Bambini in barca: le attenzioni da prendere

Bambini piccoli a bordo di una barca: sì o no? No, se la barca non è attrezzata nel modo giusto. Sì, se a bordo c’è tutto il necessario per rendere il mezzo sicuro anche per i più piccoli, e se si prendono le giuste accortezze per ridurre al massimo ogni pericolo. Una barca ben attrezzata è infatti un ambiente decisamente sicuro e salubre per i nostri marmocchi, più di quanto potrebbe esserlo un parco giochi con altalene vecchie, una strada trafficata e via dicendo. Quindi sì, è assolutamente giusto portare i bambini in barca, persino quelli più piccoli, a patto di preparare a dovere l’imbarcazione. Di più: portare a bordo i bimbi più piccoli può essere particolarmente conveniente, per il semplice fatto che i neonati non si aggirano per la barca, e si abituano presto a qualsiasi ambiente, persino a quello marino e nautico.

Ma come preparare la barca prima di accogliere dei bambini a bordo? Ecco qualche consiglio prima di portare i bambini in barca per dei weekend o per delle vere e proprie crociere!

I consigli per portare i bambini in barca

  • Quando ci sono bimbi a bordo le reti lungo l’intero perimetro di draglie e candelieri sono un must. Certo, in molti considerano queste reti antiestetiche e persino scomode, e di certo tutti faremmo felicemente a meno di predisporle; di certo, però, queste protezioni possono fare la differenza per la sicurezza del bimbo, e di tanto in tanto possono persino salvare i suoi giocattoli più corposi da rovinose cadute in mare;
  • Ovviamente a bordo non può mancare il giubbotto salvagente bambino. È possibile scegliere anche per i più piccoli tra giubbotto salvagente autogonfiabile e giubbotto aiuto galleggiamento;
  • Quando si parla di bambini abbastanza cresciuti per poter stare da soli, e anzi desiderare di tanto in tanto del tempo per sé per giocare, è bene preparare a una cuccetta unicamente per loro, nella quale potranno riposare e giocare in tutta sicurezza e tranquillità, tornando dunque per qualche tempo in un ambiente “domestico”;
  • Per i neonati sarà fondamentale portare a bordo una piscinetta gonfiabile, da riempire e da piazzare in pozzetto per farli stare al fresco, ma anche da usare vuota sottocoperta come piccolo box per giocare in sicurezza, o ancora, da usare come vasca per il bagnetto. Indispensabile!
  • Portare dei bambini a bordo, soprattutto piccoli ma anche grandicelli, significa obbligatoriamente predisporre delle ampie e sicure zone d’ombra. Come ci si può muovere in tal senso? Ebbene, un pozzetto senza tavolo fisso può senz’altro garantire una zona di gioco piuttosto fresca ai più piccoli. A venire in nostro soccorso ci sono in ogni caso un ampio tendalino per barca a vela, nonché un solito tendalino per le altre barche;
  • Nel caso di barca a vela, e soprattutto nel caso di bambini abbastanza cresciuti, è sempre consigliabile iniziare il prima possibile a spiegare le manovre e i gesti che si compiono durante la navigazione. Questo li aiuterà ad appassionarsi al mondo delle barche, a prendere pratica con la navigazione ma anche e soprattutto a capire dove posizionarsi e come comportarsi correttamente durante le manovre. Appena saranno in grado di farlo – e quando vorranno – è bene iniziare a far partecipare i bambini con qualche compito facile;
  • A bordo della barca non possono mancare giochi e passatempi per i più piccoli, scelti in base alla loro età. Bisognerà quindi portare a bordo i loro giocattoli preferiti, da tenere in pozzetto o in cuccetta, nonché altri giochi pensati appositamente per il mare e per le eventuali spiagge. Parliamo quindi di maschera subacquea per lo snorkeling, di paletta e di secchiello, ma anche di piccoli gommoncini gonfiabili per poter prendere “il comando” di una piccola imbarcazione durante le soste, di sup gonfiabili e via dicendo.
  • Ecco un accessorio indispensabile quando si ha che fare con bambini cresciuti ma non troppo, e quindi con bambini tra i 3 e i 7 anni, che si muovono liberamente in barca: il nastro di sicurezza. Ginocchia sbucciate e bottarelle saranno a questo punto all’ordine del giorno; meglio in ogni caso posizionare dei paraspigoli e delle imbottiture nei punti più delicati, nonché predisporre a bordo una cima di sicurezza alla quale fissare un nastro di sicurezza con moschettone con cui “agganciare” i piccoli esploratori, che potranno così muoversi lungo i bordi senza rischi;
Da non perdere:   Rimessaggio invernale della barca a vela: una checklist

Questi sono i principali strumenti che è bene tenere a bordo nel momento in cui si accolgono bambini in barca. A questi si aggiungono tutti gli altri accessori che non possono mai mancare nemmeno a terra – in base all’età – come seggiolini, culle, creme solari, cerotti e via dicendo. In ogni caso, la regola generale è sempre quella di far vivere la crociera come un’avventura anche ai più piccoli, di essere prudenti ma non ansiosi, e di organizzarsi mentalmente per vivere al meglio la giornata. Un’ottima norma da tenere presente, comunque, è quella di fare sempre l’appello dopo ogni singola pausa di navigazione, prima di accendere i motori!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi