Guida alle migliori giacche da vela

Quali sono le migliori giacche da vela da acquistare, indossare o regalare a dei velisti? Ecco una bella domanda che, come vedremo in questa guida all’acquisto, non ha una risposta unica e semplicissima. In effetti nello scegliere l’abbigliamento per lo yachting è sempre bene tenere in considerazione tanti diversi aspetti, sapendo che una cosa è uscire in barca due o tre ore in piena estate, magari lungo la costa e durante le ore più calde del giorno; un’altra è invece programmare un’uscita in barca offshore nelle stagioni meno calde, magari in condizioni non proprio ottimali. Ecco allora che si passa dalla semplice combo shorts e maglietta, o dall’ancora più semplice costume, a un outfit composto da pantaloni lunghi e giacca da vela. In effetti chi desidera uscire in barca in diverse condizioni meteo deve poter vantare un abbigliamento da barca piuttosto vario, a partire per l’appunto dalle giacche da vela, che sono da tenere in considerazione sia per l’estate che per l’inverno: vediamo come sceglierle!

Le caratteristiche chiave dell’abbigliamento velico

Ancora prima di vedere quali sono e come sono realizzate le migliori giacche da vela, facciamo una considerazione generale sull’abbigliamento da indossare in barca a vela. Al di là della stagionalità, delle temperature e via dicendo, come dovrebbero essere in generale i vestiti che indossiamo per andare in barca a vela? Dovrebbero essere prima di tutto adatti ad affrontare l’umidità e il bagnato: ecco allora che il minimo è avere a che fare con dei capi ad asciugatura rapida, mentre meglio ancora è poter contare su vestiti impermeabili oppre idrorepellenti. Parliamo inoltre di indumenti che devono sopportare sia il salino che i raggi del sole, proteggendoci quindi dai raggi ultravioletti; il tessuto deve inoltre essere resistente, sapendo che chi naviga in barca a vela sottopone i vestiti ad attrito, strattoni e vai dicendo.

Si capisce quindi che, nella maggior parte dei casi, è essenziale rivolgersi a dei produttori specializzati nella produzione di abbigliamento per il diporto. Vediamo quindi come scegliere le migliori giacche da vela!

Scegliere le migliori giacche da vela: stagione e condizioni

Ovviamente la scelta della migliore giacca per la barca a vela da indossare per una data uscita è condizionata in modo pesante dalle stagione, dalle condizioni meteorologiche che si affronteranno e dalla temperatura. In estate, per esempio, è sufficiente avere con sé una giacca a vento leggera e idrorepellente, il quale anzi spesso diventa un semplice gilet antivento, che non limita in alcun modo i movimenti.

migliori giacche a vela

Diverso il caso della navigazione primaverile o autunnale, per quanto magari lungo la costa. Le temperature non sono particolarmente alte, il vento può essere sostenuto, e gli schizzi possono essere parecchi. Insomma, anche nelle giornate di sole, qui, è assolutamente probabile sentire un po’ di freddo se non si è vestiti correttamente. Ecco allora che servirà una giacca da vela un po’ più strutturata e più calda, con un colletto alto, polsini regolabili, tessuti e cuciture idrorepellenti e una buona trapirabilità.

E poi ci sono le traversate nelle condizioni più difficili, cose che pochi diportisti si trovano ad affrontare. Pensiamo alle navigazioni in condizioni medio-gravi in contesto offshore, lì dove alla libertà di movimento per governare la barca deve corrispondere una protezione massima, con tessuto laminato a doppio strato e finitura idrorepellente resistente, nonché cuciture impermeabili e nastrate, collo e cappuccio isolati, e ancora, ampie zone ad alta visibilità.

Queste sono le coordinate fondamentali per scegliere le migliori giacche da vela in base alla stagione e alle condizioni: vediamo ora una per una le caratteristiche chiave da prendere in considerazione prima di effettuare l’acquisto!

Quale giacca per la barca a vela? I fattori da considerare

Impermeabilità

Come abbiamo visto sopra, una buona giacca da vela dovrebbe offrire una certa resistenza all’acqua. Per questo motivo i materiali utilizzati tipicamente per realizzare le migliori giacche da vela sono il nylon, il poliestere, il poliureatano oppure il neoprene, materali che riescono a garantire una buona resistenza e, allo stesso tempo, una buona capacità di movimento. Quando parliamo delle migliori giacche da vela non facciamo quindi riferimento a quelle “dure” giacche in PVC impermeabile per pescatori, quanto invece a giacche realizzati in materiali capaci di offrire allo stesso tempo protezione, leggerezza e comfort. Ovviamente ogni giacca presenta livelli differenti di impermeabilità, in base al materiale usato, alle laminazioni, alla presenza di cuciture, alla protezione delle cuciture, alla capacità di chiudere in modo efficace polsini e collo, e via dicendo. Va peraltro detto che non basta indossare una giacca da barca resistente all’acqua: deve anche essere traspirante.

Da non perdere:   Mi compro la Barca Grand Soleil 37 JJ

Vestibilità

Chi deve condurre una barca a vela non può essere “intrappolato” all’interno di una giacca troppo stretta, troppo rigida o troppo ingombrante. E in effetti scegliere la giacca da barca a vela con la massima vestibilità vuol dire prendere in considerazione tanti diversi fattori. Ovviamente la taglia fa la differenza: scegliere una giacca a vento troppo grande o troppo piccola è il primo passo per ridurre i propri movimenti. Va poi detto che le giacche da uomo presentano una vestibilità diversa rispetto alla giacche da barca per donne. E ancora, il taglio stesso della giacca può essere tale da limitare in parte i movimenti: sarebbe quindi sempre bene affidarsi a dei marchi che sviluppano giacche appositamente per la nautica. Così facendo si potrà avere la certezza di avere una vestibilità “comoda”, senza che i movimenti siano limitati, e senza che ci siano eccessivi “spazi” vuoti per lasciare soffiare l’aria fredda (senza però finire in una giacca troppo stretta!). Non fa infine dimenticato il fatto che una buona giacca da vela dovrebbe permettere di indossare sopra di essa anche il giubbotto di salvataggio.

Stile

Lo stile della giacca da vela, il suo design, va interrogato da due punti di vista. Certo, si tratta anche di una questione di estetica: chi è attento ai propri outfit cercherà di trovare una giacca a vela che leghi bene con i pantaloni da barca oppure con le scarpe da barca. Ma non è tutto qui, parlare di stile e di design vuol dire pensare anche alla presenza o meno del cappuccio, all’altezza del collo, alla chiusura dei polsi, alla presenza di cuciture nei punti critici (per esempio sulle spalle, punto in cui l’impermeabilità può risultare compromessa) e via dicendo. E ancora, è bene pensare alla chiusura, sapendo che ci sono giacche da vela classiche e altre “a maglia” con zip parziale, alla presenza presenza di prese d’aria o aree traspiranti, e via dicendo.

Tasche e visibilità

Infine, le migliori barche a vela si valutano anche in base ai vari optional. Non parliamo solo di cappucci e polsini, quanto invece anche per esempio di tasche. Di certo una giacca da barca estiva e leggera non può contenere un gran numero di tasche, ma di certo i modelli da offshore dovrebbero avere tasche piccole e grandi, per avere tutto il necessario con sé, dalla radio VHF ai guanti da navigazione, per arrivare agli occhiali da sole per barca. E poi è anche una questione di visibilità: la giacca per le navigazioni offshore dovrebbe indubbiamente presentare delle aree catarifrangenti per assicurare la massima visibilità in caso di emergenza.

Le migliori giacche per la barca a vela

Giacca da barca Mandal gialla – Helly Hansen

Non si poteva iniziare che con questa, la versione moderna della classica cerata da barca, in poliestere spalmato di PVC, con cappuccio regolabile e due tasche per le mani. Una soluzione economica e senza soprese che permette di proteggersi, ma che non brilla certo per comfort o funzionalità.

Giacca da barca Yacht grigia – XM Yachting Plastimo

Una giacca da barca a vela da utilizzare in condizioni buone, per navigazioni non troppo prolungate. In poliammide con doppio strato idrorepellente e con spalmatura idrofila, presenta colletto rialzabile e tasche con zip protette a impermeabili.

Giacca da barca Haag nera – Helly Hansen

La classica giacca da barca da indossare tutto l’anno per le uscite “facili”, variando gli strati inferiori. Impermeabile e traspirante, è realizzata in poliestere: le spalle non presentano cuciture, il cappuccio è staccabile, le zip idrorepellenti

Giacca invernale Sailing 2.1 – Slam

Una giacca da barca a vela invernale, al 100% in Nylon, leggera e resistente all’acqua e al vento, con piccole tasche laterali e collo alto.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi