Crema solare per proteggersi dal sole in barca: i consigli per far felice la tua pelle

In questo approfondimento andiamo a parlare di un elemento che, al solo menzionarlo, fa venire in mente una bella giornata di estate sfiorati dalla brezza a bordo della propria barca, ovvero il sole.

Se la nostra stella di riferimento rappresenta infatti una fonte unica di buonumore e vitamine quando si passa del tempo sul ponte di una barca a vela o a motore, è anche vero che un eccesso di raggi può portare a fastidi se non addirittura a danni per la pelle.

In questo approfondimento, daremo un’ occhiata ai migliori tipi di protezione solare nel mondo della nautica e come possono aiutarci a proteggerci dai raggi uv, dalle scottature sulle varie parti del corpo e in generale aiutarci a idratare la pelle. 

Proteggere la pelle dal sole: qualche consiglio sulla crema

Il metodo più intuitivo per riparare la propria pelle dal sole e salvaguardare la propria tintarella oltre che la propria salute, manco a dirlo, è la crema solare. Anche per la barca a vela e per la nautica, esistono caratteristiche trasversali che bisogna considerare per un prodotto protettivo di questo genere.

Nella scelta, in ogni caso, è bene ricordare che l’assorbimento dei raggi UV in barca è aumentato. Oltre al riflesso sulle onde e sullo scafo, infatti, nel caso di una barca a vela i raggi rimbalzeranno e colpiranno anche i marinai soprattutto dalla randa.

A ogni modo, vediamo quali sono  quelle caratteristiche a cui abbiamo accennato prima e che bisogna tenere in considerazione nella scelta di qualsiasi solare: 

  • Grado di protezione (SPF): la capacità che una crema ha di proteggere è indicata dal fattore SPF. Ideale secondo gli esperti sarebbe non scendere mai sotto 15, con gli adulti che dovrebbero assestarsi intorno ai 30 punti e i bambini o le persone con pelle molto dedicata, per ragioni di sensibilità, intorno ai 50.
  • Resistenza all’acqua: manco a dirlo, in barca è molto facile che la pelle e la crema che ci si applica venga a contatto con l’acqua, è quindi bene sceglierne una con buona resistenza al contatto con l’H2O.
  • Scadenza: chiaramente, bisogna sincerarsi che la crema solare che si utilizza non sia scaduta. Solitamente, questi prodotti durano circa un anno se conservati ben chiusi e al fresco. Con una crema solare scaduta, il cui odore di rancido è un sintomo rivelatore, la protezione sarà praticamente nulla e chi la utilizza non otterrà alcun beneficio.

Ricordiamoci comunque che è sempre bene applicare un’abbondante dose di crema solare sia all’inizio che a metà giornata se si trascorre tutto il tempo sul ponte della propria barca al sole. Prendendo in prestito un tema dal gergo degli astronauti (sempre di marinai si tratta, in un certo senso!), lo scudo termico fornito dal prodotto solare tende infatti a declinare con il passare del tempo e a contatto con vento e acqua. Per questo motivo, per evitare scottature e simili, un’applicazione in più è meglio di un’applicazione in meno.

Da non perdere:   Motore fuoribordo elettrico: a che punto siamo? Una fotografia di quest'anno

Qualsiasi sia la marca che si finisca per scegliere, comunque, il dato di fatto resta uno e uno solo: nessun trolley da barca può dirsi completo prima della partenza senza il suo bravo flacone di crema solare.

Anche le foto della vacanza beneficeranno dall’ utilizzo ponderato di un buon solare per la nautica: nessuno rischierà di avere l’aspetto di un granchio bollito o di un’aragosta al vapore!

Proteggersi dal sole in barca: crema solare, ma non solo

La prima idea che ci si fa di solito quando si parla di protezione dal sole in barca è quella della crema solare e ne abbiamo appena parlato, ma questo non è l’unico strumento che è bene usare. Gli occhiali da sole, per esempio sono molto importanti per proteggere i nostri organi visivi dai raggi solari, come abbiamo già discusso nel nostro articolo su come scegliere i migliori occhiali da sole da barca.

Oltre a questi accessori per proteggere dai raggi uv, uva e uvb i nostri occhi, la testa non è ovviamente secondaria. Prendere troppo sole sulla nuca e sulla fronte, infatti, può portare a emicranie, insolazioni e colpi di calore, pertanto occorre prestarvi attenzione. A tal proposito, è sempre bene alternare con accortezza il tempo trascorso al sole e il tempo trascorso all’ombra del tendalino della propria barca. Chiaramente, anche un semplice cappellino o un copricapo in grado di riparare la nuca rappresenta una soluzione 

Per chi invece, a causa di un fototipo particolarmente sensibile, preferisse evitare direttamente alla radice lo stress cutaneo dell’esposizione della pelle al sole, una possibile soluzione potrebbero essere indumenti e tessuti appositamente progettati a questo fine. Una maglietta da pesca in tessuto ultraleggero, per esempio, potrebbe essere un’ottima scelta in tal senso e potrebbe rendere la permanenza in barca a vela più sopportabile per le pelli più chiare.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Numero di recensioni 0

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Luigi Oriani
Luigi Oriani
Nato a Milano nel 1992, la pianura che circonda la sua città non gli impedisce di sviluppare una grande passione per il mare. Chiedetegli di descrivere il suo momento ideale e vi parlerà di un tramonto in barca, sorseggiando un bicchiere di bianco nella baia di Corfù mentre il pesce sfrigola sulla griglia.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Hai una storia da raccontare?

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Francesca Clapcich: ogni giorno imparo qualcosa di nuovo.

Francesca Clapcich è la nuova Voce della puntata numero...

Equipaggiamento per la barca a vela: una checklist

La tua barca a vela è perfetta e pronta...
00:03:52

Come si gestisce l’acqua a bordo per una Traversata Atlantica? Andrea e Camilla Oceano Atlantico

In questo video di preparazione alla loro traversata atlantica,...

Season Finale le Offerte HiNelson: Una Rassegna Cinematografica con Protagonisti Inaspettati

Benvenuti nel mondo di HiNelson, dove gli accessori nautici...
Condividi