VHF marino portatile a confronto: MR HH350 Cobra Marine vs Plastimo SX-400

Scegliere un VHF nautico per la propria barca non è mai semplice: esistono infatti tanti differenti modelli in vendita, ognuno con dei vantaggi e degli svantaggi. Questo discorso, del resto, vale per tutti i dispositivi elettronici che troviamo nelle nostre barche, dall’ecoscandaglio fino al GPS portatile e alla radio per barca. Forse, però, tu hai già letto la nostra guida su come scegliere il VHF nautico, e quindi ti sei già fatto un’idea abbastanza precisa sulla tipologia di radio per barca che intendi acquistare. Anzi, se sei arrivato su questo post, molto probabilmente sei abbastanza certo di voler comprare un VHF marino portatile.

Già questa, va detto, è una decisione importante, che riduce in modo notevole il raggio di scelta. Ma non si può certo dire che esistano pochi modelli di radio VHF marine portatili! Al contrario: anche qui ci scontriamo con funzioni differenti, prezzi estremamente diversi e via dicendo. Vogliamo quindi aiutarti ancora di più nella tua decisione di acquisto: in questo post faremo un confronto tra due VHF nautici portatili di qualità che si presentano sul mercato con un prezzo medio-basso e quindi molto competitivo, e vedremo nel dettaglio tutte le loro caratteristiche. Scegliere il tuo nuovo VHF marino portatile, quando avrai letto questo confronto tra il VHF MR HH350 Cobra Marine e il VHF Plastimo SX-400, sarà decisamente più semplice!

Il VHF marino portatile e le normative: obbligo e multe

Il VHF marino non è un dispositivo qualsiasi: si tratta infatti di uno di quegli strumenti che la legge prescrive come obbligatori durante la navigazione. Più nello specifico, il VHF della barca rientra tra le dotazioni obbligatorie per le barche che navigano oltre le 6 miglia dalla costa. Questo non significa però che la radio sia inutile per le imbarcazioni che non si allontanano dalla costa, anzi: il buon senso ci dice infatti di munirsi di questo dispositivo per la comunicazione marina anche quando si naviga a distanze minori. Poter contare su un VHF in barca significa poter comunicare prontamente in caso di emergenza, rendendo eventuali interventi di soccorso tanto più rapidi ed efficaci, sia per salvare la propria barca – e il proprio equipaggio – sia per prestare aiuto ad altre imbarcazioni in difficoltà.

perché una radio VHF portatile: vantaggi

Va peraltro sottolineato che la radio VHF non si usa solo in caso di emergenza. Al contrario, si tratta di un dispositivo che rende più facile e sicura la navigazione in ogni situazione. Oltre per le comunicazioni di emergenza – che come è noto avvengono di rito sul canale 16, dove tutte le radio dovrebbero restare sintonizzate lasciandolo libero – le radio VHF sono utili per ascoltare i bollettini meteorologici, per comunicare con le altre barche nonché, ovviamente, con le capitanerie di porto, utilizzando l’apposito canale 9 (in caso di dubbi, abbiamo scritto anche una guida su come usare il VHF).

A regolare l’utilizzo della Radio VHF, va detto, non c’è solamente la norma che lo rende obbligatorio per la navigazione oltre le 6 miglia dalla costa. Oltre a quella regola del Codice della Nautica, infatti, ce ne sono altre, altrettanto importanti. Per usare la radio è necessario per esempio essere in possesso della Licenza di esercizio RTF, che è di fatto una licenza speciale rilasciata dal Ministero delle Comunicazioni: si tratta di un documento indispensabile, per il semplice fatto che il VHF non è né un telefono cellulare, né una semplice radio. Si tratta invece di una mini-stazione radio, che può trasmettere ad ampio raggio, e che non a caso deve essere munita di nominativo internazionale univoco. Oltre alla licenza, per poter usare il VHF marino, è necessario avere un Certificato di operatore per l’utilizzo della radio in barca, il quale viene rilasciato sempre dal Ministero, senza peraltro dover affrontare nessuna prova.

E ancora: i moderni VHF sono muniti del tasto Distress, che attiva il Digital Selective Calling, uno speciale segnale di emergenza, che permette una comunicazione rapida e completa, tesa a facilitare i soccorso. Per usare il tasto Distress, però, è necessario esser in una situazione di reale emergenza, e aver sostenuto un apposito esame (per conseguire il certificato SRC – Short Range Certificate): in caso contrario, si rischia di andare incontro a una multa.

Insomma, per poter usare un VHF marino portatile o fisso, non basta acquistare questo dispositivo. Fatte queste premesse, possiamo proseguire nella guida all’acquisto!

Perché scegliere un VHF portatile?

Certamente avrai visto, se non altro navigando nel nostro e-commerce per prodotti e ricambi nautici, che non esistono solamente i VHF portatili. Accanto a loro, e in numero persino maggiore, esistono anche le radio VHF fisse. Per quale motivo, quindi, un diportista dovrebbe acquistare un dispositivo VHF marino portatile, come per l’appunto l’MR HH350 Cobra Marine e il Plastimo SX-400?

Va detto prima di tutto che con il VHF marino portatile è possibile utilizzare tutti i canali, e che è possibile farlo da ogni posizione della barca: il primo grande vantaggio, quindi, è quello di non dover andare magari sottocoperta per prestare orecchio al canale 16. Altro grande vantaggio della radio portatile è quello di poter essere trasportata anche all’infuori della barca: questa esigenza può essere sentito in diverse occasioni. La più grave è quella in cui l’equipaggio si trovi costretto a trasferirsi sulla zattera per barca di salvataggio. In questo caso, ovviamente, il VHF marino fisso diventa inutile. Non va poi dimenticato il fatto per cui i VHF portatili, in media, risultano più economici rispetto ai modelli fissi (e tra i punti forti dei VHF Plastimo e Cobra Marine che vi presenteremo, come anticipato, c’è proprio il formidabile rapporto qualità / prezzo).

Ma chi, quindi, dovrebbe acquistare un VHF marino portatile? Si tratta in realtà di un dispositivo che può risultare estremamente utile e azzeccato in situazioni differenti. Questo perché può essere utilizzato con grande profitto nelle barche più piccole, per effettuare delle comunicazioni importanti senza dover installare un dispositivo fisso. Ma può essere sicuramente utilizzato anche sulle barche più grandi, per non dover restare sempre incollati al VHF fisso, per avere un apparato secondario in caso di guasto del primo oppure, come già sottolineato, per avere una radio di emergenza in caso di abbandono della barca.

Da non perdere:   7 Consigli per Vivere in Barca in Rada - HiNelson Vivere in Barca

Insomma, di ottimi motivi per acquistare un VHF marino portatile non ne mancano di certo. Vediamo ora quale acquistare, con il confronto tra il VHF MR HH350 Cobra Marine e il VHF Plastimo SX-400!

VHF MR HH350 Cobra Marine: le caratteristiche

Prima di entrare nel merito dell’analisi di questo VHF marino portatile, vale la pena di spendere alcune righe sul produttore. Cobra Marine è la divisione marina della società Cobra, un’azienda nata negli Stati Uniti e quotata in borsa al NASDAQ (COBR) fin al 1962. Non si tratta, insomma, dell’ultima arrivata, anzi: per quanto riguarda le comunicazioni – quindi anche per quanto riguarda i VHF nautici – è tra i leader mondiali. Non poche tecnologie moderne che hanno reso sempre più efficaci i VHF marini provengono proprio dalla divisione Cobra Marine. Questo per dire, dunque, che non abbiamo scelto a caso la prima radio per questo confronto: si tratta infatti di uno dei migliori prodotti di uno dei produttori di punta a livello internazionale per quanto riguarda le radio VHF.

Il prodotto in questione è nato sulla scia del successo del suo predecessore, ovvero il VHF portatile Cobra HH330: da questo modello si sono fatti dei passi avanti, per quanto riguarda, soprattutto, le tecnologie di miniaturizzazione, nonché per il design complessivo. Vediamo un po’ di dati tecnici: questo VHF marino portatile riesce a trasmettere fino a una potenza di 6 Watt, può accedere a tutti i canali internazionali e permette una scansione Tri-Watch del Canale 16 e di altri due canali a scelta. La potenza audio si attesta sui 250 mW – 8 Ohm. Le dimensioni del dispositivo portatile, esclusa l’antenna (che è removibile), sono di 123 x 62 x 36 millimetri, per un peso totale di 272 grammi (batterie incluse).

Questo per quanto riguarda i numeri. Si tratta di un VHF galleggiante e impermeabile: per essere più precisi, il produttore dichiara che questa radio portatile è in grado di resistere per 30 minuti a un metro di profondità. È una radio portatile piccola, ben rifinita e con un’impugnatura molto comoda: per essere sempre trovato in fretta, come il suo predecessore, presenta una ben visibile fascia arancione. Presenta le funzioni Burp (per espellere la condensa dall’altoparlante attraverso dei toni di frequenza molto bassa), Noise Cancelling (per cancellare i rumori ambientali) e Roger Beep (per indicare la fine della trasmissione).

Questo per quanto riguarda il VHF Cobra Marine HH350. Vediamo ora il VHF Plastimo SX-400!

VHF Plastimo

VHF Plastimo SX-400: le caratteristiche

Plastimo non ha certo bisogno di presentazioni: questa azienda francese è attiva nel settore nautico a partire dal 1963, a Lorient. Dapprima il catalogo Plastimo era composto da solamente 80 prodotti per gli sport d’acqua, per allargarsi sempre di più negli anni seguenti. Già verso la fine degli anni Settanta, quello stesso catalogo riuniva 2.500 prodotti: dalle bussole nautiche alle zattere per barche, Plastimo è un brand imperdibile per i diportisti. E qui, oggi di presentiamo il VHF Plastimo SX-400, realizzato con l’obiettivo esplicito di fornire ai diportisti un dispositivo di qualità maggiore rispetto ai competitors, a un prezzo decisamente più basso.

In breve, quindi, questa radio VHF offre funzioni e caratteristiche tipiche delle radio di fascia alta, a un prezzo particolarmente contenuto. Progettata e prodotta secondo un design professionale, questa radio portatile per barca soddisfa e normative IMO (International Maritime Organization). Il peso del VHF portatile è di solo 220 grammi (con batteria, antenna e clip per la cintura) e le dimensioni sono anche in questo caso minimali: si parla infatti di 140 x 64 x 35 millimetri. La potenza di uscita massima è di 5W. Anche in questo caso abbiamo a che fare con un dispositivo VHF galleggiante e impermeabile: anche Plastimo, infatti, garantisce la resistenza della radio a un metro di profondità per 30 minuti (impermeabilità conforme ai requisiti IPX7), e la galleggiabilità sia in acqua salata che in acqua dolce.

Non è tutto qui: nel momento in cui il VHF Plastimo SX-400 dovesse malauguratamente cadere in acqua, oltre a galleggiare, inizierebbe anche a emettere un allarme lampeggiante accompagnato da un allarme sonoro. In questo modo, il recupero della radio VHF caduta in acqua può essere rapido e semplice, anche in una situazione di visibilità ridotta durante un’emergenza. Va sottolineato che, per garantire il massimo della sicurezza, queste funzioni per aiutare il recupero del VHF in caso di emergenza sono attive anche quando la radio è spenta.

La batteria che alimenta questa radio è potente: si tratta di una batteria agli ioni di litio da 1750 mA. Pensato per funzionare anche in condizioni estreme, il VHF Plastimo funziona fino ai 15 gradi sottozero e fino ai 55 gradi centigradi. Presenta inoltre l’accesso diretto al canale 16 e ai canali preferiti la funzione ATIS per la navigazione lungo i fiumi,  nonché una porta USB; a incorniciare il tutto, uno schermo LCD retroilluminato, nonché la possibilità, eventualmente, di connettere alla radio un microfono portatile.

La radio nautica giusta per te

Stai cercando un VHF marino portatile per la tua barca di alta qualità, ma a un prezzo ridotto? Vuoi avere un dispositivo che sia sempre pronto in caso di emergenza, e che permetta un utilizzo comodo, rapido e intuitivo? I due modelli che ti abbiamo presentato sono certamente entrambi delle ottime scelte. I prezzi di vendita del VHF MR HH350 Cobra Marine e del VHF Plastimo SX-400 sono molto simili: il primo può vantare 1 Watt in più di potenza, mentre il secondo, oltre a essere più leggero, presenta l’utilissimo sistema acustico e sonoro per il recupero dopo una caduta in acqua.

Sei ancora indeciso? Allora ci permettiamo di darti un ulteriore spunto di riflessione: conti alla mano, tenendo conto di tutte le caratteristiche del dispositivo, noi di HiNelson siamo sicuri nell’affermare che il VHF Plastimo SX-400 vanta il miglior rapporto qualità prezzo sul mercato: impossibile trovare di meglio!

Più di 16.000 prodotti in HiNelson e non dimenticare di ISCRIVERTI al Canale Youtube per ricevere l’avviso del prossimo video online!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Affrontare il meteo avverso: strategie di navigazione per condizioni difficili

Come navigare in sicurezza quando il meteo è avverso?...

Manutenzione dell’attrezzatura e della canna da pesca: consigli e trucchetti

Come ogni appassionato di pesca con un minimo di...

Sostenibilità e gestione dell’energia a bordo: pannelli solari e generatori eolici

Non sono certamente pochi i dispositivi che richiedono elettricità...

Maelle Frascari. La velocità nella vela è una questione di sensibilità.

Maëlle Frascari è una giovane velista. Tutti noi la...
Condividi