La recensione di EcoFlow Delta 2: pro e contro

Oggi vogliamo presentarvi una recensione di EcoFlow Delta 2: spiegheremo cos’è nel concreto questo dispositivo, quali sono le sue caratteristiche principali, in cosa si distingue rispetto alle altre power station presenti sul mercato, i suoi pro e i suoi contro. Prima di iniziare vogliamo sottolineare che questa generosa batteria portatile può essere utilizzata nei contesti più diversi. Possiamo utilizzarla nella nostra abitazione in caso di emergenza, qualora non ci sia elettricità; ma possiamo usarla anche altrove, dalla baita in montagna alla barca, per avere sempre una riserva di energia elettrica a nostra disposizione. Il bello, come vedremo, è che ci sono tanti diversi modi per poter fare il pieno di energia a e con questa stazione di ricarica.

Bando alle ciance: diamo il via alla nostra recensione di EcoFlow Delta 2.

Cos’è e a che cosa serve EcoFlow Delta 2

Possiamo chiamarla stazione di ricarica, power station, batteria portatile o “grosso” power bank. La nostra recensione di EcoFlow Delta 2 parte da una descrizione di questa tipologia di dispositivi per chi non fosse pratico di questa categoria di prodotti. Si parla di una soluzione per l’energia portatile, che permette di fatto di avere sempre con sé una riserva di energia da utilizzare per ricaricare lo smartphone, per alimentare un pc, per far funzionare uno stereo, per azionare una pompa elettrica, per dare energia a dispositivi come frigoriferi, grill, ventilatori, router e via dicendo. Il primo EcoFlow Delta era stato lanciato da EcoFlow nel 2022, con una campagna di successo su Kickstarter. Come aveva spiegato al lancio il direttore R&D di EcoFlow, Thomas Chen, «l’ecosistema EcoFlow DELTA Pro è progettato principalmente per due scenari di utilizzo: fornire alimentazione di backup critica durante le interruzioni di corrente e per monitorare e controllare meglio il consumo giornaliero di energia e ridurre le bollette». Questo lo rende però perfetto anch per avere energia in mobilità! Ora si è arrivati per l’appunto alla seconda serie, che presenta caratteristiche ancora migliori. Entriamo quindi nel vivo della nostra recensione di EcoFlow Delta 2.

Recensione di EcoFlow Delta 2: le caratteristiche fondamentali

Vediamo come è fatto e cosa offre EcoFlow Delta 2. Questa power station presenta delle dimensioni simili a quelle della piccola borsa da mettere sotto i sedili dei voli low cost: le dimensioni di EcoFlow Delta 2 sono infatti 40 centimetri per 21 centimetri per 28 centimetri. Questo parallelepipedo pesa 12 chilogrammi, e quindi quanto uno zaino da trekking decisamente pieno: non leggerissimo, ma sicuramente comodo da portare dall’auto alla barca, dal garage allo studio, dal bagagliaio dell’auto all’area adibita al picnic, e via dicendo.

La capacità è di 1 kWh, che può essere aumentata fino a 2 kWh con una batteria supplementare Delta 2 e fino a 3 kWh con una batteria supplementare Delta Max. Di certo questi numeri ai non addetti sembrano privi di senso: è utile allo sapere che con EcoFlow Delta 2 è possibile caricare fino a 89 volte un normale smartphone, ricaricare fino a 16 volte un pc portatile, mantenere accesa 1 lampadina per 31 ore, un televisore per 8 ore, un frigorifero dalle 7 alle 14 ore, e via dicendo. Ecco le altre caratteristiche principali;

  • 4 prese uscite CA, per 1800 W in totale
  • 2 porte USB A
  • 2 porte USB A a ricarica rapida
  • 2 porte USB C
  • 1 uscita audio
  • 2 porte DC5521
  • Ricarica CA
  • Ricarica Solare
  • Ricarica in auto
  • Connettività Wi-Fi e Bluetooth
  • Schermo che indica autonomia residua e tempo di ricarica
Da non perdere:   Umidità all'interno della barca: come gestirla

I pro della seconda serie di EcoFlow

Passiamo alla parte meno “fredda” della recensione di EcoFlow Delta 2. Quali sono i vantaggi di EcoFlow Delta 2? Prima di tutto, si tratta di una stazione di ricarica che, a fronte di peso e ingombro ridotti, assicura grande potenza e autonomia. Portatile e leggero, questa dispositivo permette di ricaricare circa il 90% degli elettrodomestici.

La durata garantita è buona: si parla di una capacità dell’80% dopo 3.000 cicli di ricarica, in linea con la media delle batterie portatili. A stupire positivamente è l’abbondanza delle porte presenti, soprattutto per quanto riguarda le uscite USB, per non parlare dell’attenzione ai dettagli: le prese schuko sono posizionate in diagonale, per fare in modo che i diversi ricaricatori non si ostacolino fra loro.

Ottimo è il fatto di poter ricaricare EcoFlow Delta 2 in modi diversi, a partire semplicemente dalla rete elettrica domestica per arrivare alla ricarica con pannelli solari: la ricarica utilizzando i pannelli fotovoltaici è completa in 3-6 ore. Nel caso della ricarica classica, invece, si può arrivare all’80% in soli 50 minuti: nessun altro sul mercato riesce a offrire un risultato di questo tipo.

recensione di EcoFlow Delta 2

È poi ottima la possibilità di monitorare la stazione di ricarica attraverso l’apposita app per smartphone, con il pregio di avere una connettività Wi-Fi, così da poter monitorare la batteria mobile anche senza essere nelle sue prossimità. Tutto questo, va sottolineato, è garantito per 5 anni.

I contro

Una recensione di EcoFlow Delta 2 completa non può essere tale senza dei contro. Ne abbiamo individuati 2, per il semplice fatto che la perfezione non esiste. Possiamo quindi dire che il sistema di raffreddamento integrato è abbastanza rumoroso, ma sono ben poche le situazioni in cui questo può dare effettivamente fastidio. E poi c’è la questione prezzo: non si tratta di una batteria ricaricabile alla portata di tutti. Ma, va detto, elementi come il rapporto tra peso e potenza, il numero di porte, la velocità della ricarica e via dicendo difficilmente potrebbero essere venduti a prezzo minore!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.6 / 5. Numero di recensioni 13

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.
  1. Sono già acquirente di ecoflow mini.
    Ho sbagliato perché mi stà un po stretta ma per risparmiare….
    Prima o poi acquisterò la max sia in casa che in campagna è favolosa.
    Anche la mini non è male ma ho esigenze maggiori.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi