La migliore barca a vela… economica

Comprare una barca a vela non deve essere per forza un atto al quale possono accedere solamente i vari Paperon de’ Paperoni. Non è per nulla così: è possibile acquistare una barca a vela anche senza avere stipendi stellari, e prova né il fatto che lì, tra le onde, veleggiano parecchie persone su barche di proprietà, pur non vantando posizioni manageriali né famiglie importanti alle spalle. Certo, nessuno esce la mattina per comprare due etti di mortadella, la carta igienica e una barca vela usata, o magari nuova: si tratta indubbiamente di un acquisto che, nella maggior parte dei casi, necessita di anni di risparmio e di qualche rinuncia. Ma, come vedremo in questa lunga guida alla ricerca della migliore barca a vela economica, è possibile portarsi a casa una buona e bella barca al prezzo di un’utilitaria, o poco più: tutto sta nel scegliere la migliore delle imbarcazioni in base al proprio budget e, ovviamente, in base alle proprie esigenze (che possono essere molto differenti, come sono diverse sotto molti aspetti le barche a vela per principianti da quelle per esperti). Ecco quindi che, prima di andare a individuare alcuni modelli di barca a vela in base al budget a disposizione, è bene fare una piccola introduzione teorica sulla scelta di una barca a vela, e dei principali fattori da tenere in considerazione prima di compiere questo passo. A cosa bisogna pensare prima di acquistare una barca a vela?

Scegliere una barca a vela: fattori da tenere in considerazione

Migliore barca a vela economica: usata o nuova?

Alla ricerca della miglior barca a vela economica usata

Alla ricerca della miglior barca a vela economica nuova

Acquistare barca a vela: l’opzione del leasing

Scegliere una barca a vela: fattori da tenere in considerazione

Per scegliere una barca a vela ci sono tanti, tantissimi fattori da tenere in considerazione. Se sei arrivato fin qui, del resto, hai già preso una grande e non sempre facile decisione, optando per una barca a vela anziché per una barca a motore: con questa opzione hai scelto dunque un’imbarcazione che, per sua stessa natura, permette una navigazione rispettosa dell’ambiente, nonché attiva dal punto di vista fisico. Chi opta per una barca a vela, di fatto, sceglie uno stile di vita attivo.

La prima decisione, quindi, l’hai già presa: andiamo quindi avanti, di questione in questione. Qual è la dimensione giusta della tua barca a vela? Ebbene, si sa, al crescere delle dimensioni, tendenzialmente, crescono anche i prezzi. Qui stimo parlando di barche a vela economiche, per cui è naturale rivolgersi verso delle barche a vela non eccessivamente grandi, e quindi ben al di sotto dei 10-12 metri. Questo non significa, peraltro, fare sacrifici enormi: esistono infatti barche 30 piedi che offrono spazi e comfort di tutto rispetto. Per quanto riguarda il rapporto tra dimensioni e costo, tra l’altro, non bisogna pensare solamente al costo d’acquisto: anche i costi di manutenzione e di gestione, infatti, tendono ad aumentare di parecchio insieme all’aumentare della lunghezza di una barca.

Al di là del tira e molla tra dimensioni e budget, il trucco per scegliere la barca di vela perfetta è quello di porsi parecchie domande sull’utilizzo concreto che se ne farà. Per cosa verrà utilizzata quella barca? Per delle gite domenicali al lago, per delle uscite sotto costa con la famiglia, per delle lunghe crociere, per delle regate, per delle traversate? E ancora, chi navigherà insieme a te? Sarai un navigatore solitario? Insieme a te ci saranno i tuoi bambini piccoli, o magari i tuoi compagni d’avventura, anch’essi diportisti più o meno esperti? E, domanda da non trascurare mai, dove ormeggerai la tua barca? Ti servirà un modello carrellabile? Queste sono solamente alcune delle domande principali che è necessario porsi prima di scegliere una barca a vela, e ognuna di esse merita una profonda riflessione.

Non è però tutto qui: rispondere a queste domande ti può aiutare solo sul piano teorico. Prima di definire meglio quale dovrà essere la barca a vela (economica) perfetta per te sarà meglio approfondire le tue conoscenze sui determinati modelli, e quindi uscire con amici che possiedono barche simili o noleggiare delle imbarcazioni con le medesime caratteristiche, così da confrontarti con esse, con i tuoi gusti e con le tue capacità. Può inoltre essere utile partecipare a degli eventi del settore, parlare con degli esperti, leggere quanto più possibile sulle riviste del settore e via dicendo. Insomma, scegliere la migliore barca a vela non è un processo breve, ma la soddisfazione finale, se tutto viene fatto a regola d’arte, può essere davvero grande!

Migliore barca a vela economica: usata o nuova?

Ecco uno dei grossi dilemmi che affliggono le persone alla ricerca della migliore barca vela: meglio orientarsi verso una barca a vela nuova o verso un modello usato? Meglio darsi alle ultime novità o scandagliare i portali dedicati all’usato barche a vela? Ovviamente entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi. Il primo, ovviamente, è definito dal prezzo di vendita, il quale è ovviamente inferiore nel caso degli usati.

Perché acquistare una barca nuova? Ebbene, prima di tutto proprio perché è nuova: nessuno ci ha messo mano, nessuno ha trattato male il suo motore, nessuno ha messo mano all’impianto elettrico facendo danni, nessuno ha nascosto con un po’ di stucco delle botte alla carena. A fronte di un prezzo di acquisto più alto, comprare una barca nuova significa inoltre poter godere di una garanzia da parte del produttore per il primo periodo, in caso di difetti di fabbrica o simili. E ancora, comprare una barca nuova significa anche comprare una barca appena nata, che dunque – potenzialmente – ha una vita lunghissima di fronte a sé. E vogliamo davvero sottolineare il fatto che comprare una barca nuova ci dà delle possibilità infinite quanto a personalizzazione?

Anche acquistare una barca usata, però, ha tanti vantaggi, non solo legati al prezzo. Certo, la possibilità di personalizzazione infinita viene meno, ma è anche vero che si ha l’opportunità di entrare in possesso di un’imbarcazione già dotata di tutto il necessario, dalla strumentazione elettronica fino, in certi casi, alle dotazioni di sicurezza necessarie. Basterà eventualmente aggiungere alcuni prodotti scelti nella nostra categoria dedicata all’attrezzatura per la barca a vela. Con una barca a vela nuova si devono quasi sempre aspettare dei tempi di consegna non esattamente brevi, laddove invece, nel caso della barca usata, la consegna è quasi sempre praticamente immediata.

La barca nuova è soggetta a un rapido deprezzamento nei primissimi anni, mentre le barche usate hanno già subito quel passaggio. Infine, non va dimenticata la possibilità, nel caso delle barche usate, di contrattare in modo importante sul prezzo.

Visti i vantaggi delle barche usate, potremmo iniziare proprio da qui: vediamo insieme, quindi, alcuni esempi di barche a vela usate economiche.

Alla ricerca della miglior barca a vela economica usata

Online esistono ormai diversi portali per il compravendita di barche a vela usate: in alcuni casi si tratta di portali generalisti, che vendono anche altri prodotti, mentre in altri casi si tratta di siti dedicati completamente al mondo della nautica.

Chi cerca una barca usata online deve avere un po’ di tempo, un bel po’ di pazienza e una certa curiosità: armati di questi fattori, è possibile fare ottimi affari. Va tenuto in considerazione il fatto che, nella maggior parte dei casi, la barca a vela usata appena acquistata avrà bisogno di qualche intervento di sistemazione, ed è dunque necessario evitare di spendere il 100% del budget nel solo acquisto. Il rischio, infatti, è quello di comprare la barca a vela usata e poi di doverla lasciare a secco, non avendo abbastanza soldi per approntarla.

Certo, gran parte delle barche a vela usate sono ricche di attrezzature comprese nel prezzo, ma difficilmente si tratterà al 100%di prodotti in perfetta forma. Difficile, per esempio, trovare una barca a vela usata con vele nuove. E ancora, si pensi al motore, il quale in media non dura più di due decenni: ovviamente acquistare una barca usata con un motore vecchio o con un motore cambiato da poco farà grande differenza!

Da non perdere:   La manutenzione del bottazzo

Partendo da questi presupposti, chi è alla ricerca della migliore barca a vela usata ed economica, in rete, potrà trovare anche parecchie offerte intono ai 10.000 euro. Guardando bene, intorno e al di sotto di questa cifra si trovano parecchie barche che, con degli interventi di manutenzione tutto sommato minimi, sono pronte per essere messe in mare con soddisfazione. Non si tratterà, nella maggior parte dei casi, di barche ‘recenti’, certo. Ma questo non deve essere per forza un difetto: le barche più datate, infatti, sono anche quelle più conosciute, con pregi e difetti ben noti. Sarà così più facile procedere con la manutenzione, sapendo che ci saranno in giro tanti ricambi barca nuovi e usati.

I portali di barche a vela usate, per esempio, propongono sempre una buona selezione di cabin cruiser introno agli 8 o 9 metri di lunghezza: è possibile per esempi trovare i Comet 700, 7 metri di lunghezza, o i vari Comet 701 o 801. Non manca mai, inoltre, quella che è una delle più popolari tra le piccole barche a vela italiane, il Meteor, monotipo a chiglia da 6 metri disegnato del 1968: carrellabile, economico, maneggevole, questo cabinato usato si trova per poche migliaia di euro.

Una volta individuata una papabile barca a vela usata, è necessario visitarla – mai e poi mai fare acquisti al buio, nemmeno in caso di cifre irrisorie – facendosi aiutare, eventualmente, da un perito esperto. Sono utilissimi, tra l’altro, i forum online dei diportisti: facendo una rapida ricerca su Google, sarà possibile individuare i pro e i contro di ognuno dei modelli ‘storici’ più in voga, come per l’appunto i Comet, i CBS e i Meteor, veri capisaldi della nautica popolare dei decenni passati.

 

scegliere barca a vela low cost

Siti per comprare barche a vele usate

Chi desidera acquistare una barca a vela economica in quanto usata non può che appoggiarsi, fosse anche per un’infarinatura iniziale, ai portali internet che offrono questo servizio. E di certo di marketplace di questo tipo non ne mancano. In Italia ci si può per esempio servire del mercatino della rivista online Il giornale della vela, il quale offre un’integrazione con il sito di annunci topboatmarket.com. Altro portale molto valido è barche24.com, sul quale è possibile trovare sia modelli usati che modelli nuovi.  Oltre ai siti specialistici, peraltro, è possibile trovare interessanti annunci di barche a vela usate anche sui portali generalisti, come subito.it o bacheca.it. In ogni caso il consiglio è sempre quello di andarci con i piedi di piombo, e non concludere mai nulla senza prima aver visto e provato la barca a vela in questione, e senza mai versare nemmeno la più piccola caparra senza aver potuto controllare il battello in questione. Che si stia cercando la tipica barca a vela per principianti o la barca a vela usata della vita, meglio investire parecchio del proprio tempo per essere sicuri di fare l’affare giusto!

Alla ricerca della miglior barca a vela economica nuova

Chi è alla ricerca della miglior barca a vela e vuole spendere poco non deve per forza rivolgersi all’usato: esistono anche delle barche nuove che, offrendo un ottimo rapporto qualità/prezzo, possono essere acquistate al prezzo di un’utilitaria.

Ovviamente gli esempi da fare sarebbero tantissimi. Per le barche da 7 metri pensiamo per esempio alla Wiko 22, su progetto di Sergio Lupoli, con una superficie velica di 28 o 31 metri quadrati, a partire da un prezzo di circa 16.000 euro. Questa barca a vela, già vincitrice della categoria ‘miglior progetto per la vela’ qualche anno fa, è pensata per il mare come per il lago, ed è versatile sotto ogni aspetto. Due cabine, sei cuccette, la Wiko 22 vanta un rapporto qualità/prezzo difficile da battere.

Sempre restando su prezzi difficili da battere c’è per esempio la H22 One Design: anche qui siamo vicini ai 7 metri (22 piedi per l’appunto) con un progetto di Rob Humphreys che prevede un sandwich sotto vuoto, con un prezzo a partire dai 19.000 euro.

Restando su questa stessa lunghezza – anzi, riducendo di qualche centimetro – c’è l’Elan 1, piccola ma molto veloce: con 6,34 metri di lunghezza e una superficie velica di 28 metri quadrati, questo ‘pocket rocket‘ (così è stato soprannominato) è adatto sia per le crociere sotto costa che per le regate. Si distingue, oltre per il prezzo competitivo che si aggira intorno ai 27.000 euro, per la grande facilità di gestione. Per chi vuole gareggiare senza spendere troppo, e senza provarsi delle comodità necessarie per uscire per qualche giorno, l’Elan 1 è certamente tra le migliori barche a vela in circolazione.

Restando tra le barche a vela carrellabili e tornando sulla fascia di prezzo più competitiva – e tornando in Polonia, da dove siamo partiti con Wiko – è da non trascurare il Nexo 22, dell’omonimo giovane costruttore che con questo modello è passato per la prima volta dalle barche sportive e dalle derivone ai cabinati. La sportività resta peraltro impressa in questa barca dal design corsaiolo: lunga 6,36 metri, con 4 posti letto, la Nexo 22 parte da circa 20.000 euro.

Acquistare barca a vela: l’opzione del leasing

Quando si parla di acquistare la migliore barca a vela economica, va sottolineato, non si parla solamente delle transizioni classiche con il nuovo o con l’usato. Esiste anche, infatti, la formula del leasing (abbiamo fatto qualche tempo fa anche un approfondimento su come funziona il leasing per le barche). Quando si parla di risparmiare qualcosa acquistando una barca, il leasing andrebbe preso in considerazione, in determinati casi, per una questione piuttosto semplice: il diportista che desidera possedere una barca nuova e che sa calibrare alla perfezione l’anticipo da sborsare subito e la durata del contratto, infatti, può riuscire a risparmiare anche qualche migliaio di euro (gli esperti parlano di circa il 2-3%, che può trasformarsi in un buon risparmio sulle barche più costose). Il trucco, in questo senso, sarebbe anticipare una grossa cifra, in modo da ridurre sia gli interessi che la durata dei canoni, nonché la portata del riscatto finale (il quale, va ricordato, non presenta nessuno sconto sull’Iva).

la migliore barca a vela economica usata o nuova

Come dimostrato in questa guida, quindi, sia con il nuovo che con l’usato è effettivamente possibile acquistare delle barche a vela per divertirsi e per rilassarsi, per gareggiare o per piacevoli crociere, senza per forza avere redditi sterminati. Tutto sta, ovviamente nello scegliere con cura il modello più adatto in base alle proprie esigenze, pensando poi anche a quelli che saranno i costi di manutenzione e di gestione, i quali per qualsiasi barca a vela – per le usate ma non solo – non possono essere dimenticate.

Anche il più attento dei diportisti, con la più economica delle barche e con la più grande passione per il fai da te, deve prevedere come minimo 1.000 – 1.500 euro di spese annuali tra assicurazione barca, ormeggi, operazioni di varo, antivegetativa e piccoli interventi di ricambio. E questo, va sottolineato, per una gestione standard, esente da interventi straordinari (abbiamo in ogni caso visto qui quanto costa mantenere una barca a vela). Pensando a quanto si spende annualmente per la manutenzione un’automobile, del resto, questi prezzi non sono affatto alti.

Sei pronto a trovare la tua migliore barca a vela economica?

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.5 / 5. Numero di recensioni 23

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.
  1. Ottimi consigli. Ti chiederei dei consigli per una Regolo Violati 34. Che giudizio ne dai ? Mie eventuali intenzioni. Cabotaggio e gite e socialista. Grazie e saluti. Mario Di Zenobio

    • Buongiorno Mario, sinceramente non ho informazioni di prima mano da darti; ho però sentito dire belle cose su questo cabinato disegnato da Mario Violati.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.
Ultimi articoli

Sci nautico: guida per principianti per imparare a cavalcare le onde

Oggi torniamo a parlare di una disciplina sportiva sinonimo...

Scarpe da barca: i migliori brand

Quali sono le migliori scarpe da barca? O meglio:...

Nicolò e la barca di Simone Bianchetti in viaggio verso la Sicilia

Nicolò è giovane, è nato e cresciuto a Cervia...

Tutto sui gavitelli: guida all’uso e alla scelta

Chi ha solcato diversi mari sa molto bene che...
Condividi