La pulizia del tendalino della barca

Al momento del rimessaggio invernale della barca il diportista saggio programma una lunga lista di interventi da fare. Alcuni restringono tutte queste operazioni nei giorni immediatamente successivi al momento di rimessaggio, mentre altri distribuiscono questi interventi nei giorni e nelle settimane successive: tutto dipende ovviamente dalla dimensioni della barca, dalle sue condizioni, dalla distanza tra casa e luogo del rimessaggio invernale, e via dicendo. Gran parte degli interventi necessari sono relativi alla pulizia dell’imbarcazione, in modo da cancellare tutti i segni, le macchie e le incrostazioni conseguenti all’utilizzo. Ecco allora che la nostra mente va alla pulizia delle parti in vetroresina, in legno o in acciaio, per non parlare delle superfici plastiche e trasparenti, dal plexiglass in poi. Ma attenzione, in tutte le nostre barche ci sono anche degli elementi in tessuto: non parliamo solo delle vele, quanto invece anche delle cuscinerie, dei materassi prendisole e ovviamente dei tendalini e della cappottine. Questi elementi, al momento del rimessaggio, non possono assolutamente essere dimenticati; il rischio sarebbe infatti quello di ritrovarsi, la primavera successiva, con dei tessuti inutilizzabili, o comunque seriamente rovinati. Oggi ci concentreremo quindi sulla pulizia del tendalino della barca: vedremo come pulire il tessuto della cappottina, come eliminare le macchie di muffa e come pulire il telaio.

La pulizia del tendalino della barca al momento del rimessaggio

La pulizia del tendalino della barca andrebbe effettuata regolarmente, anche durante l’estate, per mantenere la cappottina sempre al massimo del suo splendore e della sua funzionalità. Ma indubbiamente il momento in cui è necessario prestare maggiore attenzione a questa componente della barca è quello dei rimessaggio invernale. Abbiamo infatti a che fare con un tessuto che, aperto o chiuso, è stato per mesi esposto ai raggi solari, alla salsedine nonché alle intemperie. Parliamo quindi di un elemento che ha già vissuto una certa dose di stress, e che non ha certo bisogno di superare altre prove di resistenza durante l’inverno. Ancora prima di pensare alla pulizia della cappottina della barca è bene pensare al fatto che il tendalino dovrà essere messo al sicuro durante l’inverno. Chi lascia la barca ormeggiata in acqua o comunque in un posto freddo e umido, per esempio, dovrà rimuovere il tendalino insieme a tutti gli altri elementi in tessuto dalla barca, dalla cuscineria in poi. Chi vive in luoghi in cui le temperature in inverno tendono a esser basse deve infatti temere il congelamento dei tessuti, il quale può portare se non allo loro rottura, come minimo a una riduzione della loro resistenza. Prima di mettere la cappottina lì dove passerà l’inverno, in ogni caso, è bene pensare alla sua pulizia.

Da non perdere:   Le responsabilità civili e penali dello skipper

Come pulire il tessuto della cappottina

Come procedere con la pulizia del tendalino? In generale, durante l’utilizzo, è bene risciacquare regolarmente il tendalino con dell’acqua dolce, in modo da eliminare eliminare un po’ di salsedine. Certo, le cappottine per barca sono costruite con tessuti fatti appositamente per resistere alle minacce dell’ambienta marino, ma un po’ di aiuto non può certo guastare! Per avere una pulizia perfetta e sicura del tessuto del tendalino, il consiglio è quello di usare sempre dei prodotti specialistici, pensati quindi appositamente per la pulizia dei tessuti della barca. Anziché usare dei detergenti per la casa, quindi, è bene affidarsi a dei detergenti sgrassanti per cuscinerie e capotte: un ottimo esempio è il detergente per tessuti e vinile Owataud di Owatrol, ottimo per pulire e per eliminare le tracce di fumo, di grasso e di inquinamento. C’è poi l’opzione del detergente impermeabilizzante per tendalini Water Repellent di Iosso, uno spray che permette al tendalino di restare asciutto e pulito più a lungo.

Eliminare la muffa dal tendalino

I tessuti dei migliori tendalini sono pensati per tenere lontana la muffa. Nel caso in cui l’umidità, lo sporco e la salsedine restino a lungo a contatto con il tessuto, è possibile comunque dover affrontare la formazione di strati leggeri di muffa, da eliminare al più presto. Come fare? È bene dotarsi di una spazzola per tessuti e di un buon prodotto antimuffa: Yachticon, per esempio, presenta un valido smacchiatore per muffa e per ruggine, adatto a tutti i tessuti presenti sulla barca. Si dovrà quindi rimuovere la muffa e trattare la superficie con un prodotto mirato, ricordandosi poi di prevenire la formazione di altra muffa pulendo regolarmente il tessuto (con lo spray impermeabilizzante per tendalini che abbiamo visto sopra sarà un gioco da ragazzi!).

La pulizia del telaio della cappottina

Non bisogna dimenticare che il tendalino non è fatto unicamente dalla copertura in tessuto. Quando ci si accinge alla sua pulizia è quindi bene ricordarsi di pulire anche il telaio in metallo, tipicamente in alluminio oppure, nelle capottine più resistenti, in acciaio. Meglio usare degli appositi detergenti lucidanti e anti-corrosione!

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 2.5 / 5. Numero di recensioni 8

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Navigare di notte in sicurezza: regole, equipaggiamento e precauzioni

Come affrontare la navigazione notturna? Come navigare di notte...
00:11:35

Navigando tra Storia e Innovazione – Il Salone Nautico di Venezia

Nel cuore della Serenissima, dal 29 Maggio al 2...

Come scegliere il motore fuoribordo: i fattori da considerare

Come scegliere il motore fuoribordo? Forse devi sostituire il...
Condividi