Mi Compro la Barca Tartan 4300

Mi compro la barca. Quante volte te lo sei detto? E a seguire giorni passati a cercare il modello migliore per le tue esigenze. Con il modello Tartan 4300 della Tartan Marine continuiamo la nostra serie di articoli dedicati alle imbarcazioni più richieste sul mercato nautico. Insieme scopriremo chi le ha disegnate, quale tecnologia è stata utilizzata per costruirle e quali innovazioni hanno potuto portare al settore nautico. Come si comportano in mare, quali attrezzature hanno a disposizione. Una visita guidata virtuale un modello alla volta per scoprire pregi, difetti e i lavori indispensabili da eseguire una volta comprate.

Ogni barca ha una storia alle spalle ed oggi raccontiamo la nascita della…

 

Tartan 4300

La barca a vela

Disegnata da Tim Jackett per Tartan Marine. Le linee dello scafo che sembrano uscite dagli anni Sessanta, l’hard top ribassato sul pozzetto, ampi spazi sottocoperta e dettagli curatissimi fanno di questa barca un nuovo grande classico. Sotto le fattezze retrò Tartan ha applicato tutte le tecniche costruttive maturate in più di cinquanta anni di esperienza. La sicurezza, come l’estetica, è al top.

Scafo lungo e sottile per una grande stabilità,  albero e boma in carbonio estremamente rigidi e robusti. Come vedremo più avanti una delle caratteristiche dei Tartan consiste nella possibilità di creare un interno meraviglioso pur mantenendo ottime prestazioni. Baricentro più basso della maggior parte delle barche da crociera della stessa misura che migliora le prestazioni e la maneggevolezza.

Ottima barca per decidere di passarci un’estate o anche periodi più lunghi. Nel complesso è un’imbarcazione che fa la sua figura ovunque la si voglia mettere.

 

Il Cantiere: opinioni

Una storia di prestazioni, qualità e artigianalità. Questo l’incipit di Tartan Marine. Si può dire che dal momento in cui Tartan Marina ha cominciato a lavorare ha voluto produrre poche barche ma ha sempre spostato l’astina della qualità una tacca più in là ad ogni modello. Barche non certo per tutti dato l’alto costo ma di fatto lussuose oltre che sicure e facili da portare in ogni condizione.

 

Il primo Tartan viene lanciato sulla scena degli yacht a vela nel 1960, con Charlie Britton al timone. Questa barca è il risultato di una collaborazione con il rinomato studio di design di Sparkman e Stephens, e il costruttore Douglass e McLeod di Grand River, Ohio. Charlie sviluppa così il primo modello dell’azienda, il Tartan 27.

Come molti in quel periodo la neonata Tartan Marine predilige la VTR artigianale al posto del classico legno. I successivi Tartan 34 e il Blackwatch 37 sono barche decisamente all’avanguardia. Per soddisfare le crescenti esigenze produttive, l’azienda ha aperto un secondo stabilimento produttivo a Hamlet, Carolina del Nord.

 

Continuando questa evoluzione negli anni Settanta, Tartan ha continuato ad espandersi e sviluppare nuovi modelli, ciascuno un successo a sé stante. In particolare il Tartan 37, il Tartan 41 e il Tartan Ten si fanno presto conoscere nel campo delle regate nord Americane.

Il tartan subisce molti cambiamenti nei primi anni ottanta ad opera di John Richards e Jim Briggs i quali raccolgono il testimone che Charlie vuole lasciargli. Tim Jackett entra nella squadra e, grazie ancheal  team di progettazione interno del Tartan, crea il Tartan 31 e il Tartan 372; entrambi furono i vincitori del World Boat of the Year nei primi anni di tali concorsi.

Dopo la grande recessione degli anni Ottanta Tartan consolida la sua produzione nella sola fabbrica di Grand River, Ohio. Mentre il comparto nautico si sta riprende durante gli anni Novanta Tartan continua ad investire in nuovi stampi e progetti, affermando ulteriormente il marchio come leader nel settore delle barche a vela. Notevoli aggiunte alla linea includono il Tartan 3500 e il Tartan 4100.

Il 4100 continuò ad essere il progetto più prolifico della storia del Tartan. Il successo di questi nuovi modelli richiede una struttura produttiva più ampia e la società si è trasferisce a Fairport Harbor, ove risiede ancora oggi. Tartan acquisisce il marchio C&C alla fine degli anni Novanta e inizia lo sviluppo di numerosi nuovi modelli sotto il nuovo brand. Mentre Tartan continua ad evolversi come cruiser ad alte prestazioni, C&C offre una maggiore concentrazione sull’aspetto regatistico. Verso il 2010 Tartan cede il marchio tornando a concentrarsi sulle sue lussuose barche da crociera.

Oltre al continuo sviluppo di nuovi modelli, Tartan ha anche perfezionato i suoi processi di produzione e sviluppato nuovi materiali di alta tecnologia, tutti volti a migliorare la sua produzione. La sua costruzione composita si è evoluta dalla tradizionale laminazione a mano umida agli attuali laminati infusi costituiti da rinforzi in vetro ad alta resistenza e resina leggera infusa sotto vuoto con resina epossidica di vinilestere modificata. Il tartan include di serie anche alberi in fibra di carbonio insieme ad innovazioni di rig come il CCR (Cruise Control Rig). Tutte le nuove funzionalità mirano a fornire grandi prestazioni, facilità d’uso e maggiore sicurezza.

 

Nonostante la crisi globale del 2008 Tartan continua ad offrire modelli nuovi e innovativi. Gli anni 2000 hanno visto l’introduzione del Fantail Daysailor, 101, 3400, 3700, 4000, 4300, 4700 e 5300, tutti modelli pluripremiati che hanno mantenuto il Tartan all’avanguardia nella costruzione di imbarcazioni nordamericane.

Inoltre, Tartan ha acquisito la linea di barche a motore Legacy e nel 2014 ha iniziato a produrre barche a motore di lusso. Ciò fornisce una linea gemellata di motoscafi che aderisce alle eleganti linee dello stesso yacht da crociera.

Da non perdere:   I migliori mulinelli per lo spinning

Con oltre 5.000 scafi varati Tartan continua la sua opera di eccezionale fattura e tecnologia leader del settore volta ad offrire barche fuori dal comune.

 

Scheda Tecnica Tartan 4300

Prodotto dal 2006 a tutt’oggi. Le misure del Tartan 4300 sono 13.13 mt di lunghezza f.t. per 4.14 mt al baglio massimo. Il pescaggio standard è di 2.51mt.

 

Lo scafo è in VTR. Resina Epossidica di Vynilestere con rinforzi in multistrato E-Axial ricoperta con Gelcoat Isoftalico . Il dislocamento è di 9888 kg. La zavorra è di 3062 kg.

La configurazione della Tartan 4300 è targata Tim Jackett. La tormentina è un must da avere. 92 metri quadrati di superficie velica.

Ampi ponti laterali e un pozzetto ampio e sicuro sono gli elementi essenziali del 4300. Grazie alla ventilazione tramitè 14 oblò apribili, 6 boccaporti e 4 prese d’aria dorate o cromate l’umidità non rappresenta un problema. Una versione con Sprayhood fisso in VTR offre ancora più protezione da mare e vento. Un comodo specchio di poppa con piattaforma offre un ottimo accesso a chi piace nuotare o per l’imbarco dal tender.

Il design dello scafo del 4300 continua la tradizione con linea di galleggiamento lunga, entrata appruata, quarti di poppa pieni e piatti e volume equilibrato per produrre uno yacht facile e potente votato a raggiungere ottime prestazioni veliche. Rispetta la regola del 3:1 e il suo scafo  fornisce un’alta velocità teorica. La guida del Tartan 4300 è esaltante! Mantenendosi equilibrato il 4300 offre grandi prove anche con mare formato.

 

Albero passante in carbonio a due ordini di crocette acquartierate, sartiame spiroidale e in tondino inox e piano velico frazionato a 9/10.

Equipaggiata con Rollaranda nel boma, Rollafiocco e rotaia autovirante, e due winch Harken 50.2 e due winch Harken 46.2 ST.

 

Pozzetto con ruota collegato a timone di carbonio. Colonnina portastrumenti. Comodo per 6 persone. Il trasto è posizionato dietro al timone e questo permette di manovrare con facilità la randa anche da seduti.

 

Originariamente motorizzata con Motore diesel Volvo da 56 CV con saildrive e elica pieghevole a tre pale. Il serbatoio ha un capacità di 227 litri.

Il serbatoio dell’acqua ha una capacità totale di 454 litri. Boiler opzionale.

 

Interni

La tradizione di comfort interno del Tartan è quasi senza pari ed è stata aggiornata proprio nel 4300.

Layout 2/3 cabine. Entrambi dispongono di una cabina armatoriale a prua con un doppio letto a “isola” matrimoniale per un facile accesso e ampi armadietti e deposito per un lungo periodo a bordo.

 

Vi è anche una grande dinette con lussuosi posti a sedere, un armadietto per cerate o altro e un sacco di spazio per ritirare le tue cose in mobili in ciliegio verniciato.

 

La cabina di poppa è comoda e l’armadio capiente.

 

La cabina di prua rimane invariata su tutte le versioni.

 

La cucina è a C a sinistra appena scesi dalla scaletta. Doppio lavello e frigo a pozzetto da oltre 50 litri. Blocco 3 Fuochi e forno con sospensione cardanica. Armadietti di varie misure per stivare la cambusa.

 

La cucina è completamente equipaggiata, con una stazione di navigazione completa con ampia scrivania, spazio per laptop e comoda polotrona da carteggio che ospita una gamma completa di apparecchiature di navigazione. La poppa può essere a cabina singola o doppia, offrendo alloggi privati per un massimo di due coppie.

 

Molto spazio ovunque.

Un/due bagno comodo.

 

Cosa controllare

A parte i soliti punti deboli questa barca è frutto di alta tecnologia ed ingegneria. Ecco cosa controllare prima di acquistarla.

Su questa barca troviamo un motore Volvo D2-50 con saildrive. Motore affidabile e di facile manutenzione. Olio, filtri e distribuzione almeno una volta all’anno.

 

Controlla la spiaggetta di poppa. Le viti hanno la tendenza a mollare dopo un pò di tempo.

Cambiando l’elica originale con una a quattro pale orientabili otterrete maggiore spinta e manovrabilità.

Sempre una controllata all’impianto elettrico per determinare in quale stato è. Un controllo accurato prima dell’acquisto è d’obbligo.

 

Prezzo

A seconda dell’anno di costruzione, della versione, delle dotazioni e degli upgrade la richiesta oscilla fra i 280.000 ed i 560.000 euro.

 

Perchè comprare un Tartan 4300

Uno yacht dallo stile classico costruito con materiali e metodi avanzati e uno scafo creato per offrire alte prestazioni, facile da usare, il Tartan 4300 è un purosangue da crociera.

 

Il Tartan 4300 è un mito della vela da sempre. Il costo ovviamente non è contenuto ma stai acquistando un vero gioiello che è ancora poco conosciuto in Italia!

Scarica le specifiche del Tartan 4300

Per essere ancora più comodo a prua del tuo Tartan 4300

[ps_product_list id_product= 2766]

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.
Ultimi articoli

Tutto sui gavitelli: guida all’uso e alla scelta

Chi ha solcato diversi mari sa molto bene che...

Vernice Gelcoat per imbarcazione: scelta e applicazione per la verniciatura dello scafo

Anche oggi ci dedichiamo a un tema piuttosto delicato...

Pesca subacquea: tecniche e attrezzature da pro

Oggi vogliamo fornire una guida alla pesca in apnea...

Bottazzo: guida alla manutenzione e alla sostituzione

Chi in età adulta si avvicina per la prima...
Condividi