Navigare in Adriatico in barca a vela – Rotta Nautica da Trani a Bari e i porti dove ormeggiare

Rotta Nautica da Trani a Bari

Nello scorso articolo dedicato alla Rotta Nautica dal Porto di Vieste a Trani abbiamo raggiunto la posizione 41° 16’48″N e 16° 25’16″E.  In questo articolo partiamo da Trani e approdiamo a Bari, una delle più belle città in Italia quanto a storia.

Già da  Vieste le condizioni Meteo-marine subiranno un sostanziale cambiamento e  saranno ancora migliori..

 

Porto di Trani – Puglia

Per conoscere lo storico porto di Trani ti rimando al mio articolo precedente Rotta Nautica da Vieste a Trani.

Rotta Nautica Trani Ormeggio Posto Barca

 

Esci da Trani tranquillamente seguendo il molo S. Antonio. Se hai bisogno di carburante approfitta dei due distributori presenti in porto. Doppia il fanale rosso e procedi in direzione Sud. Non avvicinarti troppo sotto costa dato che i fondali sono rocciosi e ogni tanto c’è qualche scoglio che può arrivare ad 1 metro solo, quindi uscendo metti come sempre qualche miglio fra te e la costa. Anche qui radar acceso ma attento alle nasse dei pescatori.

 

Rotta nautica in Alto Adriatico per Bari

Procedi in direzione Est Sud-Est, bussola su 110°, se hai intenzione di navigare di notte mantieniti sempre largo per evitare la maggior parte dei pericoli. Attento come già detto alle reti dei pescatori che non sempre sono ben segnalate. Tieni gli occhi ben aperti perchè sono uno strumento insostituibile in mare!

 

Questa rotta ci porterà da Trani a Bari. Percorriamo circa 25 miglia nautiche. La costa è bassa e pianeggiante. Bari la riconoscerai a causa di una grossa antenna televisiva e, in inverno, per la presenza di una grossa ruota panoramica bianca. Attento durante l’avvicinamento perchè in alcuni punti i fondali sono bassi anche a distanza.

Per avere un’idea di che tempo farà esistono alcuni segni premonitori. Se il Gargano si vede particolarmente bene aspettati Scirocco, se al contrario sono coperti le probabilità che arrivi vento da Nord o da Sud Ovest è molto alta. Se le nubi sono nere e vedi dei lampi arriva la Bora. Foschia uguale a Sciroccco. Se nel porto le acque sono basse spesso indica buon tempo.

Usa Windy App per sapere quali condizioni ti aspettano e guarda il VIDEO per imparare ad utilizzarla al meglio QUI. Ricorda di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson!vv

 

Prima di partire ispeziona bene la barca e assicurati che sia tutto in ordine. Controlla bene le sentine che siano pulite e non bagnate. Se le sentine sono bagnate assaggia l’acqua per stabilire se è acqua di mare oppure no. Nel caso sia acqua di mare potresti avere un problema. Se è acqua dolce nel 99% dei casi è acqua che arriva dall’albero. Io mantengo sempre a bordo inoltre due taniche da 22 litri di gasolio, circa 45 litri, posso così contare su circa 12 ore aggiuntive di navigazione a motore.

Come sempre assicurati di possedere le carte delle zona (che in Italia sono Obbligatorie) e il Portolano, indispensabile se non conosci la zona e nella scelta del porto dove atterrare. Se hai intenzione di fermarti in una marina lungo la rotta chiama prima di partire che il Marina od il Porto in cui vuoi approdare ed accertati che abbiano posti di transito liberi.

La nostra check-list di cose da controllare prima di partire; previsioni meteo tramite VHFCambusarizzaggio delle provviste ottimale, equipaggiamento in ordineSentine, predisposizione attrezzatura di sicurezza a portata di mano.

Scrivi la tua checklist e tienila a portata di mano mentre lasci l’ormeggio!

Il primo approdo che incontreremo in navigazione sarà

 

Bisceglie: come ormeggiare

Una grande diga di sopraflutto preannuncia questo porticciolo prevalentemente peschereccio. Per entrare dovrai aspettare che questa termini e, una volta in prossimità della fine, virare a dritta passando tra i fanali verde e rosso. All’interno troverete due pontili per il diporto, uno dei quali gestito dalla Lega Navale.

A circa 1.5 miglia dal porto in direzione Est, all’altezza circa della zona artigianale stai attento per la presenza di una piattaforma ittica semisommersa. Di notte è segnalata da un lampeggiante giallo. Inoltre troverai molte boe non segnalate sia fuori che dentro il porto. Una volta entrato attento allo scoglio “La Cassa” al centro del porto.

Ridosso da I, III e IV Quadrante. Attento al Greco in entrata. Posti barca 500. VHF canale 74. Fondo da 2.2 metri a 3 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua e luce, servivi igienici, cambusa, scivolo, scalo d’alaggio, gru, riparazioni.

 

Molfetta: disponibile anche per rimessaggio

E’ un porto ben protetto. La diga antemurale e il molo foraneo sono completamente banchinati. All’interno troverai un altro molo, il Molo Pennello. Vi è un’area in costruzione quindi tieniti a distanza. Al centro del porto è presente una secca segnalata da una boa verde. Anche qui fai attenzione.

Da non perdere:   Come si gestisce l’acqua a bordo per una Traversata Atlantica? Andrea e Camilla Oceano Atlantico

Ridosso da II e III Quadrante. Attento al vento da Nord Est in entrata. Posti barca 200 ma con lunghezza massima di 12 metri. VHF canale 14/16. Fondo da 2.1 metri a 4.8 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua, cambusa, scivolo, scalo d’alaggio, rimessaggio, riparazioni.

 

Giovinazzo: come ormeggiare

Anche qui troverai un piccolo porto peschereccio protetto da due moli.

Ridosso da II e III Quadrante. Attento a Maestrale e Greco in entrata. Posti barca 5. VHF canale 16. Fondo da 0.5 metri a 2.3 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante ma in città, acqua, cambusa in città, scivolo, scalo d’alaggio, gru, riparazioni.

 

Santo Spirito: posto barca disponibile

Un bel porticciolo sicuramente ben protetto. Due moli banchinati e diversi pontili galleggianti gestiti da altrettanti circoli nautici. Due barriere frangionda e uno scoglio affiorante a cui stare attento. Se non conosci la zona l’entrata diurna è consigliata.

Ridosso da I, III e IV Quadrante. Attento a Tramontana, Greco e Levante in entrata. Posti barca 230. VHF canale 16. Fondo da 1 metri a 4 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante in città, acqua e luce, cambusa, scivolo.

 

Palese: divieto di ormeggio

Palese è bellino ma ha un grosso problema. Oltre ad essere piccolo i fondali non superano il metro e mezzo in entrata ed il metro in banchina. Esiste un divieto di accesso alla barche con pescaggio superiore a un metro. Offre un buon ridosso ma Attento allo Scirocco in entrata.

I Servizi comprendono distributore di carburante in paese, fontanella, cambusa.

 

Bari: ormeggiare con tutti i servizi

A Bari puoi decidere se entrare al PORTO NUOVO o al PORTO VECCHIO.

 

Il Porto Nuovo è veramente enorme. E’ protetto da due moli foranei completamente banchinati, il Nuovo Molo Foraneo e il molo S. Cataldo. Prettamente commerciale è possibile ormeggiare alle banchine della Lega Navale presso la Darsena vecchia oppure lungo il Nuovo Molo previa autorizzazione della Capitaneria. Ormeggiare qui significa però percorrere a piedi un lungo tratto prima di arrivare in città. E’ presente anche il CUS, Centro Universitario Sportivo, ma devi essere socio per poter ormeggiare.

Ridosso da Libeccio e Mezzogiorno. Attento a Greco e alla risacca che può danneggiare anche seriamente la barca se troppo vicina al molo. Posti barca totali 430. VHF canale 16. Fondo da 3 metri a 10 metri.

I Servizi che troverai sulle varie darsene sono vari e tutti comprendono distributore di carburante , acqua e luce, cambusa, servizi igienici, scivolo, gru fisse e mobili di varie portate, travel lift, rimessaggio, riparazioni di tutti i tipi.

 

Troverai il Porto Vecchio appena passato il Porto Nuovo. Se procedi parallelamente al molo S. Antonio stai attento alla secca del Monte la cui cima rocciosa è appena 50 centimetri al di sotto del livello dell’acqua.

A protezione del Porto troverai un molo Foraneo, il S. Antonio ed una scogliera frangiflutti su cui è posizionato il fanale rosso di entrata.

 

Al centro del Porto troverai il Molo S. Nicola. Qui il Circolo Barion ed il Circolo della Vela possono accogliere fino a 230 barche da 12 metri.

Ridosso da Scirocco ma come in tutta questa zona attento al Greco in entrata. Posti barca 230. VHF canale 11/16 per parlare con il Master Harbor Antonio. Fondo da 0.5 metri a 2.5 metri.

I Servizi comprendono distributore di carburante, acqua e luce, servivi igienici, cambusa, scivolo, scalo d’alaggio, gru, riparazioni.

Mi è capitato di fermarmi al Circolo Barion per circa tre settimane e devo dire che oltre alla splendida accoglienza Bari è una città che sa dare tanto. Il luogo è ottimo per le esplorazioni. Bari Vecchia dista 5 minuti da Porto Vecchio. Comprate la pasta fatta in casa e non lasciatevi scappare i Panzerotti che dovrebbero essere dichiarati Patrimonio dell’umanità. Attenzione perchè approdare a Bari significa innamorarsi!

 

Per qualunque informazione puoi chiamare l’Ufficio Circondariale Marittimo al n. 080.9303105

 

Ecco cosa può esserti utile su questa rotta.

[ps_product_list id_product= 3302]

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 1 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.
  1. Gentilissimo Fabio, sto leggendo con molto interesse i tuoi appunti e consigli sulla navigazione a vela in adriatico e sopratutto sulle tratte da Porto Levante a Brindisi.
    Se posso vorrei un consiglio sul programma di navigazione che abbiamo previsto di fare nel mese di Marzo ( di preciso dal 09 marzo) da Brindisi a Chioggia con una barca di 9.90mt First 31,7-lo skipper e’ preparato ma non conosce bene questa costa italiana. Avremmo previsto delle tratte giornaliere di circa 50miglia–con soste a Polignano a Mare-Trani-Vieste-Termoli-Pescara-S.Maria a Mare-Senigallia-Cervia-Porto Garibaldi-Chioggia
    Lo skipper e’ valido pero’ secondo me troppo fiducioso sull equipaggio..
    Secondo te e’ fattibile sto percorso- viaggiando solo di giorno dall’alba al tramonto?
    Grazie per una gentile risposta- Igino Trecco

    • L’itinerario è ben studiato e fattibile navigando per una media di circa 50 nm per ogni tappa.
      Tenete conto che per il tipo di barca e le eventuali condizioni che di giorno in giorno incontrerete, la vostra media di velocità potrebbe non essere sempre quella ottimale ( 6,5/ 7 Knt) quindi le ore di navigazione stimate possono variare tra le 7 e le 10 ore. Quindi programmate sempre molto bene gli orari di partenza se non volete correre il rischio di navigare con condizioni di poca luce ed affrontare l’ingresso nel porto di arrivo dopo il tramonto. Assicuratevi anche di avere il posto barca in transito prenotato e che ci sia l’assistenza all’ormeggio e gli orari di servizio del marina ( consiglio di prenotare preventivamente i porti delle varie tappe).

      Lungo la vostra rotta avete anche per quasi tutti i tratti diverse alternative di approdi che in caso di evenienza vi permettono di variare il programma. Fate quindi anche un indagine in merito a disponibilità e servizi di porti alternativi a quelli stabiliti. Per ultimo ho notato che la tappa Cervia / Porto Garibaldi è di circa 30 nm quindi potete anche considerare, se le condizioni lo permettono di dirigere direttamente su Chioggia, saltando la sosta a Porto Garibaldi. Una giornata con meno ore di navigazione resta comunque consigliata.

      Buon Vento!

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
00:03:52

Come si gestisce l’acqua a bordo per una Traversata Atlantica? Andrea e Camilla Oceano Atlantico

In questo video di preparazione alla loro traversata atlantica,...

Season Finale le Offerte HiNelson: Una Rassegna Cinematografica con Protagonisti Inaspettati

Benvenuti nel mondo di HiNelson, dove gli accessori nautici...
Condividi