Talisker Whiskey Atlantic Challenge 2021. L’Atlantico a remi.

E’ un periodo ricco di avventure da seguire per gli amanti del mare e delle imprese estreme.
Se da novembre siamo tutti concentrati sui solitari del Vendée Globe, impegnati nel giro del mondo senza scali e senza assistenza, da dicembre abbiamo tutti gli occhi puntati sulla nuova edizione dell’America’s Cup, dove l’impresa estrema è sicuramente legata alla tecnologia delle nuove barche che sembrano uscite da un videogioco.

Ma non è finita qui, perché in Atlantico si sta disputando una traversata su barche a remi: la Talisker Whiskey Atlantic Challenge. Un evento di canottaggio oceanico che copre 3000 miglia da est verso ovest con partenza da San Sebastian a La Gomera (Isole Canarie) fino ad Antigua, a cui vengono ammessi un massimo di 30 equipaggi, suddivisi tra solitari, doppio od equipaggio (da 3 a 5 persone).
La partenza viene data ogni anno a dicembre e le prime barche arrivano ad Antigua dopo circa 90 giorni – nel 2019 i primi impiegarono 86 giorni – con una velocità media di 2 nodi.

Una regata incredibile da seguire.
I canali social ufficiali della regata presentano infatti immagini che raccontano le giornate di questi impavidi canoisti oceanici, che durante la traversata alternano due ore di voga a due ore di riposo. Sono sempre esposti alle onde oceaniche ed al sole cocente, anche se hanno una piccola parte della canoa che permette un riparo.
Usano un secchio come toilette e solitamente perdono 12 kg di peso alla fine della traversata, consumando ogni giorno 5000 kilocalorie e bevendo un minimo di 10 litri di acqua al giorno.
Una resistenza fisica e mentale che, ad ascoltare chi l’ha affrontata, cambia la vita.

In gara, per l’edizione 2020, ci sono ben 21 team: 8 solitari, 2 in doppio, un trio (formato da 3 ragazze inglesi) e 10 canoe con 4 persone di equipaggio.
A partecipare sono persone preparate con dei percorsi atletici ben precisi, ma ci sono anche persone “normali” come i 4 del team Generation Gap, che hanno deciso di partecipare a TWAC durante un barbecue estivo, davanti a delle birre. Sono padre e figlia ed una coppia di fidanzati con una differenza di età di 31 anni tra il più anziano e il più giovane, da qui il nome Generation Gap.

Da non perdere:   Salone Nautico Genova 2022 | Cosa vedere e come organizzarsi

https://www.facebook.com/atlanticcampaigns/posts/1746334405527988

Gli imprevisti oceanici.
Durante una traversata oceanica in canoa, ovviamente, può capitare di tutto, anche di essere “speronati” da un Marlin.

In questa edizione è capitato a ben due equipaggi di essere scambiati per una preda o di trovarsi come terzi incomodi in una battuta di caccia di un Marlin con un tonno. La conseguenza è un bel buco nello scafo con rostro (la spada del pesce) annesso.
Nel primo caso l’equipaggio stava navigando tranquillamente quando un Marlin, probabilmente attratto dalla canoa che deve aver scambiato per una grossa preda, ha attaccato lo scafo conficcando la punta del rostro esattamente tra le gambe di un membro dell’equipaggio che stava riposando.

https://www.facebook.com/atlanticcampaigns/posts/1753523901475705

Qualche giorno dopo un altro equipaggio si è trovato tra un Marlin ed un tonno. La canoa è stata colpita più volte ed anche in questo caso il rostro ha bucato lo scafo, spezzandosi e fungendo da tappo.

https://www.facebook.com/atlanticcampaigns/posts/1754222978072464

In entrambi i casi gli equipaggi sono intervenuti con epossidica per sigillare la falla.

Come seguire la gara.
Grazie al tracking on line, alle foto pubblicate dai team e dalle due barche appoggio che seguono la flotta è possibile seguire in tempo reale la TWAC ed appassionarsi a questi vogatori oceanici che stanno vivendo una delle avventure più folli del mare.

Equipaggi impegnati in oceano ed in raccolte fondi.
La Talisker Whiskey Atlantic Challenge ha creato una piattaforma internazionale attraverso la quale gli equipaggi iscritti possono promuovere una raccolta fondi da destinare ad una causa che sta loro a cuore. Un bel modo per accostare un’impresa sportiva ad un’impresa sociale.
Dal 2013, anno della prima edizione, la Talisker Whisky Atlantic Challenge ha raccolto circa 11 milioni di euro per enti di beneficenza in tutto il mondo.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Laura Doria
Laura Doria
Mi chiamo Laura Doria e sono nata al mare, quindi raccontare storie ed incontrare i personaggi del mondo della nautica è qualcosa di naturale per me. Perché è sempre un grande privilegio scrivere della passione che punta la prua verso i grandi orizzonti blu.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Impianto d’Acqua a Bordo: consigli e soluzioni per una gestione efficiente

Risparmiare acqua: una parola d’ordine che dovrebbe vale sempre,...

Stereo Marini Velex: Innovazione e Qualità Accessibile

Gli stereo marini Velex stanno rivoluzionando l'intrattenimento sull'acqua grazie...

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
Condividi