Navigare in Adriatico in barca a vela – Rotta Nautica da Ortona a Termoli Molise e come ormeggiare

Le condizioni Meteo Marine, date le poche miglia che siamo soliti percorrere, sono similari al tratto di mare preso in esame precedentemente. Vuol dire che dovrai stare attento ai venti dal II e III Quadrante e che, al solito dovrai controllare per bene la tua attrezzatura di bordo nonché le dotazioni di sicurezza entro e oltre le 12 miglia.

 

Porto di Ortona – Abruzzo

Per entrare ad Ortona fai riferimento alla Rotta Nautica Giulianova ad Ortona.

Rotta Nautica Ortona Posto Barca Ormeggio

 

Come sempre il mio consiglio è di navigare ad almeno due o tre miglia dalla costa. A dritta avrai la Maiella. Se la sua cresta appare coperta di nubi vorrà dire che arriverà vento di Scirocco. Assicurati delle condizioni meteo prima di salpare.

Maiella Ortona Vasto Termoli Campobasso Ormeggio Posto Barca

 

Rotta nautica in Alto Adriatico

Una volta uscito dal porto di Ortona procedi in direzione Sud-Est. Se hai intenzione di navigare di notte, radar sempre acceso e mantieniti oltre le 6 Miglia dalla costa di maniera da evitare la maggior parte dei pericoli quali ad esempio due grossi vivai di pesci che vanno da Ortona fino all’altezza di Punta Cavalluccio. Attenzione alla foce del fiume Sangro dato che la possibilità di colpire un tronco galleggiante a seguito di brutto tempo a terra è alta.

Rotta Nautica Ortona Termoli Ormeggio Posto Barca

Parliamo dei venti. Il prevalente è il Levante ma attento a tutti i venti che provengono dal II e III Quadrante, quindi Levante, Scirocco, Ostro, Libeccio e Ponente, che, come vedremo sono spesso la traversia dei porti di questa costa. Segui sempre il bollettino Meteomar sul canale 68.

Usa Windy App per sapere quali condizioni ti aspettano e guarda il VIDEO per imparare ad utilizzarla al meglio QUI. Ricorda di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson!

All’altezza di Torino di Sangro vedrai qualche piattaforma ma saranno ben segnalate visivamente ed acusticamente. Divieto di ingressoancoraggio e di pesca. Passa ad almeno 500 metri.

Portolano e Carte Nautiche sempre a bordo. Prima di iniziare la tua navigazione contatta il Marina od il Porto in cui vuoi atterrare per avvisare del tua arrivo e per chiedere la disponibilità di ormeggio.

Navigazione Adriatico Ortona Termoli Posto Barca Ormeggio

 

Tra Ortona e Termoli la distanza è di circa 35 miglia nautiche. Qualche articolo fa ho parlato di una check list. Sarebbe un’ottima pratica avere una lista di cose da controllare. La cosa migliore è conoscere la propria barca e sapere quali problemi potresti avere durante entrata e uscita nei porti. Controlla il tuo diario di bordo e annota i problemi che hai avuto durante l’anno. Potrai così farti un’idea delle avarie che ti sono capitate più spesso.

 

Marina del sole: avvisare prima di ormeggiare

Situato vicino alla foce del fiume Sangro questo Marina ha 400 posti barca, il fondale va dai 2.5 metri ai 3 metri. Per poter ormeggiare è necessario avvisare tramite VHF prima di entrare in baia. Se la tua imbarcazione è più lunga di 12 metri il consiglio è di proseguire fino alla rade più sicure di Vasto a Sud e Ortona a Nord.

Oltre a carburante, acqua e luce, troviamo una gru fino a 15 tonnellate, alcune officine di riparazione motori e scafi, cambusa.

 

Punta Penna: ormeggiare previa autorizzazione

Punta Penna è il nome del porto di Vasto. E’ protetto dal molo di Levante, che si divide nel molo Martello, e dal molo di Ponente. Oltre questi moli il porto è completamente banchinato.

Il più grande pericolo qui è la risacca molto forte con Grecale e Levante. Per l’entrata notturna doppiare il faro verde se si procede verso sud e, una volta avvistato il rosso virare fino a raggiungere l’entrata.

Necessario comunicare l’accesso tramite VHF sul canale 16. Il fondale va dai 5 metri ai 6 metri. E’ un porto prettamente commerciale ed è quindi vietato l’ormeggio alle banchine se non previa autorizzazione dell’ufficio circondariale Marittimo che potrai contattare tramite telefono al numero 0873.310340.

I venti sono mutevoli e variano a seconda della stagione. In inverno il vento preponderante è il Levante mentre d’estate è il Ponente. Questo porto offre un ottimo ridosso da venti di Maestrale, Ponente, Libeccio.

 

Le Marinelle: ormeggiare al riparo

Un piccolo porto turistico i cui fondali variano da 2 metri a 2.5 metri. L’imboccatura per accedere è un pò stretta e di notte devi assolutamente seguire con attenzione i fanali.

Da non perdere:   Prezzi e Costi per uno Yacht di Lusso

Una volta all’interno troverai un buon riparo dato che il porto è scavato nell’entroterra. Troverai i servizi principali, uno scalo di alaggio, alcuni negozi e officine oltre alla possibilità di rifornire la tua cambusa.

 

Marina Sveva: dove ormeggiare

Come primo approdo in Molise troviamo un Marina completamente nuovo. Proveniendo da Nord doppia il molo guardiano. Dopodiché attenzione in entrata alle secche alla tua sinistra appena prima del molo. Un’altra raccomandazione è di stare attento al Maestrale. Con oltre 20 nodi di vento da Nord Ovest l’ormeggio diventa pericoloso. Questo Marina è veramente funzionale e dietro il suo alto molo offre 6 pontili con colonnine per luce e acqua. Tutto funziona con chiave magnetica. NON perderla!

Marina Sveva Molise Ormeggio Posto Barca

Da 2.5 metri a 4.5 metri il fondale. Circa 450 posti barca fino a 30 metri di lunghezza. Il canale per le comunicazioni VHF è il 10.

I servizi sono vari ed oltre alla base costituita da acqua, luce, rifornimento di carburanti, troviamo anche un Travel Lift da 70 tonnellate ed un servizio sommozzatori. L’unica pecca, se vogliamo definirla così, è la lontananza del Marina da centri attrezzati per il rifornimento alimentare. Ampio parcheggio per chi dispone di una macchina o di una moto.

 

Arrivo a Termoli e Marina di San Pietro – Molise: come ormeggiare

Termoli offre un grande porto Commerciale contenente un Marina. Impossibile sbagliare in banchina. Veramente molta acqua per la tua manovra. In entrata segui la diga ed in accesso, doppia il verde rimanendo per quanto possibile a dritta. Segui il canale se vuoi arrivare al molo Sud e ormeggiare la tua barca in banchina. Troverai un fondo variabile fra i 2.5 metri e 3.5 metri. In porto c’è pericolo secche ed alcune di queste sono veramente a fior d’acqua, circa 0.3 metri. Attento anche ad entrare in condizioni meteo avverse. Avvisa sempre prima di entrare sul canale 16 o 9, anche se molto spesso la Capitaneria ti manderà direttamente al Marina dato che i posti in posto sono occupati da barche locali. Protetto su tre lati da moli banchinati. Il molo della diga foranea, molo nord è lungo 1200 metri. All’interno del porto il molo sud condiviso con il Marina. Su questo molo troverai l’approdo turistico Marinucci Yachting Club.

Termoli offre buon ridosso dai venti del I e del IV Quadrante. I servizi che mette a disposizione sono un buon distributore di carburante in funzione 24 ore su 24, acqua e luce in banchina, scalo di alaggio, gru fissa da 30 tonnellate ed una mobile da 250 tonnellate. Qualche negozio e qualche officina. La città è a due passi e vale la pena una bella visita enogastronomica.

Porto di Termoli Ormeggio Posto Barca

 

Marina di San Pietro: posto barca disponibile

Un bel Marina situato quasi all’interno del Borgo Antico. Anche qui però attento ad entrare in condizioni meteo particolarmente avverse a causa dei bassi fondi all’ingresso del Marina. Comprende circa 250 posti barca per barche fino a 30 metri. Fondali da 3.5 metri a 4.5 metri. VHF canale 13. Il ridosso è lo stesso del Porto Commerciale, quindi I e IV quadrante, e stessi servizi. WiFi in banchina.

 

Per qualunque informazione puoi chiamare l’Ufficio Circondariale Marittimo al n. 0875.706484.

 

Se ti piace pescare ecco cosa può esserti utile su questa rotta.

[ps_product_list id_product= 2699]

 

Nel prossimo articolo ti porterò alle Tremiti.

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.
  1. Complimenti veramente….
    ad aprile partirò proprio da Porto Levante per trasferire la barca e tornare in toscana….
    un bel viaggio che farò a tappe, seguendo i tuoi consigli, spero che mi tornino utili.
    un saluto e probabilmente ti scriverò prima di intraprendere il trasferimento per qualche consiglio specifico.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.
Ultimi articoli

Tutto sui gavitelli: guida all’uso e alla scelta

Chi ha solcato diversi mari sa molto bene che...

Vernice Gelcoat per imbarcazione: scelta e applicazione per la verniciatura dello scafo

Anche oggi ci dedichiamo a un tema piuttosto delicato...

Pesca subacquea: tecniche e attrezzature da pro

Oggi vogliamo fornire una guida alla pesca in apnea...

Bottazzo: guida alla manutenzione e alla sostituzione

Chi in età adulta si avvicina per la prima...
Condividi