Scegliere il generatore eolico per la barca

Essere energicamente autonomi è il sogno di un sacco di diportisti. Per risparmiare, per inquinare meno, e ovviamente per avere maggiore autonomia, in qualsiasi situazione, durante gli spostamenti come in marina. E proprio per raggiungere questi motivi negli ultimi anni, fortunatamente, le barche sono andate arricchendosi di dispositivi che permettono di produrre dell’energia elettrica senza l’ausilio del motore, perlomeno per qualche piccola utenza. Parliamo ovviamente dei pannelli fotovoltaici per la barca, degli idrogeneratori nonché dei generatori eolici. Si tratta di dispositivi particolarmente amati dai velisti dall’animo green, che però possono fare la felicità anche di chi si sposta a motore. Ma come scegliere il generatore eolico per la barca? Se infatti è vero che i pannelli fotovoltaici sono entrati nella nostra normale quotidianità, con molte persone che possono contare su un buon impianto fotovoltaico domestico, i generatori eolici rimangono ancora oggi qualcosa di “eccezionale”. Vediamo quindi come funzionano e come sceglierne uno per la propria imbarcazione.

Generatore eolico per barca: come funziona?

Prima di vedere come scegliere un generatore eolico per la barca, e quindi prima di andare sul tecnico, vediamo un po’ di teoria, per capire come funzionano le turbine eoliche in generale. Questi dispositivi, in estrema sintesi, sono costituiti da un alternatore, per molti aspetti simili a quello che troviamo collegati ai nostri motori. La differenza è che, laddove l’energia negli alternatori classici viene trasmessa dalla cinghia, e quindi dal motore, qui viene trasmessa invece dalle pale, e quindi dal vento. Messa così la questione è abbastanza semplice, no? Il risultato è la creazione di corrente alternata che, per essere utilizzata sulla barca, deve essere regolata e trasformata in corrente continua: da qui la presenza, nella maggior parte dei generatori eolici per barca, di un regolatore di tensione, così da non rischiare di danneggiare le nostre preziose batterie a bordo.
Tutti i generatori eolici funzionano in questo modo. Ce ne sono però di più o meno potenti, di più pesanti e di più leggeri, di quelli con le pale grandi o con le pale piccole, e via dicendo. Vediamo quindi come scegliere il generatore eolico per la barca.

Scegliere il generatore eolico per la barca

Partiamo dal prezzo del generatore eolico per la barca, il qual è ovviamente la conseguenza più o meno proporzionale di tutte le sue caratteristiche tecniche. In linea di massima il prezzo di queste turbine per energia eolica si aggira tra i 150 euro dei modelli più economici e i 2.000 euro per quelli più potenti. In base a quali criteri effettuare la propria scelta? Le considerazioni sul budget devono essere fatte partendo da due aspetti: prima di tutto da quanto si è disposti a spendere, e in secondo luogo da quali sono le proprie esigenze. Spendendo poco o pochissimo si avranno infatti dei generatori eolici che, pur girando a mille, riusciranno a produrre una quantità di energia risibile. Il primo criterio da prendere in considerazione è quindi la potenza, e quindi la quantità di energia prodotta in base alla velocità del vento.
Ma non è tutto qui: parliamo infatti di un generatore di energia eolica che, anziché essere installato in campagna, se ne sta installato in barca. Ecco allora che la turbina deve essere costruita con dei materiali che non risentono delle minacce dell’ambiente marino, dovendo resistere non solamente al sole e alla pioggia, ma anche alla salsedine. La turbina non deve poi avere problemi con nessun tipi di vento: questo vuol dire che deve essere in grado di produrre una discreta quantità di energia anche quando il vento soffia piano, al di sotto dei 10 nodi, così come deve essere in grado di resistere anche quando non si parla più di brezze, quanto invece di venti forti o persino di burrasche.
Infine, non dovrebbe fare rumore, o meglio, dovrebbe fare il meno rumore possibile, avvicinandosi alla silenziosità di esercizio. Lo svantaggio dei generatori eolici rispetto ai pannelli fotovoltaici è infatti spesso la loro rumorosità, ovvero il sibilare della pale che girano veloci.

Da non perdere:   Come verniciare una barca in legno

L’output della turbina

Abbiamo visto che la potenza del generatore eolico per barca è uno dei principali aspetti da tenere in considerazione quando si acquista una turbina. Ma cosa dobbiamo guardare nello specifico? Non dobbiamo di certo concentrarci unicamente sul dato della potenza massima erogata, il quale può essere perfino fuorviante. Il dato della potenza massima erogata indica infatti la quantità di energia che viene prodotta nel momento in cui il vento soffia forte e veloce, seppur non abbastanza da mettere a rischio la tenuta delle pale: parliamo quindi genericamente di un vento compreso tra i 25 e i 30 nodi! E si sa, nei nostri mari, soprattutto nei periodi di maggiore utilizzo della barca, e quindi in estate, i venti sono a regime di brezza, lontanissimi quindi dalle condizioni per avere una potenza massima di erogazione! Per scegliere il generatore eolico per barca è quindi bene sapere anche quanta potenza verrà generata a 10, a 15 e a 20 nodi, andando a leggere i grafici relativi all’erogazione della patente. Si potrà così scoprire, per esempio, che un buon generatore eolico riesce a generare a 15 nodi circa 7 ampere a 12 Volt; e che lo stesso generatore, a 10 nodi, ci dà più di 2 ampere a 12 Volt, il che sarebbe sufficiente per sopperire al fabbisogno energetico di un frigorifero da barca.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.2 / 5. Numero di recensioni 9

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.
  1. Argomento energetico di attualità e coinvolgente per chi come me ha un imbarcazione con a bordo 3 pannelli solari n°2 da 175 w cadauno e 1° da 100 w e con pensiero ad un eolico da max 400 w per poter recuperare spazio.Sono perplesso sui costi perché è si vero che una buona turbina eolica deve soddisfare: durata agli agenti , silenziosità e che produca energia anche a < di 10 nodi di vento . In mercato è presente la turbina Silent che per una potenza di circa 400 w costa intorno a 2000€.

    • Buongiorno Luigi, prima di tutto complimenti per la dotazione solare della tua barca. Il capitolo prezzi, per quanto riguarda le turbine eoliche, è in veloce evoluzione: sicuramente in un futuro vicino i prezzi si abbasseranno, per rendere questa tecnologia sempre più accessibile

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Impianto d’Acqua a Bordo: consigli e soluzioni per una gestione efficiente

Risparmiare acqua: una parola d’ordine che dovrebbe vale sempre,...

Stereo Marini Velex: Innovazione e Qualità Accessibile

Gli stereo marini Velex stanno rivoluzionando l'intrattenimento sull'acqua grazie...

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
Condividi