Mi compro la barca Nauticat 33

Mi compro la barca. Quante volte te lo sei detto? E a seguire giorni passati a cercare il modello migliore per le tue esigenze. Con il modello Nauticat 33 continuiamo la nostra serie di articoli dedicati alle imbarcazioni più richieste sul mercato nautico. Insieme scopriremo chi le ha disegnate, quale tecnologia è stata utilizzata per costruirle e quali innovazioni hanno potuto portare al settore nautico. Come si comportano in mare, quali attrezzature hanno a disposizione. Una visita guidata virtuale un modello alla volta per scoprire pregi, difetti e i lavori indispensabili da eseguire una volta comprate.

Ogni barca ha una storia alle spalle ed oggi raccontiamo la nascita della…

 

Nauticat 33

La barca a vela

Oggi passiamo dai cruiser veloci ad un’altra appassionante categoria, i motorsailer o motovelieri in lingua italiana. Voglio cominciare proprio da questo modello, forse uno dei più belli nella sua categoria, il Nauticat 33. In rada si riconosce subito per le linee uniche date dal disegno che è ormai un classico retrò. Il N33 è stato prodotto da Siltala per trenta anni e questo permette di avere un range di costo base all’acquisto veramente vasto. Inoltre è stata la prima barca creata da questo cantiere ed è forse una delle migliori mai prodotte.

Il Nauticat 33, motorsailer armato a ketch, è una barca dalle linee inconfondibili. Costruito dal cantiere finlandese Nauticat Yachts, dal 1967 al 1997, è stato prodotto in 1.500 esemplari, e continua ad avere molti estimatori. Ottima qualità, grandi spazi per un dieci metri e stile retrò a gogo. Legno dappertutto, anche la draglia superiore della battagliola è spesso sostituita da un bellissimo corrimano che le dona un’aria da vascello di altri tempi. Data la mole le prestazioni a vela non sono entusiasmanti ma, essendo un motorsailer, il grande motore ti permetterà di compensare le noiose giornate senza vento del Mediterraneo.

Struttura in controstampo ed eccezionali finiture in teak. Cucina a murata in dinette e due cabine con bagno a prua ed a poppa.

Il modello successivo ed aggiornato, il NAUTICAT 331, arriva nel 1997 sostituendo il N33.

 

Il Cantiere

I Nauticat sono costruiti da Nauticat Yachts Oy in Finlandia. Il cantiere si trova vicino alla città di Turku, nel sud-ovest della Finlandia, sito in cui costruisce yacht da oltre 45 anni. Ad oggi Nauticat è presente in tutto il mondo.

Come molti altri cantieri aperti alla fine degli anni Cinquanta anche NY comincia a lavorare la vetroresina modellandola su piccole imbarcazioni.  Ma quando nel 1966 alcuni marinai locali si associarono chiedendo a NY un piccolo motorsailer con pilothouse di 10 metri, l’ingegnere finlandese Aarnipalo disegnò il Nauticat 33. Scafo nordico per resistere a mari impetuosi ed impietosi. Con l’aumentare della popolarità del Nauticat 33 e la crescita della compagnia, il risultato naturale fu la richiesta di imbarcazioni più grandi.

Arrivano così il Nauticat 44 e 36 entrambi progettati da W.Aarnipalo. Il Nauticat 38 nasce invece nel 1975. In questo periodo NY costruisce anche piccoli motoscafi.

All’inizio degli anni ’80 fu lanciato il Nauticat 52, seguito dal 521 e sorella più grande del 43 e 40. Tutti e tre gli yacht vennero dal tavolo da disegno di Sparkman & Stephens. Questi yacht furono i precursori delle linee e innovazioni successive. Timoneria più bassa, scafi più simili a barche a vela. I 521, 43 e 40 sono stati progettati pensando agli attraversamenti oceanici come si può pensare dopo aver sapuito quanta acqua e gasolio possono portare. Per qualche tempo all’inizio degli anni ’80 il cantiere ha persino prodotto normali barche a vela, la serie S Nauticat, come la S-300, la S-320, la S-340 e la S-380. Gli S-300, 340 e 380 erano stati precedentemente chiamati Finnsailer e furono ribattezzati Nauticat quando Nauticat Yachts acquistò gli stampi e i diritti per questi splendidi yacht.

Alla fine del 1986 il cantiere vara il Nauticat 35. La barca iniziò un’era totalmente nuova nel cantiere, poiché tutti gli yacht a partire dal 35 sono stati progettati da Kaj Gustafsson. Prestazioni veliche migliori senza perdere il design originale. LA 35 è armata a sloop e non a ketch. Gli spazi interni sono copiati ancora oggi.

Cantiere e designer Kaj Gustafsson lanciano il Nauticat 32 nel 1990, il più piccolo Nauticat mai costruito con il concetto di pilothouse, super amato in tutto il mondo. Con varie alternative di rigging e chiglia, il 32 è stato adattato per diversi mercati ed esigenze.

Nel 1990 il cantiere rilevò un produttore di barche a motore chiamato Oy Flipper Ab e per breve tempo il cantiere produsse barche a motore chiamate Nauticats Flipper.

Durante la recessione in Finlandia del 1993, il cantiere e il suo progettista e ora amministratore delegato Kaj Gustafsson presentano il Nauticat 39. Questo yacht incarna la nuova filosofia del cantiere. Più area velica, scafi con prestazioni migliori sotto vela, chiglie e timoni più efficienti. Questo yacht è diventato un successo immediato ed è stato nel 1995 seguito dal Nauticat 42 che offre lo stesso concetto del 39. Il 42 è stato accolto calorosamente da un vasto pubblico. La barca trova immediatamente proprietari in Europa, negli Stati Uniti e in Asia.

Alla fine del 1996 il primo Nauticat 515 viene consegnato. Questo bellissimo yacht è una combinazione unica di prestazioni, sicurezza, comfort, stile e potenza. Il 515 è il primo yacht a pozzetto centrale ed è progettato per le traversate oceaniche. Il 515 può anche essere ordinato con pozzetto aperto in stile mediterraneo.

Nel 1997 finisce la produzione di un mito, il N33 viene sostituito dalla 331. Due pescaggi differenti per questo ketch classico che diventa subito una leggenda in termini di comfort e maneggevolezza.

Negli anni 2000 il cantiere produce più barche in differenti versioni di armo e pescaggio. E nel 2002 arriva il N37. Questo yacht è il primo che viene progettato a quattro mani da padre e figlio Gustafsson.

Il 2005 vede dare alla luce il nuovo 385, che va a sostituire il N39. Uno yacht che a detta di molti rappresenta il punto più alto raggiunto dal cantiere in termini di innovazione. Anche il piccolo N35 da prova del suo valore nello stesso anno.

Il 441 ed il Nauticat 525 varati nel 2010 sono gli ultimi nati. Purtroppo Nauticat Yachts OY è al momento in liquidazione dopo la bancarotta dichiarata nel 2018.

Da non perdere:   Barca pieghevole e richiudibile: scopriamola

 

Scheda Tecnica Nauticat 33

Prodotto dal 1967 al 1997. Le misure del Nauticat 33 sono 10.10 mt di lunghezza f.t. per 3.26 mt al baglio massimo. Il pescaggio è di 1.25mt.

Lo scafo è in VTR. Poliestere rinforzato con Fibra di Vetro realizzato con la tecnica del controstampo. Il dislocamento è di 7824 kg. La zavorra è di 2336 kg. Un chiglia lunga e profonda che promette scureza anche con mari impegnativi. Il timone è ben protetto contro gli urti.

La superficie velica è di circa 45.00 Mq con randa e fiocco che potranno farti raggiungere una velocità media di 6 nodi circa. Alberi Selden e boma in alluminio. La stabilità di questo chiglia lunga e profonda è eccellente ed è studiata per mari impegnativi. La velocità di carena di questo modello è di circa 7.1 nodi che può raggiungere con venti di media intensità. Bordo libero alto.

I venti leggeri rappresentano il tallone di Achille di tutte le barche nordiche, abituate a venti sostenuti e proprio per questo costruite con criteri di sicurezza differenti. Alcuni proprietari però decantano la possibilità di sopperire al poco vento con i due alberi.

Equipaggiata con Alberi Selden, Rollafiocco, quattro winch Lewmar 30 ST.

Pozzetto comodo alle manovre. Doppia Timoneria a ruota interna ed esterna completamente personalizzabili, colonnina portastrumenti. Comodo per 4 persone. 

Originariamente motorizzata con Perkins 85hp  più tardi è stata equipaggiata con un più moderno Ford Lehman 2725E 94hp. Il serbatoio ha un capacità di 600 litri!

Il serbatoio dell’acqua ha una capacità totale di 250 litri. Equipaggiata all’origine con Boiler e scambiatore a 220v. Riscaldamento.

 

Interni: opinioni

Versione unica a due cabine. Il cantiere si è sempre distinto per la qualità dei materiali e la bellezza delle finiture.  L’altezza in dinette da paglioli al soffitto è di circa 1.85mt. Bellissima la timoneria con possibilità di sistemare il tavolo a scomparsa. Dinette inferiore con cucina in murata perfetta per godersi la vita in barca. Possibilità di due posti extra in dinette.

 

Timoneria superiore comodissima per non bagnarsi durante il brutto tempo. Divano a L e tavolino.

 

La cabine di poppa è molto spaziosa ed è collegata al suo bagno!

 

La cabina di prua con grande letto e bagno privato.

La cucina è in murata a destra appena scesi dalla scaletta anteriore. Doppio lavello e frigo verticale da oltre 50 litri. 2 Fuochi e forno con sospensione cardanica. Armadietti di varie misure per stivare la cambusa.

 

Il carteggio è subito a in timoneria interna. Bello e spazioso.

 

Due bagni comodi.

 

Cosa controllare

Alcuni punti deboli per questa barca virtualmente ottima. Cosa controllare prima di acquistarla.

Le porte laterali della cabina di pilotaggio devono essere centrate.

Possibilità di installare gruette esterne per alare il tender in coperta.

Non presente particolari punti deboli ma se come sempre se hai l’opportunità di osservare la barca fuori dall’acqua controlla che non ci sia osmosi o, se presente, che non sia un grosso problema. Basterà comunque un piccolo trattamento antiosmosi e lo scafo tornerà come nuovo. Tale trattamento è comunque bene metterlo in conto per ogni barca oltre i 20 anni perchè prima o poi è da fare.

Rigging fra albero e albero. Come regola chiedi sempre a quando risale il Rigging. E’ buona norma rifarlo ogni 10 anni.

Motore affidabile e di facile manutenzione, adora i ricambi originali. Olio, filtri e distribuzione almeno una volta all’anno. Se molto usato occhio ai fumi. Ogni due anni è bene acquistare un kit per la distribuzione e cambiare cintura ed elementi.

La barca è poco manovrabile in ormeggio. E’ bene installarne una come ausilio in manovra.

Cambiando l’elica originale con una a tre o quattro pale orientabili otterrete maggiore spinta e manovrabilità.

Data la tipologia di barca sarebbe ottimo acquistare un generatore da almeno 3Kw.

Due timoni di cui preoccuparsi. Controlla che i meccanismi siano in ordine.

Salpancore da controllare!

Soprattutto su barche degli anni ’70 è bene controllare l’impianto elettrico per determinare in quale stato è. Il lavoro eseguito dal cantiere è ottimo ma gli anni si fanno sentire per tutti. Un controllo accurato prima dell’acquisto è d’obbligo.

Se la barca brandeggia molto all’ancora con vento cambiate la catena con una più grossa.

 

Prezzo

A seconda dell’anno di costruzione, della versione, delle dotazioni e degli upgrade la richiesta oscilla fra i 20.000 ed i 120.000 euro.

 

Perchè comprare un Nauticat 33

Barca eccezionale e senza tempo. Se curata è un piccolo investimento che mantiene il suo valore nel tempo. La qualità dei materiali e la fattura della lavorazione su questa imbarcazione raggiungono un livello difficilmente raggiungibile da altri cantieri.

A seconda dell’anno il costo varia molto e questo gioca a favore di un possibile acquirente. Paradossalmente si può acquistare uno dei primi modelli per pochi euro e, una volta rimesso in ordine, rivenderlo ad un prezzo vantaggioso. Comodi spazi e timoneria interna luminosa per le giornate uggiose.

Ottimo motorsailer da crociera e l’unico problema sarà proprio il non volerlo vedere più!

 

 

Una barca pesante in ormeggio è difficile da manovrare. Perchè non facilitarti la vita con una elica di prua?

[ps_product_list id_product= 3095]

 

Buon Vento e non dimenticare di di Iscriverti al Canale YouTube di HiNelson dove potrai scegliere video su manutenzione barca, tecnica e tecnologie! 

 

N.B. Disclaimer immagini. Alcune delle immagini presenti in questo articolo sono di proprietà dell’autore, altre sono create con Google Earth©, tutte le altre sono frutto di ricerche sul motore di ricerca Google con la spunta “contrassegnate per essere riutilizzate” in “diritti di utilizzo”. Se dovesse essere presente una foto coperta da diritti di autore avvisami subito QUI e provvederò a sostituire la foto immediatamente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 3.9 / 5. Numero di recensioni 11

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Fabio Portesan
Fabio Portesan
Navigo nel Mediterraneo con la mia famiglia dal 2017. Fino al 2021 ho sperimentato il vivere in barca in tutte le stagioni accumulando un po' di esperienza marina. VideoMaker per passione e scrittore per necessità realizzo video di cultura marinara e manutenzione nautica dedicati ad un utilizzo più consapevole della barca ed alla salvaguardia dell'ambiente marino.
  1. Ti ringrazio per l’artico che hai scritto e per l’accurata e non facile ricostruzione della storia del a Cantiere. Da poco più di un anno sono l’armatore di un Nauticat 38 e condivido tutto quello che hai scritto sulla qualità di queste barche , i materiali e le tecniche costruttive impiegate fanno dei Nauticat delle barche uniche. Sono barche fatte per vivere a bordo lunghi periodi , con la massima sicurezza sicuro che non ti tradiranno mai.La loro linea e’ molto particolare e quindi non a tutti può piacere, ma chiunque sale a bordo di un Nauticat si accorge immediatamente di come e’ facile vivere a bordo , con un Nauticat puoi scordarti i porti .
    Nauticat e’ una filosofia di vita
    Buon vento
    Fausto

    • Ciao Fausto, la storia dei cantieri mi appassiona e quando scrivo dei luoghi in cui costruiscono le barche mi interessa sempre la nascita del cantiere, se l’idea alla base è il mero commercio o c’è qualcosa di più. Nel caso dei Nauticat si vede proprio che quel qualcosa c’è eccome!

      Buon Vento sempre!

  2. Ciao Loris. Seriamente hai un Nauticat 33 in vendita ormeggiato in Toscana ?
    Sarei interessato a valutare la possibilità, ne sto cercando uno. Grazie.

  3. Ciao!
    Anche noi abbiamo un nauticat 33 in Toscana, a Grosseto… Nostro malincuore siamo costretti a venderla.. L’ abbiamo restaurata totalmente da veri amatori nel 2012
    3278926683

  4. Ciao!
    Anche noi abbiamo un Nauticat 33 meraviglioso a Grosseto in Toscana. Nostro malincuore siamo costretti a venderlo… Restaurato totalmente da amatori nel 2012
    3278926683

  5. Buona sera Fabio, sto valutando un Nauticat33 come prima barca a vela (ho avuto solo barche a motore), e questa mi sembra un affascinante compromesso. Quella che ho visto ha un 110 CV Yanmar, che, in rapporto con la “scarsa” superficie velica, la rendono un’imbarcazione a motore (ergo non è strettamente necessario io faccia patente vela).
    Ci sono due punti che però devo valutare:
    1. ho trovato la versione a chiglia bassa (135cm) ma gli estimatori dicono che la versione a chiglia profonda è molto più velica (165cm). Qui zona Lignano è comodo non pescare molto. Come poter valutare?
    2. Il cantiere è fallito.. resta un mezzo che può mantenere valore?

    Grazie e complimenti per i tuoi video YouTube.

  6. Ciao a tutti
    Complimenti per tutte queste descrizioni su Nauticat. Io posseggo un 36/1985 unico proprietario tenuto sempre sul lago Maggiore.
    Mi si distrugge il cuore a doverla vendere, pezzo della mia vita.
    Chi fosse interessato mi può contattare 329 2316496. Dimitri

  7. buongiorno , reduce da un a barca molto diversa starei cercando un motorsailer piccolo ma dato che pare che la casa produttrice sia commissariata potreste aiutarmi per favore? grazie

  8. ciao a tutti, ho un 33 del 1973 in vendita visibile a Pozzallo, appena terminato il restauro, imbarcazione con RINA con scadenza 2025
    in ottimo stato, numerosi lavori fatti documentabili
    motore nuovo, PERKINS 87cv, sostituito nel 2015 con 800ore

  9. Se stai cercando un Nauticat ti consiglio di andare a vedere quello pubblicato sul sito della Abayachting ,un 38 piedi in ottime condizioni con motore nuovo e un refit completo 2018/2019
    Buon vento a tutti
    Fausto

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Affrontare il meteo avverso: strategie di navigazione per condizioni difficili

Come navigare in sicurezza quando il meteo è avverso?...

Manutenzione dell’attrezzatura e della canna da pesca: consigli e trucchetti

Come ogni appassionato di pesca con un minimo di...

Sostenibilità e gestione dell’energia a bordo: pannelli solari e generatori eolici

Non sono certamente pochi i dispositivi che richiedono elettricità...

Maelle Frascari. La velocità nella vela è una questione di sensibilità.

Maëlle Frascari è una giovane velista. Tutti noi la...
Condividi