Come e quando cambiare i filtri del motore entrobordo

Come e quando cambiare i filtri del motore entrobordo? Ecco una domanda che tutti i diportisti si pongono nel momento in cui acquistano la prima barca. La gestione della manutenzione del motore marino non va mai trascurata, per non portare il propulsore a rovinarsi prematuramente, pensando soprattutto che certi motori entrobordo, se ben curati nel tempo, possono essere quasi eterni, dando grandissime soddisfazioni per lungo tempo. Affinché questo sia possibile, però, è doveroso ricordarsi di effettuare regolarmente il tagliando del motore, usando i ricambi nautici giusti al momento corretto. Oggi ci concentreremo su due cruciali operazioni della manutenzione del motore marino: vedremo infatti ogni quanto è necessario e come cambiare i filtri del motore entrobordo, e quindi i filtri olio e carburante. Buona lettura!

Quando cambiare i filtri del motore entrobordo: le tempistiche

Ogni quanto cambiare i filtri del motore entrobordo? Questa domanda si inserisce nella più ampia discussione relativa alla manutenzione regolare del motore marino. Come tutti sanno, la regola generale per il tagliando del motore della barca prevede un appuntamento come minimo annuale. Per quanto riguarda nello specifico il cambio dei filtri della barca, sarebbe bene rifarsi alle indicazioni dei produttori, i quali di solito consigliano – in realtà comandano – di sostituire i componenti in un intervallo di utilizzo che si sposta tra le 200 e le 250 ore, su per giù. Tutto dipende, insomma, da quanto viene utilizzato effettivamente il motore entrobordo. Ma attenzione: la soglia massima dell’anno di vita del filtro vale per tutti, anche per chi fa un uso molto sporadico del proprio propulsore. Insomma, il cambio dei filtri – a partire da quell’olio – va effettuato piuttosto spesso. Quanto al momento giusto per cambiare i filtri del motore entrobordo, tutto dipende in realtà dall’utilizzo effettivo della barca: c’è chi non si ferma mai, e che mantenendo in acqua la barca tutto l’anno approfitta anche delle giornate di sole invernali per andare a largo, e c’è chi invece blocca l’imbarcazione in rimessaggio per 6 mesi all’anno. In linea di massima, però, gli esperti consiglierebbero di anticipare il cambio dei filtri del motore, sostituendoli quindi subito prima di mettere a riposo la barca.

Il cambio del filtro gasolio

Per cambiare i filtri del motore entrobordo è d’obbligo prima di tutto avere tutto il necessario, a partire da filtri e prefiltri, senza dimenticare i necessari attrezzi. Chi ha un minimo di manualità e di pazienza può in effetti effettuare questa operazione da solo. Per cambiare il filtro del gasolio dell’entrobordo sarà necessario avere una pinza, un piccolo contenitore di fortuna, della carta vecchia, nonché ovviamente i pezzi di ricambio per i motore. Una volta chiuso il circuito del gasolio – non farlo è il tipico errore da principianti – è possibile liberare il prefiltro, senza scordare di aprire prima la valvola di spurgo situata nella parte inferiore, raccogliendo quanto fuoriesce con il contenitore di fortuna di cui si parlava. Liberato il filtro, è il momento di dare una pulita all’attacco, con un panno vecchio o con della carta. Concentriamoci ora sul nuovo prefiltro, che va lubrificato con del gasolio e quindi montato.
Si può passare ora al filtro gasolio motore vero e proprio: nel caso in cui svitarlo a mano risulti difficile, è possibile aiutarsi con una pinza a cinghia. Anche in questo caso un contenitore di fortuna deve essere posizionato al momento giusto per evitare di sporcare; puliamo dunque la sede di alloggio del filtro, lubrifichiamolo la guarnizione e montiamolo. Prima di accendere il motore bisogna ricordarsi di spurgare attraverso l’apposito meccanismo.

Da non perdere:   Navigare in una burrasca: consigli su come ormeggiare e dirigere la propria barca in caso di tempesta

Il cambio del filtro olio

Passiamo ora al cambio del filtro dell’olio del motore entrobordo, e quindi al parallelo cambio dell’olio. Prima di tutto l’olio va “scaldato”, accendendo il motore per un quarto d’ora circa: avremmo così un lubrificante più liquido. Fatto questo si può procedere con l’aspirazione dell’olio, mediante l’apposita pompa, manuale oppure elettrica, azionandola fino a quando si sarà estratto tutto il lubrificante. A questo punto è possibile svitare il filtro, a mano o mediante l’apposita pinza larga; una volta tolto il filtro, procederemo alla pulizia dell’aggancio, alla lubrificazione della guarnizione del filtro nuovo, e quindi al suo avvitamento. Infine, dobbiamo ovviamente immettere l’olio nuovo nel serbatoio, arrivando a riempirlo fino al segnale stabilito dal produttore; a far bene sarebbe consigliabile a questo punto accendere il motore per qualche minuto, spegnerlo e ricontrollare il livello dell’olio, che nel frattempo sarà sceso e andrà quindi rabboccato. A “mancare” sarà infatti l’olio confluito nel filtro e complessivamente nel circuito.

Come abbiamo visto, cambiare i filtri del motore entrobordo non è difficile: è sufficiente seguire pochi semplici passaggi per poter effettuare questa importante attività di manutenzione con le proprie mani!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 3.5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.
Ultimi articoli

Sci nautico: guida per principianti per imparare a cavalcare le onde

Oggi torniamo a parlare di una disciplina sportiva sinonimo...

Scarpe da barca: i migliori brand

Quali sono le migliori scarpe da barca? O meglio:...

Nicolò e la barca di Simone Bianchetti in viaggio verso la Sicilia

Nicolò è giovane, è nato e cresciuto a Cervia...

Tutto sui gavitelli: guida all’uso e alla scelta

Chi ha solcato diversi mari sa molto bene che...
Condividi