Come usare la cartografia nautica Navionics 2021

Immagina come sarebbe pianificare una lungo viaggio con la tua barca senza poter fare affidamento su nessun tipo di cartografia nautica. In mare non esistono segnali posti agli incroci e agli svincoli, e non esistono nemmeno i passanti lungo le strade ai quali chiedere informazioni, abbassando il finestrino. Senza una mappa, nemmeno le stelle, per assurdo, potrebbero venire in nostro aiuto. La cartografia nautica ci dà tutte le informazioni utili sulla conformazione della costa, sulla profondità del fondale, sulla presenza di scogli e di boe, sul posizionamento preciso dei porti e via dicendo.

Un tempo tutto questo era affidato alle sole carte nautiche cartacee, da affrontare con un bel po’ di pazienza, armati di compasso nautico e di portolano. Oggi le carte nautiche cartacee sono passate in secondo piano – anche se, come vedremo tra poco, non possono scomparire del tutto – per lasciare spazio alla cartografia elettronica. E di certo non mancano fornitori di carte elettroniche: Navionics, Garmin, C-Map sono i nomi che vanno per la maggiore – senza stare a sottolineare il fatto che Navionics è stata acquista dal colosso Garmin, a formare un vero e proprio colosso nel mondo della cartografia nautica e non solo.

Ma come si usa nel concreto la cartografia nautica digitale? Chi non ha mai usato delle carte nautiche elettroniche, di fatto, può sentirsi parecchio spaesato, e può avere delle difficoltà nell’avvicinarsi a questo strumento – sia questo installato su uno smartphone, su un tablet oppure su un GPS cartografico nautico. Per questo motivo oggi vogliamo fare un’introduzione all’uso della cartografia nautica digitale, prendendo come esempio gli apprezzati prodotti Navionics 2021.

Cartografia nautica e obbligo: cosa dicono le normative

Come è noto, il Codice Nautico prescrive un numero molto ampio di accessori e di strumenti obbligatori da avere a bordo della propria barca, in base alla distanza dalla costa in cui si intende navigare. Anche la cartografia nautica, da un certo punto in poi, è coinvolta in questi obblighi: parliamo nello specifico delle barche che navigano oltre le 12 miglia dalla costa, che sono per legge obbligate ad avere a bordo le carte nautiche relative alla zona di navigazione e gli strumenti di carteggio per poterle effettivamente utilizzare. La normativa prevede ovviamente la presenza di carte nautiche in formato elettronico, ma obbliga comunque i diportisti ad avere a disposizione anche un sistema ausiliario, pronto all’utilizzo in caso di guasto del primo.

Se quindi nella navigazione sottocosta le carte nautiche sono da considerarsi delle comodità e comunque degli strumenti utili per muoversi in modo sicuro seguendo una rotta pianificata, oltre le 12 miglia dalla costa diventano un vero e proprio obbligo.

I dispositivi GPS e la cartografia nautica

Se le carte nautiche diventano obbligatorie per la navigazione oltre le 12 miglia, il GPS diventa invece obbligatorio già a partire dalle 6 miglia. Noi di HiNelson sottolineiamo sempre che il dispositivo GPS – come le carte nautiche – è uno strumento molto utile anche per la navigazione sottocosta, per diversi motivi (per essere certi di non superare il limite, per mantenere la rotta, per calcolare i tempi, per avvicinarsi in modo efficace ai porti e via dicendo). In ogni modo, è altamente probabile che chi si avvicina per la prima volta al mondo della cartografia nautica elettronica sia interessato anche a un dispositivo GPS cartografico, e quindi – in termini molto semplici – di un GPS dotato di uno schermo in cui è possibile visualizzare le mappe nautiche di riferimento, con la comodità di vedere indicata la posizione esatta della propria barca.

L’importante, in questo caso, è assicurarsi della compatibilità tra il proprio dispositivo GPS ecoscandaglio e le carte nautiche elettroniche scelte. Nel caso delle carte Navionics la compatibilità è quasi universale, essendo le carte di questo marchio compatibili con la maggior parte dei modelli Lowrance, Raymarine, Humminbird, Simrad, B&G, Magellan, e via dicendo.

Pianificare il viaggio con lo strumento Chart Viewer di Navionics

Per prendere confidenza con la cartografia elettronica, ancora prima di comprare un plotter GPS per la propria barca – o ancora prima si scaricare una app sul proprio smartphone – è possibile capire di cosa si sta parlando e fare un po’ di pratica collegandosi al sito di Navionics, il quale mette a disposizione degli utenti uno strumento del tutto gratuito per pianificare i proprio viaggi e i propri spostamenti in barca. Parliamo dello strumento Chart Viewer, che di fatto catapulta in un attimo gli utenti nel mondo della cartografia nautica elettronica: quello che ci troviamo di fronte, semplificando al massimo, è lo stesso strumento che si userà poi in navigazione.

