Golden Globe Race 2022. Tutto pronto per la nuova edizione.

Una regata intorno al mondo, no stop, in solitario, senza assistenza e con le tecnologie del 1968.
Questa è la Golden Globe Race e sta per tornare per l’edizione 2022, e sarà avvincente e difficile come solo le grandi avventure sanno di dover essere.

Golden Globe Race 2022: la regata

Tutto inizia nel 1968, quando il Sunday Time mette in palio 5000 sterline per compiere il giro del mondo in barca a vela, in solitario e senza assistenza.
30.000 miglia di regata no stop passando per i tre principali capi: Buona Speranza, Leeuwin, Horn.
Una vera e propria impresa che mai nessuno aveva compiuto, in regata, fino a quel momento.
Gli animi dei navigatori si scaldano ed a rispondere a questa “pazza idea” sono 9 uomini che tra gloria, lunghe rotte per salvarsi l’anima e tragedie diventeranno i protagonisti della Sunday Time Gloden Globe Race.

L’unico, però, a tagliare il traguardo è un giovane e sorpreso Sir Robin Knox-Johnston a bordo di Suhaili (era infatti convito di essere ultimo) che dopo 313 giorni di navigazione vince la regata ed entra nell’olimpo delle leggende della vela.

Nel 2018, dopo 50 anni, è partita una rievocazione che ha voluto rispettare le regole e le modalità della Golden Globe Race del 1968. Il successo, anche se discusso in alcuni casi, ha decretato la nuova edizione 2022, dopo ben 54 anni, ci sono ancora avventurieri pronti a vivere il sogno di una regata in solitario intorno al mondo.

Perché come ha detto Sir Robin Knox-Johnston “questa è una sfida creata per vivere quel sogno”.

GOLDEN GLOBE RACE 2022: QUALI SONO LE REGOLE

Le regole per partecipare alla Golden Globe Race sono molto semplici e la partenza sarà data dal porto francese de Les Sables D’Olonne il 4 settembre 2022. I partecipanti dovranno traguardare alcuni punti che l’organizzazione ha stabilito, anche per raccogliere interviste e materiale video e foto. Infatti, gli skipper non potranno avere a bordo nessun tipo di supporto tecnologico moderno, ma solo quelli esistenti durante la prima edizione del 1968. Anche ascoltare la musica dovrà essere fatto attraverso le ormai dimenticate “musicassette”.

Le barche ammesse sono comprese tra i 32 e 36 piedi (9,75 – 10 ,97 mt fuori tutto) e di progetti antecedenti al 1988 con chiglia lunga e timone a bordo uscita.

Una scelta che permetterà ai partecipanti di navigare a bordo di imbarcazioni molto marine e con la capacità di affrontare i 40 ruggenti ed i 50 urlanti del grande Sud.

Gli skipper dovranno dimostrare di aver maturano una precedente esperienza di navigazione oceanica di almeno 8.000 miglia e altre 2000 miglia in solitaria, su qualsiasi barca, ed ulteriori 2000 miglia in solitaria a bordo della barca partecipante alla Golden Globe Race.

Per garantire una maggiore sicurezza degli skipper, ogni partecipante dovrà avere a bordo:

  •  Un sistema di localizzazione satellitare autonomo (che gli skipper non possono vedere) per gli aggiornamenti di localizzazione web.
  •  Un’unità di impaginazione di testo breve satellitare a due vie. (solo per la sede di gara)
  •  Due telefoni satellitari palmari per un massimo di quattro brevi messaggi al giorno
  •  Una scatola sigillata con due plotter cartografici GPS portatili (solo per uso di emergenza)
Da non perdere:   Intervista a Emalloru - Prima il giro della Sicilia e ora la Traversata Atlantica e i Caraibi?

GOLDEN GLOBE RACE 2022: I PARTECIPANTI

L’edizione 2022 vede alla partenza ben 15 iscritti, 14 uomini e 1 donna, provenienti da ben 11 paesi.

Sono velisti con grande esperienza che per essere presenti a questo appuntamento hanno dovuto preparare non solo la barca nei minimi dettagli, ma seguire anche una sorta di preparazione mentale per una navigazione sicuramente molto impegnativa. Una barca per un giro del mondo, con le tecnologie e le attrezzature “old” ha bisogno di un’attenzione particolare ed attraversare gli oceani più impervi, ma è altrettanto importante preparare mente e corpo.

Tra i partecipanti c’è anche Abhilash Tomy, che abbiamo avuto l’onore di intervistare durante la sua precedente e drammatica esperienza alla Golden Globe Race 2018.

Considerato un eroe nazionale in India, per le sue imprese veliche, Abhilash è un comandante della Marina Indiana e nell’edizione 2018 era terzo in classifica.

Durante una tempesta cade rovinosamente sulla coperta ferendosi in modo molto grave alla schiena. Incapace di muovere le gambe riesce a chiamare i soccorsi e viene salvato.
Trovarsi qui, dopo 4 anni dall’incidente e con una nuova barca, sarà una rivalsa per quel suo sogno di vivere la Golden Globe Race, anche dopo aver rischiato la vita.

Ma le storie di chi è pronto a salpare il 4 settembre per la Golden Globe Race sono tutte straordinarie, perché rappresentano quel senso di avventura che oggi, dopo che quasi tutte le grandi imprese sono state compiute, è ancora presente nell’animo umano.

GOLDEN GLOBE RACE 2022: COME SEGUIRE LA REGATA

La Golden Globe Race 2022 potrà essere seguita in tempo reale grazie ad un tracking online che permetterà di seguire le rotte delle barche, verificare le velocità e anche visionare le condizioni meteo della zona dove si trovano le barche.

https://goldengloberace.com/live-tracker/

E per chi vorrà sfidare i mari del sud, i 40 ruggenti ed i 50 urlanti, comodamente seduto nel pozzetto della propria barca ormeggiata al porto c’è anche la Virtual Golden Globe Race.

https://goldengloberace.com/virtual-race/

GOLDEN GLOBE RACE –  I FILM

Anche il cinema ha raccontato della Golden Globe Race e per chi volesse scoprire il mondo della regata oceanica più iconica ecco due proposte:

30.000 miglia al traguardo – Prime video

La storia dell’unico italiano iscritto alla Golden Globe Race 2018, Francesco Cappelletti. I lavori sulla barca, le persone che lo hanno aiutato e le difficili decisioni che si devono prendere in mare, raccontate dalla voce di Francesco, un marinaio ed un grande uomo.

The mercy – DisneyPlus
La storia di Donald Crowhurst, imprenditore e velista dilettante britannico che partecipò alla Golden Globe Race nel 1968.

Deep water – La folle regata
Documentario sull’edizione 1968 della Golden Globe Race.

 

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Numero di recensioni 1

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Laura Doria
Laura Doria
Mi chiamo Laura Doria e sono nata al mare, quindi raccontare storie ed incontrare i personaggi del mondo della nautica è qualcosa di naturale per me. Perché è sempre un grande privilegio scrivere della passione che punta la prua verso i grandi orizzonti blu.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi