Come fare lo spurgo del motore a gasolio della barca

Immaginiamo di essere in barca a vela. Siamo ancora in porto, abbiamo preparato tutto per la partenza: non ci resta che accendere il motore. Un tentativo, due tentativi, tre tentativi, il propulsore: non vuole accendersi. Cosa avrà mai il motore entrobordo a gasolio della nostra barca? Quelli possono essere attimi di panico, anche perché in quel momento le ipotesi di problema possono essere le più diverse, dalle più piccole (veloci ed economiche) a quelle più grandi (lente e costose). E di certo la prima cosa da fare è testare le prime, le quali peraltro sono spesso le più comuni: ecco allora che si procederà con lo spurgo del motore della barca. Operazione che, peraltro, potrebbe essere utile anche nel caso in cui il motore, dopo essersi acceso senza problemi e dopo aver lavorato come se niente fosse, d’improvviso si dovesse spegnere, senza apparente motivo. Vediamo quindi quando, perché e come fare lo spurgo del motore a gasolio della barca!

Spurgo del motore, quando il propulsore aspira aria

Spurgare il motore è necessario per un solo e semplice motivo: per impedire che il motore a gasolio della nostra barca vada a risucchiare aria. Certo, sarebbe bello – soprattutto di questi tempi – che il nostro entrobordo potesse funzionare ad aria, ma putroppo non è così. Anzi. Per questo, quando si hanno dei dubbi – o delle certezze – che il motore della barca stia aspirando aria al posto del gasolio, è bene intervenire subito ed effettuare lo spurgo. Va detto che, nei motori moderni, questa operazione manuale non deve essere fatta, perché esistono dei sistemi appositi e autonomi: lo spurgo si rende invece necessario solo sui motori più semplici, in quanto anzianotti.

Ma quali sono le situazioni in cui può essere necessario sapere come fare lo spurgo? Ebbene, due casi li abbiamo già visti: quando il motore non parte o quando questo si spegne da solo. In questi casi infatti le cause potrebbero essere la fine del combustibile, oppure la conseguente presenza di aria nel circuito di alimentazione. Va detto inoltre che lo spurgo deve essere fatto anche quando si cambia il filtro del gasolio, e quindi non solo in caso di “problemi”: mettere un nuovo filtro vuol dire di fatto inserire nel circuito un elmento “vuoto” pieno d’aria, che invece per permettere il funzionamento del motore deve essere pieno di carburante. Da qui la necessità di fare lo spurgo, che potrebbe rendersi d’obbligo anche in caso di una perdita della valvola deputata, allentatasi magari per via delle vibrazioni del propulsore in azione.

Da non perdere:   Mi Compro la Barca Storie di Cantieri Del Pardo Comar Altura Elan
come spurgare aria motore barca

Come fare lo spurgo del motore a gasolio della barca

Come fare lo spurgo del motore della nostra barca? Non si tratta di nulla di difficile. Prima di tutto, è necessario dotarsi del necessario, che è davvero poco: una brugola, oppure in certi casi una chiave; qualche pezzo di carta o uno straccio vecchio per pulire le fuoriuscite di gasolio; un paio di guanti da lavoro per non sporcarsi.

Tenendo a portata di mano il necessario per spurgare il motore, cerchiamo di capire lo scenario. Tutto parte dal serbatoio carburante barca, da dove, per mezzo del rubinetto, parte il tubo che porta il gasolio al prefiltro e quindi alla pompa di bassa pressione, la quale sua volta è collegata al filtro del gasolio. La pompa di pressione, che serve per l’appunto a pescare il combustibile, presenta la pompetta dello spurgo: è lì che andremo a lavorare.

Prima, però, è necessario andare ad allentare la valvola di spurgo, per permetterci di far uscire dal circuito di alimentazione l’aria di troppo. La valvola è tipicamente in una posizione facilmente raggiungibile, esattamente sopra al filtro del gasolio: andremo ad aprirla, utilizzando una brugola o eventualmente una chiave.

Ecco, ora siamo pronti per iniziare a spurgare, e quindi per andare ad azionare la pompetta, tenendo il nostro sguardo fisso sulla valvola di spurgo: dapprima uscirà solo aria, puoi inizieranno a uscire delle gocce di gasolio. Quando tutta l’aria sarà stata spinta fuori – e quando uscirà quindi solamente del carburante – possiamo smettere di pompare, per chiudere la valvola, e tornare a dare due o tre pompate a circuito chiuso. Con la carta, puliamo la valvola che abbiamo sporgato di gasolio.

Finito? Non proprio: la maggior parte dei motori presenta infatti una seconda valvola di spurgo, appena sopra all’iniezione del gasolio. È bene andare a effettuare lo spurgo anche lì, per riempire completamente anche la pompa di iniezione. Apriamo quindi questa seconda valvola, per effettuare la medesima operazione effettuata in precedenza.

Chiusa anche la seconda valvola e pulito il tutto, possiamo a questo punto andare ad avviare il motore, che a questo punto – dando molto gas – dovrebbe accendersi. Dopo qualche borbottio capriccioso, il rumore del motore dovrebbe tornare a essere il solito.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4 / 5. Numero di recensioni 4

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Affrontare il meteo avverso: strategie di navigazione per condizioni difficili

Come navigare in sicurezza quando il meteo è avverso?...

Manutenzione dell’attrezzatura e della canna da pesca: consigli e trucchetti

Come ogni appassionato di pesca con un minimo di...

Sostenibilità e gestione dell’energia a bordo: pannelli solari e generatori eolici

Non sono certamente pochi i dispositivi che richiedono elettricità...

Maelle Frascari. La velocità nella vela è una questione di sensibilità.

Maëlle Frascari è una giovane velista. Tutti noi la...
Condividi