La differenza principale è solo una: qui non c’è il GPS, e dunque non c’è il posizionamento della barca. Questo perché il Chart Viewer è uno strumento pensato e realizzato per essere usato con il computer di casa, nei giorni e nelle settimana precedenti la crociera. O tutt’al più sul proprio tablet, in banchina, per rimandare nella testa la rotta che si vorrà seguire il giorno seguente. Qui ogni oggetto può essere selezionato con un click – o con un tocco – ed essere interrogato, per capire di cosa si tratta e per avere altre informazioni sul suo conto (si tratti di una boa, di uno scoglio e così via).

Ma cos’è che il Chart Viewer mette a disposizione degli utenti, nello specifico? Ebbene, questo strumento gratuito di Navionics, come anche le mappe nautiche digitali di Navionics da utilizzare sui dispositivi GPS nautici, è strutturato su tre livelli. Il primo livello è costituito dalle Carta nautica di base, che è di fatto una carta realizzata a partire dai dati cartografici ufficiali, integrati poi con altre informazioni di diversa provenienza. Il diportista può utilizzare questo primo livello – il più importante – per studiare i porti e le batimetrie, nonché le correnti, la conformazione della costa e i servizi presenti, potendo contare su migliaia e migliaia di aggiornamenti quotidiani (quelli di Navionics Parlano infatti di oltre 2.000 aggiornamenti quotidiani).

Il secondo livello è costituito dalla funzionalità Sonarchart, che permette di avere una visione precisa e puntuale della profondità dei fondali, con una risoluzione che, a volte, arriva fino a 50 centimetri. Tutto questo è possibile grazie all’elaborazione dei dati che Navionics raccoglie dagli utenti diportisti che accettano di mettere a disposizione i dati del proprio ecoscandaglio per arricchire le mappe. La mappa che si presenta in questo secondo livello è quindi una carta biometrica con un dettaglio eccezionale, perfetta per i pescatori – che avendo delle informazioni così precise possono trovare gli spot migliori per pescare determinate prede – ma anche per i diportisti che vogliono avere delle notizie affidabili in vista di un ancoraggio.

Da non perdere:   Pesca a casting: guida e consigli

Infine il terzo livello è quello dei Community Edits. Questo si basa sulle esperienze parallele fatte in tanti altri settori nel mondo web 2.0, con strumenti come Wikipedia, TripAdvisor che di fatto vengono nutriti e ampliati dagli stessi utenti, con informazioni che vengono via via corrette e affinate dal pubblico. Ecco quindi che Navionics ha creato questo terzo livello nelle proprie carte elettroniche, dando agli utenti la possibilità di condividere punti di interesse e aiuti alla navigazione. Le informazioni dei Community Edits sono spesso molto preziose: qui si scopre infatti la presenza di boe stagionali, di rampe, di ormeggi, di rocce affioranti che solitamente non si possono trovare sulle normali carte nautiche.

Utilizzando le informazioni presenti su questi tre livelli, è possibile pianificare il proprio viaggio già sul Chart Viewer, impostando un punto di partenza e un punto di arrivo, nonché eventuali way point. In questo modo è possibile scoprire la distanza tra un punto e l’altro, nonché avere una stima piuttosto fedele sul tempo di percorrenza e sul consumo di carburante (queste stime sono possibili dopo aver inserito in Chart Viewer i dati relativi alla barca dell’utente, in modo da affinare i calcoli). Oltre a tracciare manualmente la rotta, è possibile chiedere al Chart Viewer di impostare una rotta automatica, che sarà dunque la rotta più breve – considerando i vari ostacoli – tra un punto A e un punto B.

Questo strumento gratuito, come anticipato, permette di pianificare da casa le proprie escursioni e le proprie crociere, nonché di impratichirsi con le mappe nautiche Navionics, per imparare a tracciare le rotte, a interrogare gli elementi e a riconoscere i vari simboli. Durante la navigazione, però, è necessario affidarsi alle carte nautiche elettroniche vere e proprie, che possono essere installate sul plotter GPS della barca o, in caso di App, su un dispositivo mobile.

L’ipotesi app per la cartografia nautica: Navionics Boating

Fino a qualche anno fa sarebbe stato semplicemente impensabile poter consultare delle mappe nautiche elettroniche senza avere a propria disposizione dei dispositivi ad hoc, appositamente creati per supportare la navigazione. A partire dall’uscita del primo smartphone, e quindi del primo dispositivo mobile – accessibile a tutti – in grado di replicare le funzioni di un personal computer, tutto questo è invece divenuto possibile. Ed ecco quindi che Navionics, oltre a offrire le carte nautiche da scaricare su dispositivi GPS e su ecoscandagli, offre ai propri clienti anche l’App Boating, conosciuta semplicemente come Navionics Boating, che permette di fatto di accedere in mobilità alle carte nautiche Navionics.

Il concetto è piuttosto semplice: le varie mappe si acquistano con abbonamento annuale, con la possibilità di installare nella propria app di volta in volta la carta del Mediterraneo, quella dei mari norvegesi, la carte delle coste statunitensi e via dicendo. Ovviamente la possibilità è quella di avere, con una spesa ridotta, una mappa esaustiva per la navigazione, da consultare su smartphone o su tablet. Ovviamente non si sarà supportati dagli strumenti specifici che solo un ecoscandaglio GPS può offrire: tutto dipende, quindi, dalle proprie esigenze, e dal livello di informazioni a cui si vuol avere accesso durante l’attività di diporto o di pesca (dove in certi casi, ormai, l’ecoscandaglio è invece fondamentale).

Le mappe Navionics per Plotter GPS

Il prodotto principe e più completo di Navionics resta però quello destinato ai plotter GPS. L’utilizzo di base è identico a quello spiegato per il Chart Viewer gratuito, con la possibilità di accedere ai tre livelli – Carta Nautica, Sonarchart e Community Edits – durante la normale navigazione. Il tutto, ovviamente, potendo contare sulle informazioni aggiuntive fornite dal GPS ed eventualmente dall’ecoscandaglio.
Ma non è tutto qui: le mappe Navionics offrono delle funzioni avanzate estremamente utili. Si pensi per esempio alla funzionalità Autorouting, che permette di trovare automaticamente la migliore tra le rotte possibili tra due punti impostati dall’utente, con tutti i dati utili relativi a pericoli, fondali bassi, punti di interesse, servizi, numeri di telefono e canali per la Radio VHF marino.

Le carte elettroniche Navionics permettono inoltre di mappare delle zone in cui non sono ancora presenti dei dati: per conoscere tutto di una precisa area, di fatto, è sufficiente navigare in quel punto con la propria barca e il proprio ecoscandaglio, per veder così creare una carta precisa partendo da zero. È poi possibile personalizzare la visualizzazione delle mappe, mettendo in risalto le informazioni effettivamente utili per la propria navigazione, e ancora, sincronizzare il proprio plotter GPS Raymarine, Lowrance, Simrad o B&G con il proprio dispositivo mobile, trasferendo con facilità e rotte e marker tra l’app e il dispositivo.

Acquistando le mappe Navionics Platinum+, inoltre, è possibile accedere a una serie di funzionalità speciali, come la sovrapposizione satellitare, la visualizzazione 3D e le foto panoramiche. La sovrapposizione satellitare, di fatto, permette di avere l’immagine satellitare dell’area interessata accompagnata dai dati dettagliati circa le profondità dei fondali. La visualizzazione 3D è invece pensata per mettere in risalto le caratteristiche più importanti della costa, in modo da avere una maggiore consapevolezza dell’ambiente che si incontrerà e in cui ci si dovrà muovere, il tutto con la possibilità di ingrandire gli elementi sulla carta e di regolare punto di vista e inclinazione. La funzionalità foto panoramiche delle mappe Navionics Platinum+, infine, permette di entrare nei porti mai visti prima, pur avendo chiare in mente le loro caratteristiche, grazie, per l’appunto, a delle fotografie panoramiche che mostreranno tutti i dettagli, dai vari moli fino alle più piccole rampe.

Mappe Navionics+ e Navionics Platinum+: un esempio concreto

mappe navionics 2021

Ipotizziamo di voler acquistare una mappa Navionics per navigare nel Mediterraneo, e più nello specifico nel Mar Adriatico. La mappa alla quale rivolgersi potrà essere in questo caso la Cartografia Navionics Platinum Plus con supporto SD/Micro SD 5p271XL, che per l’appunto copre mare e coste da Trieste fino a Santa Maria di Leuca. Parliamo di una mappa Platinum +, compatibile con dispositivi Aplhatron, B&G, Humminbird, Lorenz, Lowrance, Onwa, Polar, Raymarine, Simrad, Seiwa, Si-Tex e via dicendo. Essendo Platinum Plus questa versione, oltre a quanto offerto dalla versione base, offre anche la sovrapposizione Satellitare con SonarChart Shading, il Relief Shading, la visualizzazione a tre dimensioni e le foto panoramiche.  Il tutto viene recapitato attraverso una schedina SD/MSD. Vuoi avere sempre a portata di mano, tutte le informazioni necessarie per rendere la tua navigazione più sicura, più efficiente e più divertente? Acquista le mappe Navionics dei mari che intendi solcare, e sfrutta al massimo le possibilità offerte dalla cartografia nautica!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi