Dove andare a Vivere in Barca. Analisi dei luoghi dove Vivere in Barca – HiNelson Vivere in barca

Dopo aver già preso in considerazione alcuni aspetti del Vivere in Barca come ad esempio il prepararsi a questa scelta, quale mestiere cercare e come lavorare dalla barca oltre a quanto costa il Vivere in Barca oggi voglio parlare del “Dove andare a Vivere in Barca“.

Ti dico subito che, se già sei un LiveAboard avrò bisogno di te per rendere questo video il più completo possibile. Dopo aver visionato questa puntata lascia un commento su dove stai vivendo e come ti trovi!

Non ti aspettare una lista di luoghi con prezzi e servizi, questo non sarà una puntata su quanto è bello quel marina o quanto è protetto quel porto.

Per questo dovrai acquistare un portolano il quale ti darà tutte le informazioni che io, in dieci minuti, non potrei mai darti.

Cerca il tuo portolano su HiNelson.com!

Cominciamo insieme da principio, appena dopo aver comprato la barca per l’esattezza. Molto spesso, per non dire sempre, prima di partire la barca necessità nel migliore dei casi di alcuni lavoretti e proprio per questi lavoretti ti rimando ai video di manutenzione presenti sul nostro canale Youtube.

Per eseguire manutenzione alla barca la prima cosa di cui dovrai disporre sarà

 

Il Posto Barca

L’ideale per poter lavorare in barca è tirarla in secco ma anche se non ne avrai bisogno dovrai comunque procurarti un luogo che sia in un cantiere, un marina o un porto per poter tenere al barca ferma in attesa di partire.

Normalmente prima di salpare verso lidi lontani devi impratichirti con l’imbarcazione nuova, capire come reagisce in diverse situazioni, trovare i punti deboli e fortificarli e molto altro. In due parole fare esperienza!

A prescindere dal budget di cui disponi a nessuno piace spendere soldi a caso e quindi il primo criterio di cui dovrai tenere conto nel cercare il posto barca adatto alle tue esigenze è la vicinananza o meno al luogo in cui hai comprato la barca.

Se ad esempio hai comprato la barca a Savona e tu sei Ligure è possibile ma poco probabile che tu la voglia portare alle Canarie per fare manutenzione, sarà invece più facile ed economico trovare un cantiere vicino al Magra in cui poter effettuare tutte le operazioni di cui sopra.

 

Qualità/Costo

Il secondo criterio è sicuramente il rapporto qualità/prezzo dove per qualità intendo perlopiù i servizi nelle immediate vicinanze.

Capita spesso di dover rifare l’antivegetativa, aggiustare o cambiare qualche parte della barca e magari tu non hai ancora l’esperienza necessaria per poterlo fare in solitario. Si rende quindi necessario reperire del personale qualificato.

Più lavori devi fare alla barca e più persone dovrai avere a disposizione. E’ importante potersi fidare dei professionisti che salgono a bordo. Cerca di carpire quante più informazioni e non vergognarti a fare loro molte domande. In barca si fa così si studia e si guarda cosa fanno le persone che sanno mettere mano agli impianti.

Terzo criterio servizi in porto. Acqua, elettricità, vicinanza ai supermercati e molto altro fanno della ricerca del posto barca una bella attività preliminare al vivere in barca soprattutto se dovrai pianificare molte tappe e magari optare per separare la lista dei lavori in base ai porti toccati nel tuo viaggio.

Quarto e ultimo criterio ma non per questo meno importante è rappresentato dalle condizioni meteo della zona in cui vuoi preparare la tua barca o anche solo passare l’inverno su di essa.

Più vai a Nord e meno possibilità avrai di utilizzare anche i mesi invernali a meno che tu non ormeggi la barca fuori acqua e al coperto. Più vai a Sud e più probabilità avrai di trovare meteo clemente per la maggior parte autunno/inverno.

Il costo del posto barca varia in base a moltissimi fattori.

Sappi che i posti meno costosi possono significare un risparmio immediato di denaro ma a lungo andare potresti spendere più di ciò che hai preventivato.

Lista dei lavori che devi fare alla mano telefona spiegando la tua situazione nautica e chiedi un preventivo. Solo tu puoi sapere dov’è il posto barca iniziale di cui hai bisogno am in base ai criteri che abbiamo appena visto sarà più semplice sceglierlo.

Ti assicuro che per quanto bello e comodo potrà essere il posto barca a cui hai accordato la tua preferenza non vedrai l’ora di portare fuori la barca e cominciare la tua avventura.

Una volta in mare ti si presentano molte possibilità. Come sempre dipende dalla tua esperienza e dalle tue possibilità sapere quante miglia vuoi e puoi fare al giorno.

 

Che LiveAboard sei?

C’è chi tra di noi dice “Vado là” e fino a che non arriva là non si ferma e chi, come me per altro, che trova fra il qua e il là un ottimo pretesto per fermarsi in rada e andare a visitare tutto ciò che il luogo in cui ho calato l’ancora è pronto ad offrire.

Tu che tipo di Liveaboard sei? Se appartieni al primo tipo non penso che tu abbia grandi problemi a spostarti grazie a lunghe navigazioni ma se appartieni al secondo tipo a lungo andare dovrai limitare gli esborsi.

La prima domanda che devi porti è “quanto comodo voglio stare?“. Mi spiego. Essere in giro d’estate è bellissimo e personalmente la occupo fermandomi qua e là in rada, limitando al meno possibile i porti, i quali sono comunque costosi quasi ovunque. Ma molti amici preferiscono il porto perchè non amano usare il tender per fare avanti e indietro dal marina o dalla spiaggia.

Se passi tutta l’estate muovendoti ma ormeggiando in Marina diventa giocoforza trovare degli approdi non eccessivamente costosi.

Rispondendo a questa domanda puoi già capire cosa vorrai fare e di quanto potrai disporre per porti, marina e altro.

Dove ti trovi?” è la domanda immediatamente successiva. Se il luogo in cui hai deciso di Vivere in Barca è il Tirreno come sempre tira fuori lo Smartphone e comincia a chiamare i Porti ed i Marina nel Tirreno, stessa cosa dovrai fare per l’Adriatico o per lo Ionio.

Da non perdere:   Catch & Release: cos'è e come farlo in modo corretto

Ti racconto una storia.
Nella mia esperienza di Liveaboard Italiana sono partito a Settembre dal Marina di Rimini dove ho comprato la mia Gentilina. Uscito dal Marina ho fatto rotta verso la Foce del Po e sono arrivato in breve a Porto Levante.
Attrezzando e preparando la barca, tre mesi sono passati in un baleno e il 3 Gennaio la prua di Gentilina fendeva l’acqua verso Sud. Mi sono fermato un pò dappertutto e ho saggiato con mano le differenze fra approdo e approdo. Se ne vuoi sapere di più leggi la mia serie “Piccolo Portolano” sul blog di HiNelson.
Dopo un bel giro sono approdato in Puglia e ho aspettato fino a traversare per trovarmi in Grecia in Estate.

 

Vado a vivere in…

Da tre anni vivo in Mediterraneo e, non solo grazie alla mia esperienza ma soprattutto grazie ai miei amici LiveAboard posso affermare che ogni Nazione che si affaccia sul mare ha i suoi pro e contro.

Vediamo insieme i Paesi più vicini

Italia
Nemmeno a dirlo in Italia sei a casa. La lingua che parlano tutti è l’italiano e ovunque vai la cucina è ottima. Esauriti i luoghi comuni devo dire che in Italia in barca si sta bene e ci si può passare l’inverno a patto di concludere un buon accordo con l’approdo da cui intendi farti ospitare.

Non ho percepito molta differenza fra regioni per quanto riguarda i costi se non in alta stagione e per i marina più ambiti. Semmai premurati di chiedere se i servizi e le attrezzature disponibili sono adatti alla stazza della tua imbarcazione.

Grecia
Considero la Grecia come la mia seconda casa. Le persone, la cucina, la giovialità e la spensieratezza del procedere della Vita rappresentano sicuramente la grande attrattiva di questa Nazione Millenaria. Anche qui esiste una grande differenza fra la Grecia Ionica e la Grecia Egea. Innanzitutto il vento dalla parte delle Ionie è molto meno imponente che in Egeo, cosa con cui dovrai fare i conti soprattutto in Estate quando spira il Meltemi. Creta fa da sé sia per i venti che per il lato economico dato che è Grecia ma è paragonabile alla Sardegna italiana. Il costo dei marina è normalmente inferiore a quello italiano ma anche i servizi sono differenti. Spesso si ormeggia all’ancora e acqua e luce in molti porti sono ancora difficili da trovare.

Croazia
La Croazia o la ami o la odi. Acqua splendida, cittadine magnifiche, bella sotto tutti i punti di vista. I marina si stanno attrezzando molto bene e sono sicuramente paraganabili ai marina Italiani per i servizi offerti. Cerca la migliore offerta mandando mail a ripetizione se hai intenzione di fermarti qui per un pò di tempo. Costosa nel breve periodo ma meno se ti fermi un po di più.

Francia
La Francia è sicuramente un paese da visitare. Parlando di Mediterraneo rimaniamo a Sud anche se il Nord della Francia è qualcosa di meraviglioso. Ma da quelle parti come tutti sappiamo quando il mare si arrabbia… si arrabbia sul serio. La Costa Azzurra, al contrario di quanti molti pensano comprende tantissimi Marina poco costosi ma che, utilizzati come basi di partenza, ti permetteranno di compiere dei bellissimi giri in barca. Più vai a Sud e meno è oneroso l’ormeggio.

Spagna
Come nella maggior parte dei paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo la costa spagnola ha tanto da offrire. Hai la possibilità di scegliere fra una miriade di porti e marina, a seconda della tua voglia di movida o meno. Sappi che le Baleari in estate sono molto costose e più in generale i Marina sulla costa sono molto trafficati. Esistono alcuni porti come Alicante o Cartagena dove l’offerta è buona. In Inverno più vai verso il Portogallo e più c’è possibilità di ballare forte nel Mare di Alboran.

Tunisia
Anche se la Tunisia è relativamente vicina all’Italia la cultura tunisina è molto diversa da quella italiana. Il territorio è molto vario. Passiamo dal mare al deserto e rimanere qui per l’inverno significa poter visitare luoghi incantati da ALf Leila Wa Leila, le mille e una notte. Per il momento sia i marina che i professionisti del settore hanno prezzi concorrenziali. I marina sono generalmente ben protetti.

Come avrai già capito tutti gli approdi in cui voler passare l’inverno sono relativamente a basso costo ed i criteri per decidere dove sostare sono quelli di cui abbiamo già parlato. Nessuno ti vieta di passare un’inverno in Grecia, uno in Italia ed un altro alle Baleari.

In Estate invece vivere in barca è bello proprio perchè stai navigando e, programmando bene le tue tappe potrai decisamente risparmiare in termini economici. In tutti i paesi più è in zona turistica l’approdo che scegli e più spenderai!

Il resto è una questione di gusti personali.

Hai le carte nautiche per queste zone?

[ps_product_list id_product= 1290]

 

ISCRIVITI al Canale YouTube HiNelson e attiva le notifiche per non perderti nessun video oltre a seguirci anche sulla Pagina Facebook. Un saluto a tutti gli aspiranti Liveaboard ed un arrivederci alla prossima puntata con HiNelson Vivere in barca.

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”.

Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 2

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi