Segnali dal Cielo Capire il meteo in mare con le nuvole senza strumenti

Segnali dal Cielo: Le nuvole

Continuiamo a parlare di  Meteorologia e, più precisamente, oggi ci occuperemo dei tipi di nuvola che puoi incontrare in mare, quali cambiamenti climatici preannunciano ed alcuni accortezza a carattere generale su questi fenomeni meteorologici. Una piccola guida per cominciare ad addentrarci in questo grande argomento che è la Meteorologia Marina.

Come sai ogni ora sul canale d’emergenza 16 viene annunciato su quali canali puoi sintonizzarti per ascoltare il bollettino meteo e gli avvisi ai naviganti. Oltre ad uno stuolo di App e servizi vari che puoi trovare nel mio articolo “10 App per navigare in tranquillità” oggi hai a disposizione il satellitare, il computer, la stazione meteo e chi più ne ha più ne metta. Ma se per caso non avessi più a disposizione tutti questi strumenti saresti in grado di sapere se una tempesta si sta avvicinando, se arriva la pioggia o se rimane il bel tempo? Se la tua risposta è no allora procedi con la lettura di questo articolo!

Scoprirai che, mano a mano che acquisisci esperienza come navigatore, il cielo ti regala dei segnali chiari su come interpretare ciò che ti circonda e che ti aiuteranno a capire cosa succederà “dopo”.

Ma partiamo dal principio e andiamo a conoscere il segnale principe, o meglio principessa, del meteo nel cielo, le Nuvole.

 

Tipologie di Nuvole

Le nuvole si suddividono in quattro categorie che sono nuvole alte, nuvole medie, nuvole basse e nuvole con crescita verticale.

Si identificano dalla forma. Uno strato è un insieme di nuvole lunghe e striate mentre un cumulo si riferisce ad un mucchio di nuvole. I Nembi sono le classiche nuvole che portano pioggia.

 

Nuvole alte

Le nuvole alte sono il Cirro, il Cirrostrato ed il Cirrocumulo.

Le nuvole alte si formano ad altezze comprese tra i 5km ed i 13km. A causa delle condizioni particolarmente fredde in cui si formano, tendono ad essere costituite principalmente da cristalli di ghiaccio, il che significa che non bloccano la luce solare.

 

Cirro

I cirri sono nuvole bianche e sottili che si estendono attraverso il cielo. In un breve lasso di tempo essi indicano bel tempo.

Al contempo però, in base alla loro velocità e direzione, possono fornirti un segnale che il tempo cambierà nelle prossime 24 ore ed in quale direzione si muoverà il fronte meteorologico.

Abbiamo parlato dei Fronti Meteorologici nell’articolo scorso Fronti Meteorologici ed eventi climatici associati”.

 

Cirrostrato

Il Cirrostrato è il tipico lenzuolo che copre il cielo nella sua interezza attraverso il quale puoi tranquillamente vedere sia il sole che la luna.

La loro comparsa indica un aumento dell’umidità entro le prossime 12-24 ore.

 

Cirrocumulo

Grossi gruppi di nuvolette bianche formano il cirrocumulo. Il loro aspetto è setoso ed il colore è bianco. Significa che il tempo rimarrà bello nel prossimo futuro.

Attenti però perché in alcune zone come i Tropici queste nuvole precedono spesso le tempeste tropicali o gli Uragani.

 

Nuvole Medie

Le nuvole medie sono Altostrati e Altocumuli.

Le nuvole medie si formano da 2km a 7km di altezza. Sono composti da acqua e, se fa abbastanza freddo, ghiaccio. Data al loro composizione bloccano quasi sempre la luce solare.

 

Altostrato

Nuvole grigie o blu che coprono tutto il cielo.

Indicano l’approssimarsi di una tempesta entro breve tempo e precedono un cambiamento climatico.

 

Altocumulo

Nuvole bianco-grigiastre che come gli altostrati. Appaiono come nuvolette be separate tra di loro ma molto vicine.

La luce del solo non riesce a penetrarli e, se presenti nel cielo mattutino indicano un temporale a breve.

 

Nuvole basse

Le nuvole basse sono lo Strato, lo Stratocumulo e il Nimbostrato

Le nuvole basse si formano sotto i 2km di altezza. Sono composte da acqua e, se fa abbastanza freddo anche da neve. Bloccano la luce solare e portano precipitazioni e vento.

 

Strato

Nuvole spesse e basse che si formano quando la nebbia comincia a sollevarsi dal suolo.

Assomigliano sempre alla nebbia e spesso portano pioggia o neve leggera.

 

Stratocumulo

Nuvole senza una forma precisa ma basse e di colore grigio.

Non pioverà ma l’umidità salirà di molto. Tendono a creare delle macchie o delle file per buona parte del cielo.

 

Nimbostrato

Nuvola di pioggia grigia e gonfia. In mare è quella nuvola che ti passa sopra lavando te e la barca.

 

Nuvole ad espansione verticale

Parliamo del Cumulo e del Cumulonembo

In mare sono le nuvole peggiori da vedere e sono proprio quelle da cui bisogna guardarsi. Hanno una base che rimane bassa sul livello del mare ma che può arrivare sino a 15km di altezza.

 

Cumulo

Gli americani le chiamano “balle di cotone”, noi “Spumoni di panna”. Se la loro crescita verticale è pressoché nulla ed il colore rimane bianco permarrà il bel tempo.

Sono nuvole da tenere d’occhio in quanto la loro trasformazione può avvenire senza o con poco preavviso.

 

Cumulonembo

Un cumulo cresciutello. Come dicevo poco sopra i cumulinembi sono cumuli che stanno subendo una crescita verticale. Prendono spesso la tipica forma ad incudine che li contraddistingue. Proprio l’incudine ti dirà dove si sta dirigendo questa nuvola che può diventare un vero mostro.

Aspettati vento forte e pioggia, fulmini, grandine, tornado. Il peggio insomma.

 

Ecco una tabella riassuntiva che puoi stampare, plastificare e tenere in barca a portata di mano per imparare a identificare le nuvole.

 

Interpretare le nuvole

Ora che sappiamo quante e quali nuvole possiamo incontrare sulla nostra rotta bisogna che impariamo ad interpretare i segnali del Cielo, che è forse una delle prime cose da imparare da chi va per mare. Velocità, direzione e forma ti diranno cosa succederà a breve e come dovrai comportarti in barca.

Dato che in città non abbiamo bisogno di sapere che tempo farà basandoci sul cielo, l’abilità di comprendere cosa ci dicono le nuvole è irrilevante. Ma in mare è tutto un altro paio di maniche.

Posso però affermare che non è così difficile imparare a leggere il cielo e questa è senz’altro una buona notizia per te. Se non ci sono nuvole vuol dire che il tempo è bello. E questa è la prima regola!

Da non perdere:   Navigare in Ionio in barca a vela - Rotta nautica da Catania a Siracusa e dove ormeggiare

Ma bando agli scherzi e riassumiamo come identificare una nuvola.

Riesci a vedere il sole o la luna attraverso la nuvola? Se puoi farlo allora le nuvole sono in alta quota. Se le nuvole sono compatte sussiste la possibilità che possa arrivare maltempo domani o dopo. Quando le nuvole non sembrano muoversi è un fronte che si sposta lentamente e probabilmente non arriverà prima di un giorno. Se sembrano muoversi, allora il cambiamento del tempo sarà più veloce. La direzione in cui viaggia la tempesta è la stessa della direzione che hanno le nuvole.

Non riesci a vedere attraverso le nuvole? Allora le nuvole che stai osservando sono a media o bassa quota. Stanno coprendo tutto il cielo? Sono nuvole di media altitudine. Sono di color grigio blu o sono montagnole bianche? Se la risposta è affermativa sono nuvole a bassa quota e allora potrebbe piovere a breve.

Se al momento dell’osservazione le nuvole basse sono pannose e bianche allora il tempo è ok. Quando le nuvole mostrano una crescita verticale è meglio cominciare ad allontanarsi perché potrebbero diventare violenti temporali o peggio.

 

Consigli su come interpretare il meteo locale

Venti. Tieni sempre d’occhio la direzione del vento e, se il vento muta aspettati un cambiamento nelle condizioni meteo marine. Ricorda che i venti possono portare sia bel tempo che brutto tempo quindi cerca di collegare altri indicazioni quali quelle del barometro, le nuvole e come vedremo più avanti, cambiamenti nel comportamento degli animali.

Tempeste lontane. In mare c’è quasi sempre qualche nuvoletta e spesso puoi vedere i contorni di tempeste lontane. Per determinare la loro direzione controlla la direzione del vento. Le grosse tempeste tendezialmente si muovono in maniera circolare può capitare che cambino direzione improvvisamente.

 

Profumo di mare. L’aumento dell’umidità porta ad un aumento del profumo di mare. Se in una giornata trovi che il mare ha un odore molto più forte del solito può significare pioggia imminente.

Aloni e Corone. Gli oggetti celesti come il sole, la luna e le stelle sono belli da vedere ma hanno anche la capacità di evidenziare l’umidità nell’aria. Se l’area sfocata intorno ad un corpo celeste è grande si chiama alone mentre un piccolo chiarore viene chiamato corona. Solitamente predicono pioggia e l’intensità del chiarore è indicativo di quanto tempo potrà impiegare la pioggia ad arrivare.

Cambiamenti di pressione

La pressione è un grande indicatore di cosa avverrà a breve. Il bel tempo è una zona di alta pressione viceversa il brutto tempo è una zona di bassa pressione. Il vento passa da una zona di alta pressione ad una di bassa e per questo ciò che si trova in mezzo ai due fronti verrà spazzato da un vento più o meno forte. Per misurare la pressione è necessario il  barometro. Se ne vuoi sapere di più leggi  Fronti Meteorologici ed eventi climatici associati”.  Al diminuire della pressione seguirà un peggioramento del tempo. Se la pressione cade repentinamente scappa più veloce che puoi.

Se non hai un barometro ma hai un osso rotto puoi avvertire il cambiamento di pressione fra l’esterno e l’interni dell’osso. Fa male ma funziona! Meteoropatia…

 

Animali domestici

Io che navigo con due gatti so di cosa parlo. Prima che il tempo cambi gli animali lo avvertono e te lo comunicano tramite tutta una serie particolare di comportamenti. L’anno scorso prima di una tempesta particolarmente violenta i gatti hanno accusato un brusco abbassamento di pressione e subito dopo è arrivato il vento. In generale ecco a cosa devi stare attento se non hai gatti a bordo.

Se sei fuori in barca e vedi un alto numero di uccelli marini come gabbiani, fregate, cormorani, uccelli vari, questo è un segno che l’acqua sarà calma, poiché tutti questi uccelli sanno quando arriva il brutto e cercano rifugio per tempo. Se un uccello si posa sulla tua barca e non stai facendo una traversata lunga sta cercando riparo.

I delfini possono viaggiare anche per lunghe distanze sotto la tempesta ma i loro cugini più piccoli non amano il brutto tempo e se noti branchi di focene che si dirigono verso baie riparate attento alla tempesta che arriva!

Ragnatele. Un antico detto dice che se hai un ragno in barca devi essere contento perché la barca è sana. Non so se è vero ma di sicuro le loro ragnatele possono essere un buon strumento indicatore. Se il ragno è nascosto potrebbe arrivare vento mentre se è al centro sarà bello almeno per un pò.

 

Sii vigile!

Ogni luogo ha un suo sistema meteo e tramite l’osservazione di ciò che ti circonda diverrai sempre più consapevole di quale sarà il tempo anche senza ascoltare il bollettino meteo. L’importante, come in tutte le cose è diventare un buon osservatore per imparare a discernere i segnali che il cielo ed il mare ci regala ogni giorno.

Dopo aver previsto il brutto tempo grazie alle nuvole non dimenticarti però di preparare la barca al brutto tempo!

 

E dopo tutto questo parlare di pioggia e vento sei sicuro di avere l’abbigliamento giusto?

[ps_product_list id_product= 5469]

 

Guarda su HiNelson Acedemy in Youtube il nostro tutorial su come usare l’App Windy per sapere le previsione di vento dei prossimi giorni e molto di più

 

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 3.1 / 5. Numero di recensioni 8

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Impianto d’Acqua a Bordo: consigli e soluzioni per una gestione efficiente

Risparmiare acqua: una parola d’ordine che dovrebbe vale sempre,...

Stereo Marini Velex: Innovazione e Qualità Accessibile

Gli stereo marini Velex stanno rivoluzionando l'intrattenimento sull'acqua grazie...

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
Condividi