Navigare in Ionio in barca a vela – Rotta Nautica da Leuca a Gallipoli e dove ormeggiare

Rotta Nautica da Leuca a Gallipoli

Il nostro primo articolo sulla Navigazione nel Mar Ionio. Nello scorso articolo dedicato alla Rotta Nautica dal Porto di Brindisi a Leuca  abbiamo raggiunto la posizione 39°47’41″N e 18°21’33″E.  In questo articolo partiamo da Leuca e atterriamo a Gallipoli, una cittadina ricca di approdi per la nostra bella barca.

Da questo momento in poi risaliamo e cambiamo lato della Puglia navigando nel Golfo di Taranto. Le condizioni Meteo che incontrerai sono tuttavia similari al tratto precedente. Cambia radicalmente l’esposizione ai venti.

 

Porto di Santa Maria di Leuca – Puglia: come ormeggiare e come prendere il mare

Per sapere come entrare e dove ormeggiare a Leuca ti rimando al mio articolo precedente Rotta Nautica dal Porto di Brindisi a Leuca .

Rotta Porto Leuca Posto barca ormeggio

 

Avvisa sul canale 12 del tuo VHF che stai uscendo dal porto Santa Maria di Leuca e, dopo i controlli di rito, lasciati alle spalle questa piccola perla pugliese. Una volta passata Punta Meliso comincerai a risalire all’interno del Golfo di Taranto. Attento al Libeccio uscendo dal porto. Di notte passa fra il fanale rosso ed il fanale verde. Procedi in direzione Est. Come sempre, allontanati dalla costa. Radar acceso per ogni evenienza.

 

Rotta nautica nello Ionio per Leuca

Procedi in direzione Est, bussola su 287°, se hai intenzione di navigare di notte mantieniti sempre largo per evitare la maggior parte dei pericoli ed evitare i fondali bassi e rocciosi. Lo strumento più importante di cui disponi sono i tuoi occhi! Mantienili quindi in allenamento usando un bel binocolo oltre agli ausili elettronici.

 

Questa rotta ci porterà da Leuca a Gallipoli. Percorriamo circa 30 miglia nautiche. La costa è bassa e rocciosa quindi eviterei di passare sottocosta a meno che non vuoi o devi atterrare in qualcuno dei porti che menzioneremo più avanti. Attento durante gli avvicinamenti su questa costa dato che la presenza di scogli è alta perchè in alcuni punti i fondali sono bassi anche a distanza.

Per avere un’idea di che tempo farà esistono alcuni segni premonitori. A Leuca  dovrai fare attenzione ai colpi di vento da Nord Est i quali vengono preannunciati dalle nubi sulle colline sopra il mar Piccolo. Se a Castro Marina invece noterai nuvole a Ovest aspetta vento da Levante. Nei pressi di Gallipoli invece dovrai porre attenzione al vento. Mare lungo da Sud annuncia venti meridionali. Se al crepuscolo vedrai le montagne di Rossano Calabro aspetta Scirocco! Al mattino presto il vento spira da Est e noti che il mare va ingrossandosi allora è molto probabile che arriverà scirocco forte. Se con vento da sud est il cielo sarà particolarmente chiaro al mattino ad ovest rinforza gli ormeggi se sei in porto dato che il vento presto spirerà da quella direzione.

Usa Windy App per sapere quali condizioni ti aspettano e guarda il VIDEO per imparare ad utilizzarla al meglio QUI. Ricorda di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson!

 

Consigli per una partenza in sicurezza, su come e dove ormeggiare, posto barca e rimessaggio

Come sempre ecco tutti i nostri suggerimenti per una partenza in sicurezza; prima di partire ispeziona bene la barca e assicurati che sia tutto in ordine. La rizzatura della cambusa e dei contenuti degli armadietti e gavoni porta via del tempo ma, una volta trovato il giusto spazio per collocare le tue cose, diventerà un lavoro automatico. La rizzatura evita che tutto rotoli in giro per la barca quando si prende mare grosso.

Controlla che le sentine siano pulite e non bagnate. Prova le pompe di sentina sempre. Io mantengo sempre a bordo inoltre due taniche da 22 litri di gasolio, circa 45 litri, posso così contare su circa 12 ore aggiuntive di navigazione a motore.

Controlla il livello dell’olio motore grazie all’astina di controllo. Questo è il consiglio che ti darà qualunque vecchio marinaio.

Assicurati di possedere le carte delle zona (che in Italia sono Obbligatorie) e il Portolano, indispensabile se non conosci la zona e nella scelta del porto dove atterrare. Se hai intenzione di fermarti in una marina lungo la rotta chiama prima di partire che il Marina od il Porto in cui vuoi approdare ed accertati che abbiano posti di transito liberi.

La nostra check-list di cose da controllare prima di partire; previsioni meteo tramite VHFCambusarizzaggio delle provviste ottimale, equipaggiamento in ordineSentine, predisposizione attrezzatura di sicurezza a portata di mano.

E’ importante scrivere la tua checklist e tienila a portata di mano mentre lasci l’ormeggio!

 

Dopo esserci lasciati alle spalle Punta Ristola e Punta Meliso il primo approdo che incontreremo in navigazione sarà

 

Torre Vado: posto barca in un piccolo porto

Piccolo porto occupato quasi interamente da barche da pesca locali. Un possente molo di sopraflutto ed uno più modesto di sottoflutto proteggono questo porticciolo. Attenzione all’entrata poco ampia. Stai sulla destra per quanto riesci.

Attento alle frequenti secche fra questo porto e Torre Pali.

Ridosso da III Quadrante. Traversia vento da Ovest. Posti barca 172. VHF canale 16. Fondo da 2 metri a 3 metri.

I Servizi comprendono rifornimento di carburante in città, scivolo, scalo alaggio.

Da non perdere:   Chiacchiere in Banchina Live. Andrea Falcon

 

Torre Pali: non ormeggiare di notte

Una piccola Darsena aperta ad Est. fondali bassi al di fuori del canale di entrata. Non tentare la sorte di notte.

Ridosso da Nord Ovest e Ovest. Attento a vento da Nord. VHF canale 16. Fondo da 0.1 metri a 3 metri.

I Servizi comprendono presa acqua/elettricità ed uno scivolo piccolo.

 

Torre San Giovanni d’Ugento: ormeggiare con attenzione

Un molo foraneo di sopraflutto ed uno di sottoflutto. Attento alle secche d’Ugento, segnalate da una boa a 2.5 miglia SSE della Torre. Anche qui bassi fondali. Azzarda un’entrata notturna solo con mare piatto. All’entrata del porto è presente un grosso scoglio.

Ridosso da I Quadrante. Traversia II e III Quadrante. VHF canale 16. Fondo da 1 metri a 2 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante in banchina, acqua, corrente elettrica, cambusa, scivolo.

Arrivo a Gallipoli: prenotare il posto barca

Gallipoli è conosciuta come la Perla dello Ionio ed a ragion veduta. Grazie alla ricchezza del suo patrimonio storico e culturale è stata inserita tra quelle città che saranno decretate Patrimonio dell’umanità. Clima tipicamente mediterraneo, quindi estati calde ed umide ed inverni miti.

In parte sulla terraferma ed in parte su di un isolotto dove potrete ammirare ed usare come punto cospicuo il Castello Revellino. Un altro segno distintivo di Gallipoli è il grattacielo alto più di 50 metri che svetta appena sopra la Capitaneria di Porto.

Meta turistica d’eccellenza nel Salento. Quindi onde evitare spiacevoli inconvenienti legati al posto barca o transito devi chiamare e prenotare sempre in Marina.

 

Seguendo la nostra rotta da Leuca il primo approdo che troviamo è il

 

Seno del Canneto: vietato ormeggiare

Ben riparato da due moli frangiflutti questo porto è quasi interamente occupato da pescherecci. E’ vietato l’ormeggio previa autorizzazione. Una volta entrati troverete due pontili della Lega Navale. Attenti in avvicinamento.

Ridosso da I, II e III Quadrante. Attento a Libeccio. VHF canale 16. Fondo da 1.5 metri a 5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, fontanella, cambusa, scivolo, scalo, riparazioni scafi in legno.

 

San Giorgio: come ormeggiare

All’interno del Porto Commerciale troverete San GiorgioAttenti in avvicinamento alla Secca del Rafo.

Ridosso da II, III e IV Quadrante. Attento a Maestrale. VHF canale 11 o 16. Fondo da 0.5 metri a 2 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, fontanella, cambusa, scivolo, scalo, riparazioni scafi in legno.

 

Porto Mercantile: posto barca disponibile

A Nord della città vecchia. Entrando dirigetevi subito a sinistra dove vedrete due pontili. Anche qui occhio alla Secca del Rafo.

Ridosso da II, III e IV Quadrante. Attento a vento da Nord Est. Posti barca 150. VHF canale 12 o 16. Fondo da 5 metri a 15 metri.

I Servizi comprendono tutto ciò che un porto commerciale può offrire; distributore di carburante, acqua e luce, cambusa, scivolo, gru, travel lift, riparazioni varie, negozi di nautica, servizi igienici con doccia.

 

Cala Fontanelle

Buon riparo ma molo sempre occupato.

Ridosso da I, III e IV Quadrante. Attento al Libeccio. VHF canale 11 o 16. Fondo da 0.5 metri a 4 metri.

I Servizi non ci sono, nemmeno quelli basilari dato che si tratta più di un singolo molo ad uso pubblico.

 

Darsena Fontanelle: ormeggiare con comodità

Marina privata chiusa da un molo di sopraflutto. Molto bella e comoda.

Ridosso da Est e Sud Est. Attento al vento da Nord. Posti barca 130 VHF canale 16. Fondo da 1 metri a 3 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua e luce, cambusa, scivolo, gru, travel lift, riparazioni varie, negozi di nautica, servizi igienici con doccia.

 

Porto Gaio: ormeggiare in Marina

Anche Porto Gaio è un Marina privato. E’ costituita da un avamporto e da un molo foraneo che ripara un lungo pontile. Per accedere segui il canale segnalato dalle boe arancioni.

Ridosso da I, III e IV Quadrante. Attento alla Tramontana. Posti barca 120. VHF canale 16. Fondo da 1.8 metri a 5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua e luce, cambusa, scivolo, gru, travel lift, riparazioni varie, negozi di nautica, servizi igienici con doccia.

 

 

Il commercio d’olio dall’epoca romana, il barocco, le numerose chiese e i tanti monumenti fanno di Gallipoli una città che merita di essere visitata.

 

Per qualunque informazione puoi chiamare l’Ufficio Circondariale Marittimo al n. 0833.266862

 

Un’articolo utilissimo per combattere il caldo umido di questa zona

[ps_product_list id_product= 1254]

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
00:03:52

Come si gestisce l’acqua a bordo per una Traversata Atlantica? Andrea e Camilla Oceano Atlantico

In questo video di preparazione alla loro traversata atlantica,...

Season Finale le Offerte HiNelson: Una Rassegna Cinematografica con Protagonisti Inaspettati

Benvenuti nel mondo di HiNelson, dove gli accessori nautici...
Condividi