Cosa mettere nella cassetta degli attrezzi per la barca?

C’è il diportista che conosce ogni singolo bullone della propria barca, e che si occupa di qualsiasi manutenzione del proprio vascello, senza mai doversi rivolgere a dei professionisti. E c’è invece il diportista che non ama affatto il fai da te, e che ogni anno affida la propria barca al professionista di fiducia per un controllo al motore, per l’antivegetativa e via dicendo. Al primo non serve neppure dirlo, al secondo è forse il caso di ricordarlo: non deve mai mancare una cassetta degli attrezzi per la barca. Questo perché, a bordo della barca, ci deve essere sempre un numero minimo di utensili per intervenire in caso di guasto. E no, neppure il diportista da banchina, quello che non si sposta mai più di qualche miglio dal porto, dovrebbe farne a meno: non si sa davvero mai quando la cassetta degli attrezzi a bordo potrebbe servire!

La scelta della cassetta degli attrezzi

Ancor prima di pensare a quali devono essere gli utensili che devono essere sempre presenti a bordo, è il caso di soffermarsi brevemente sulla scelta della valigetta attrezzi per barca. Come dovrebbe essere questo contenitore? Le dimensioni dipendono dal numero di attrezzi che la cassetta dovrà accogliere. Indubbiamente il diportista che si muove su una barca nuova e fa spostamenti minimi, restando sempre vicino al proprio ormeggio, può accontentarsi di una cassetta minimale; chi invece pratica navigazione d’altura, chi ha in mente lunghe crociere, chi possiede una barca con qualche annetto sulle spalle… ebbene, in questi casi sarà bene optare per una cassetta degli attrezzi generosa.

Quanto al tipo di della cassetta, tutto dipende da dove verrà posizionata a bordo. Se sarà infilata in un luogo all’asciutto potrà essere una semplice cassetta degli attrezzi, mentre se sarà a rischio schizzi sarà bene optare per una cassa stagna – o eventualmente, in caso di mancanza, per un una sacca stagna. Chi ha in mente di portare con sé delle attrezzature elettriche costose, dal trapano in poi, potrebbe anche pensare di acquistare delle casse stagne rinforzate, pensate in origine per portare in barca attrezzature delicate come macchine fotografiche e apparecchiature mediche.

La qualità degli utensili

Nell’acquisto degli utensili da inserire nella cassetta degli attrezzi è sempre bene pensare al fatto che quello marino è un ambiente particolare. La persona che, pur non essendo dedita al fai da te, vuole sempre avere un minimo di attrezzi presenti in casa, potrebbe certamente optare per degli strumenti di qualità bassa, sapendo di usarli in pochissimi casi. In barca, invece, si ha che fare con il salino e con l’umidità: scegliere degli attrezzi di materiali di qualità infima significa ritrovarseli inutlizzabili al momento del bisogno. Che farsene di una pinza ruggine che non si apre? Meglio quindi acquistare attrezzi in acciaio inossidabile, o in altre materiali resistenti, come per esempio il mix tra cromo e vanadio.

Da non perdere:   Le migliori app per la pesca e per la nautica

cosa mettere nella cassetta degli attrezzi in barca

La lista degli attrezzi indispensabili

Cosa inserire nella cassetta degli attrezzi per la barca? Ecco una lista dei must have da non lasicare mai a terra

  • Pinza: la pinza è uno strumento versatile che non dovrebbe mai mancare; meglio sceglierne una con delle lame integrate, per avere di più con ingombro minimo.
  • Pinza a pappagallo: certo, la pinza a pappagallo è ingombrante. In certi casi, però – pensiamo a eventuali problemi idraulici a bordo – è semplicemente indispensabile.
  • Chiavi inglesi: impossibile farne a meno, per il semplice fatto che lavorare solo con le pinze significa o non riuscire a svitare i bulloni, o rovinarli. Ecco dunque che serviranno delle chiavi inglesi, perlomeno le più usate, ovvero la 13, la 14, la 17, la 19 e la 22; chi conta di usarle davvero poco potrebbe optare per un’unica chiave inglese regolabile, non particolarmente comoda, ma poco ingombrante (da inserire nella cassetta a prescindere per avere un doppione jolly).
  • Cacciaviti: costano poco, ingombrano pochissimo, sono indispensabili. È bene averne a bordo a stella e piatti, grossi e fini, ed eventualmente lunghi e corti. Anche in questo caso, per i manutentori minimal, è possibile optare per un modello unico, con punte intercambiabili.
  • Coltello: è sempre bene avere a bordo un coltello da barca; quello per le situazioni di emergenza dovrebbe essere sempre disponibile, mentre quello per i lavori può prendere posto nella cassetta degli attrezzi per la barca.
  • Forbici da elettricista: si potrebbe pensare che con un coltello a bordo sia inutile avere delle forbici. Ma se ci fosse il bisogno di spellare un filo elettrico? L’ingombro del resto è minimo.
  • Tester: come stanno le batterie? Quanto consumano i dispositivi di bordo? Perché le batterie si sono scaricate così velocemente? Sempre meglio avere a bordo un tester per individuare subito i problemi!
  • Nastro isolante: telato, resistente. MacGiver insegna.
  • Martello: non vorremmo mai doverlo usare a bordo. Eppure di tanto in tanto serve.
  • Kit riparazione gommone: indispensabile per chi si muove in gommone o per chi ha a bordo un tender.

Ecco qualche altro strumento da tenere a bordo per le traversate più lunghe, o in caso di barche “vissute”:

  • Silicone per barche
  • Sega
  • Trapano
  • Chiavi a brugola
  • Scalpello
  • Filo di ferro
  • Metro
  • Grasso marino
  • Spray sbloccante

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 4

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi