coperto di nubi lo Scirocco è vicino.

Ancora una volta ATTENTO alla Nebbia!

Se hai necessità di calcolare la marea lo puoi fare con l’applicazione adatta. Scoprile le migliori applicazioni per navigare nel mio articolo “10 App per navigare in tranquillità”.

Usa Windy App per sapere quali condizioni ti aspettano e guarda il VIDEO per imparare ad utilizzarla al meglio QUI. Ricorda di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson!

 

Consigli: partenza in sicurezza, come e dove ormeggiare, posto barca e rimessaggio

Come sempre ecco tutti i nostri suggerimenti per una partenza in sicurezza; prima di partire ispeziona bene la barca e assicurati che sia tutto in ordine. La rizzatura della cambusa e dei contenuti degli armadietti e gavoni porta via del tempo ma, una volta trovato il giusto spazio per collocare le tue cose, diventerà un lavoro automatico. La rizzatura evita che tutto rotoli in giro per la barca quando si prende mare grosso.

Controlla che le sentine siano pulite e non bagnate. Prova le pompe di sentina sempre. Io mantengo sempre a bordo inoltre due taniche da 22 litri di gasolio, circa 45 litri, posso così contare su circa 12 ore aggiuntive di navigazione a motore.

Da non perdere:   Mi Compro la Barca 3 Grandi Costruttori Francesi

Controlla SEMPRE il livello dell’olio motore grazie all’astina di controllo. Questo è il consiglio che ti darà qualunque vecchio marinaio.

Assicurati di possedere le carte delle zona (che in Italia sono Obbligatorie) e il Portolano, indispensabile se non conosci la zona e nella scelta del porto dove atterrare. Se hai intenzione di fermarti in una marina lungo la rotta chiama prima di partire che il Marina od il Porto in cui vuoi approdare ed accertati che abbiano posti di transito liberi.

La nostra check-list di cose da controllare prima di partire; previsioni meteo tramite VHFCambusarizzaggio delle provviste ottimale, equipaggiamento in ordineSentine, predisposizione attrezzatura di sicurezza a portata di mano.

E’ importante scrivere la tua checklist e tenerla a portata di mano mentre lasci l’ormeggio!

 

Marina di Capodistria: come ormeggiare

Capodistria è il porto più grande che troverai in Slovenia. La città è ben fornita di servizi e negozi oltre a una buona dose di ristorantini! A Sud del Porto Commerciale ancora in costruzione ed essatamente davanti al centro storico della cittadina troverai il Marina di Capodistria. Protetto da un molo frangiflutti banchinato è possibile trovare buona assistenza nautica. Ormeggio fra le briccole.

Ridosso da Ovest. Traversia da Nord. Posti Barca 75. VHF canale 17. Fondo da 1.5 metri a 4 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante in banchina, acqua e energia, servizi igienici, cambusa in paese, guardianaggio e rimessaggio, sommozzatori, scivolo, gru fissa da 5t e travel lift da 50t, riparazioni varie.

 

Porto Vecchio: come ormeggiare

Offre buona protezione dai venti ma venti come lo Scirocco causano forte risacca. Molti ormeggi con l’ampliamento del porto. Attenzione ai fondali bassi e alla secca in testa al molo foraneo. Passa largo.

Ridosso da tutti i Venti. Traversia venti da Ovest. Posti Barca //. VHF canale 16. Fondo da 1.5 metri a 4.5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante in città, acqua, cambusa in paese, riparazioni varie e negozi nautici in città.

 

Porto Vecchio Isola d’Istria: come ormeggiare

Cittadina turistica dotata di tutti i servizi anche per la nautica. Attenti entrando in Porto Vecchio se c’è Maestrale. Un molo banchinato nord ed uno banchinato Sud proteggono questo bell’ormeggio che condivide lo specchio d’acqua con il Marina di Isola.

Ridosso da III e IV Quadrante. Traversia Tramontana. Posti Barca //. VHF canale 17. Fondo da 1.6 metri a 4.5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante , acqua, cambusa in porto ed in paese, gru fisse da 6t, riparazioni varie.

 

Marina di Isola: come ormeggiare

Un Marina moderno e ben costruito che offre riparo all’interno del porto di Isola. Leggi sopra per l’entrata. Attento a Tramontana e Libeccio.

Ridosso da tutti i Venti. Posti Barca 650. VHF canale 17. Fondo da 1.5 metri a 5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua ed elettricità, servizi igienici, cambusa in porto ed in paese, guardianaggio e rimessaggio, sommozzatori, travel lift 50t, riparazioni varie.

 

Riserva Naturale di Strugnano

Il parco è stato istituito nel 1990. Un parco sia marino che terrestre che vanta una grande biodiversità. L’area centrale del parco vieta l’ancoraggio. E’ l’unica area marina protetta in Slovenia e  include la fascia costiera larga duecento metri (anch’essa protetta all’interno della Riserva naturale di Strunjan) e l’intera baia di Strunjan a Pacuga.

 

Pirano: come ormeggiare

Un caratteristico porto ben riparato in una città da scoprire. Due moli frangiflutti banchinati internamente proteggono le barche all’interno. Attento in entrata con Libeccio. La prima parte del molo è riservata ai traghettini.

Ridosso da tutti i Venti . Attento a Libeccio. Posti Barca 30. VHF canale 16. Fondo da 3.8 metri a 8 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua ed elettricità, servizi igienici, cambusa in paese, guardianaggio e rimessaggio, sommozzatori, scivolo, scalo di alaggio, gru fissa da 1t, riparazioni varie.

 

Marina di San Bernardino: come ormeggiare

E’ la darsena dell’Hotel San Bernardino e per potervi ormeggiare dovrai affittare una stanza! Fondo troppo basso per barche a vela, al max 1.3mt di pescaggio.

 

Portorose: come ormeggiare

L’ultima città prima della Croazia. Dispone di un pontile fisso a cui in estate vengono aggiunti tre pontili galleggianti. Troverai fondo solo nella prima parte del molo e non oltre la metà. Buon riparo dalla Bora ma impegnativo con vento da Sud.

Ridosso da Nord. Attento a Scirocco. Posti Barca //. VHF canale //. Fondo da metri a 4 metri.

No Servizi.

 

Marina di Portorose: come ormeggiare

Un grande marina che dispone di tutti i servizi. Entrata facile che porta al centro del porto. non ci sono pericoli.

Ridosso da tutti i Venti. Attento a Bora. Posti Barca 650. VHF canale 17. Fondo da 1.8 metri a 3.5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua ed elettricità, servizi igienici, cambusa in paese, guardianaggio e rimessaggio, sommozzatori, scivolo, scalo di alaggio, gru fissa da 5t e 8t, travel da 16 e 50t, riparazioni varie.

 

Per qualunque informazione puoi chiamare la Autorità Marittima al n. 00386.573676

 

Una zona pericolosa per bassi fondali e secche. Dotati del top per quanto riguarda la cartografia con

[ps_product_list id_product= 2517]

 

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 3

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.
  1. chiedo se è sempre vietata la navigazione dei natanti nelle acque slovene (vedi le prime righe dell’ articolo dove si dice che la Slovenia e l’Italia fanno parte della UE)

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi