Vacanze in barca: le migliori mete low cost

Vacanze in barca: le migliori mete low cost

Trascorrere le proprie vacanze in barca non è più un lusso riservato a pochi eletti. Il mercato della nautica da diporto è in forte espansione, ragione per cui la competenza sta poco a poco aumentando e i prezzi scendono.

Decidere di fare le vacanze in barca low cost è già possibile, bisogna solo sapere come fare. Se ci stai pensando, in questo articolo troverai una serie di dritte e raccomandazioni che ti aiuteranno. Parleremo infatti di come prenotare e organizzare una vacanza in barca low cost nei migliori angoli di mare del mediterraneo.

Vacanze in Barca, le migliori mete lowcost

Prima di iniziare è doveroso dover fare un piccolo inciso. Che tu sia proprietario o meno di una barca, per poter esplorare tratti nuovi di mare la soluzione è una sola: il noleggio. Spostare una barca da un porto all’altro è molto costoso, anche se la barca è di tua proprietà. Bisogna infatti pagare uno skipper che se ne occupi. Oltre alle ore lavorate (o meglio miglia navigate), nel computo delle spese bisogna aggiungere vitto, eventuali spese portuali, costi di viaggio necessari per gli spostamenti dello skipper, ecc. Insomma, si tratta di una spesa piuttosto importante da affrontare.

Pertanto, se la tua barca è lontana dalla meta che stai considerando o non hai una barca, le opzioni da considerare sono due. La prima è quella di noleggiare per le tue vacanze in barca un’unità in esclusiva. In questo caso avrai a disposizione per te e il tuo equipaggio un’intera barca da utilizzare come meglio credi. Il secondo scenario è invece quello di trascorrere le vacanze in barca con un cabin charter. Con questa formula quello che tu stai contrattando è l’alloggio in una cabina di una barca che ha già uno skipper e altri naviganti In questo caso l’itinerario e le varie rotte sono prestabilite. In particolare, questa modalità di noleggio è molto frequente nel caso di caicchi, golette, catamarani e barche a vela. Esistono moltissime società e tour operator che operano in entrambi i modi, basta fare una paio di ricerche su Google.

Scegliere una destinazione low cost per le vacanze in barca

Da sempre esistono zone dove andare in vacanza è molto più caro che in altri posti. Questo non vuol dire che siano gli unici degni di nota. Trascorrere le vacanze in barca nelle migliori mete low cost è possibile ed è il modo migliore per star bene a bordo, spendere meno ed evitare la massificazione.

vacanze in barca low cost come fare

Se parliamo di aree di navigazione nostrane, quelle che sono meglio servite si trovano sulle isole. Potrà suonare strano ma ad esempio tutta la Sardegna meridionale comprese le località di Villasimius, Cagliari e Sant’Antioco, è una delle migliori mete low cost per navigare. La gran maggioranza dei naviganti, preferisce infatti la Sardegna settentrionale e la zona del Parco della Maddalena. Navigare a sud dell’isola, vuol dire scegliere posti da sogno che non sono ancora battuti dal turismo nautico massificato senza rinunciare alla qualità del mare e delle spiagge.

Spostandoci in Sicilia, si applica lo stesso discorso che in Sardegna. Allontanandoci infatti dalla zona delle Isole Eolie, vale a dire dai porti di Milazzo e Portorosa, l’isola offre ai suoi naviganti un mare stupendo a prezzi decisamente più bassi. Ad esempio si possono visitare le Isole Egadi e Favignana a prezzi molto più concorrenziali che quelli che troviamo alle Isole Eolie. Inoltre sebbene non ci sia tantissima offerta, il resto della costa sicula è lo scenario perfetto per delle vacanze in barca low cost.

C’è molta gente che pensa: “Sì, ma se rimango in Italia, per me non sono vacanze”. Non c’è problema ci sono molte altre zone del Mediterraneo considerabili come low cost. Ad esempio, prendiamo in considerazione la gettonatissima Croazia. Qui è possibile fare le vacanze in barca a prezzi davvero stracciati. L’arcipelago croato è facilmente raggiungibile da Pula. Si tratta di una Dubrovnik in miniatura che si trova nel nord del Paese. Iniziare le proprie vacanze in barca a vela low cost da qui vuol dire dimezzare il budget necessario. Inoltre sempre nelle vicinanze troviamo un breve tratto di costa slovena. Qui il porto turistico di Portoroz offre molte imbarcazioni a prezzi parecchio contenuti, anche più bassi rispetto a quelli di Pula.

Vacanze in barca economiche in estate

Procedendo verso sud lungo le coste adriatiche, troviamo poi Saranda in Albania. L’Albania è uno degli astri nascenti del turismo estivo nel Mediterraneo. A livello logistico, iniziare una navigazione da Saranda o da Corfù è esattamente la stessa cosa. Si trovano infatti una di fronte all’altra, separati da pochissime miglia di mare. La differenza? Ovviamente i prezzi. Il porto è molto più economico e il combustibile anche. Da Saranda è possibile salpare verso nord ed esplorare le coste montenegrine, albanesi e croate del sud oppure partire alla volta della Grecia Jonica.

Da non perdere:   Il rinnovo della patente nautica

Se poi si preferisce un tipo di navigazione più avventurosa e che preveda più traversate durante la vacanza, la meta ideale è il Mar Egeo. Qui le opzioni per risparmiare sono due. La prima e se vogliamo più ovvia è partire da Atene e porti limitrofi. Pur essendo molto gettonato come porto di partenza, l’offerta è talmente vasta che i prezzi sono accessibili a tutti. L’opzione numero due è partire dalla Turchia. Salpare dai porti di Marmaris o Bodrum è perfetto per visitare tanto le isole greche come le coste turche. Nel 2017 a causa di una riforma nel traffico marittimo in Grecia, le imbarcazioni battenti bandiera diversa da quella greca, non possono imbarcare passeggeri in acque nazionali. Come risultato, i prezzi in Turchia sono crollati e i suoi porti principali sono tra le basi più low cost in assoluto per il Mar Egeo.

vacanze low cost in barca in Grecia

Per concludere con le mete low cost per le vacanze in barca, un’altra opzione interessante è costituita dalle Isole Canarie. I prezzi tendono a essere contenuti in estate e si possono seguire rotte interessanti tra le varie isole. Attenzione però non si parla di Mar Mediterraneo, la navigazione è pertanto raccomandabile principalmente a naviganti esperti.

Destinazioni più gettonate: dove le vacanze in barca low cost sono un’arte 

Le destinazioni più gettonate nel mercato delle vacanze in barca sono indubbiamente Ibiza, includendo i porti della zona di Valencia e Baleari, le Isole Eolie, la Costa Smeralda, Isole Ioniche e Incoronate, Punta Ala e Isola D’Elba, Santorini e Mykonos.

Anche qui è possibile navigare low cost. La precauzione che bisogna prendere è semplicemente collegata alle tempistiche di prenotazione. Prima si prenota più si risparmia. Per quanto riguarda le spese portuali invece c’è poco da fare. Ce ne sono alcuni le cui tariffe vengono rese pubbliche solo qualche mese prima senza possibilità di riduzione di prezzo. In Costa Smeralda addirittura, le tariffe si muovono secondo le leggi della domanda e dell’offerta, un pò come i biglietti delle linee aeree. In questi casi purtroppo l’unica maniera di  mantenere bassi i costi è quella di dormire alla rada il più spesso possibile.

Barca a motore vs Barca a vela 

Cattive notizie per gli amanti della velocità e dei grandi motori. Se si vuole risparmiare sulla vacanza in barca, la soluzione è una barca a vela.

Parlando di consumi, una barca a vela, indipendentemente dall’anno di costruzione e dalle dimensioni del motore, brucia molto meno combustibile che una barca a motore. Basta considerare che tra le imbarcazioni a vela più grandi che si possono noleggiare presenti sul mercato, i motori più grandi sono da massimo 100 cavalli. Si sta comunque parlando di imbarcazioni con allestimenti particolari, tipo ad esempio un Oceanis 50 Family. Di media i motori non vanno oltre i 70 cavalli per le barche fra i 45 e 50 piedi. Se invece ci spostiamo su una barca a motore, a secondo delle dimensioni parliamo di un consumo orario minimo di 40 – 50 litri per ora fino ad arrivare tranquillamente ai 100 – 120 litri orari.

Altro aspetto da tenere sicuramente in considerazione è che le barche a vela, a parità di dimensioni possono tranquillamente alloggiare più persone. Un equipaggio composto da più membri aiuta a ridurre i costi pro capite, dando la possibilità di trascorrere vacanze in barca low cost.

Accessori indispensabili per le vacanze in barca 

Una volta reperita la barca e stabilito dove andare a navigare, bisogna ancora pensare ad un’ultima cosa. Come passare il tempo?

Snorkeling. Ricorda di portare con te maschera e pinne. In estate il mare si risveglia e brulica di vita. Soprattutto nelle ore serali è interessantissimo vedere cosa si aggira sul fondo quando si naviga lontano da casa.

SUP e Canoe. E’ la maniera migliore per arrivare fino alla costa ed esplorarne gli angoli. Ultimamente sul mercato hanno preso molto piede le loro versioni gonfiabili. La disponibilità è talmente elevata che non è necessario acquistarli. In ogni porto sportivo sono ormai noleggiabili con facilità. Se noleggi una barca inoltre, le società armatrici le offrono come extra prenotabile.

Motore fuoribordo per il tender. ATTENZIONE, non sempre con le barche a noleggio il tender è provvisto di fuoribordo. Nel caso dei noleggi in esclusiva viene quasi sempre offerto come extra a pagamento, normalmente tra gli 80 e i 100 euro a settimana.

Internet a bordo. Esistono ormai una miriade di dispositivi che funzionano come ripetitori di segnale 4G ai quali è possibile connettere vari dispositivi. E’ vero che si va in ferie per staccare dalla vita di tutti i giorni, ma una connessione ad internet può tornare sempre utile per previsioni, stato d’occupazione dei porti e rotte raccomandate.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Numero di recensioni 0

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
  1. Buon giorno, siamo 4 adulti e 2 ragazzini di 13 anni e nel periodo dal 12 al 14 agosti saremmo interessati ad una mini vacanza in barca 

    avete delle proposte per noi?

    attendo nuove

    grazie

    • Ciao! Ad oggi non siamo ancora organizzati per questo tipo di richieste. Ma ti metto in contatto con un ns. referente che forse potrà aiutarti!

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.
Ultimi articoli

Tutto sui gavitelli: guida all’uso e alla scelta

Chi ha solcato diversi mari sa molto bene che...

Vernice Gelcoat per imbarcazione: scelta e applicazione per la verniciatura dello scafo

Anche oggi ci dedichiamo a un tema piuttosto delicato...

Pesca subacquea: tecniche e attrezzature da pro

Oggi vogliamo fornire una guida alla pesca in apnea...

Bottazzo: guida alla manutenzione e alla sostituzione

Chi in età adulta si avvicina per la prima...
Condividi