Come vestirsi in barca a vela?

Come vestirsi in barca a vela? Questa è la domanda che si pone tipicamente chi sta preparando la sacca da portare con sé in occasione del primo viaggio in barca a vela, fatto tipicamente sulla barca di amici o su un’imbarcazione noleggiata con skipper. Ma questa domanda può essere posta anche da chi, finalmente, è passato dal “barchino” a una barca a vela da crociera, e che dunque può finalmente permettersi dei lunghi itinerari nel Mediterraneo. Qual è quindi l’abbigliamento da portare con sé in mezzo al mare? Oggi vedremo quelle che sono le regole generali per vestirsi in barca, per poi passare a una lista di capi da portare con sé per una crociera estiva e a qualche aggiunta di rigore in caso di uscite invernali.

Buona lettura!

Come vestirsi in barca a vela? Le regole generali

Prepariamo questo paragrafo pensando a chi non è mai stato in barca per più di una giornata, o magari per chi è stato in barca solamente per degli aperitivi eleganti. Lo diciamo quindi subito: quando si parla di abbigliamento per barca a vela non si parla di vestiti eleganti o snob, quanto invece di capi comodi e pratici. Si parla dunque di vestiti che non limitino i movimenti, che siano ben resistenti, e che possano essere indossati in qualsiasi momento della giornata, per poter fare di più con pochi vestiti: lo spazio a bordo è infatti sempre piuttosto ridotto!
Vale poi la pena di ricordare che, sempre per ragioni legate allo spazio, a bordo non si dovrebbero portare trolley o bagagli rigidi, quanto invece borsoni e sacche morbide, da piegare quando vuote o semivuote, per non occupare spazio inutilmente.

Abbigliamento in barca: una lista per l’estate

Solitamente la prima volta in barca, per una persona, arriva d’estate. Pensiamo quindi alla tipica crociera nel Mediterraneo, lungo le coste toscane, pugliesi o magari siciliane, o magari tra le isolette greche. Si parla dunque di un abbigliamento leggero: vediamo una lista da seguire per preparare i bagagli!

  • Shorts comodi e con tasche
  • Magliette a maniche corte (meglio se polo, per proteggere la nuca dal sole)
  • Biancheria
  • Costumi da bagno
  • Una felpa
  • Un paio di pantaloni lunghi e comodi
  • Giacca antivento impermeabile
  • Cappello parasole
  • Uno /due outfit da sera per le cene sulla terraferma
  • Scarpe da barca
  • Scarpe da terra
Da non perdere:   Migliori barche a vela sotto i 40 piedi

In barca si starà sempre vestiti piuttosto leggeri, eccezion fatta per la sera: avere una felpa a portata di mano è sempre un buon suggerimento, così come è praticamente d’obbligo avere un cappello in grado di proteggere la testa dal sole durante le ore più calde.

Scarpe da barca

Cosa significa “scarpe da barca”? E perché le abbiamo inserite in lista insieme alle “scarpe da terra”? Ebbene, la regola fondamentale in barca è quella di avere sempre delle scarpe dalla suola pulita, per non portare sporcizia a bordo, e per non rischiare di rovinare il ponte della barca – specie quello in teak – con eventuali sassolini. Ecco quindi che le scarpe da barca sono tipicamente delle calzature con suola bianca, con un buon grip, che assicurano comodità, sicurezza e pulizia. Queste scarpe dovrebbero essere utilizzate solamente a bordo o al massimo in banchina, laddove invece per la terraferma sarà bene avere delle sostitute: chi ha in mente di fare delle escursioni dovrà quindi portare delle comode scarpe da ginnastica da usare solo a terra, e via dicendo.

Come vestirsi in barca a vela d’inverno?

Non si naviga di certo solamente d’estate. Chi è abituato a veleggiare tra luglio e agosto può però avere qualche dubbio sui vestiti da portare a bordo durante gli altri mesi dell’anno, in particolar modo quando le temperature si abbassano in modo deciso.
Chi naviga durante le mezze stagioni avrà la possibilità di incontrare giornate anche stupende, con mare libero e paesaggi stupendi, senza ritrovarsi tra decine e decine di altre barche. Di certo, però, sarà bene rinforzare un po’ l’abbigliamento che abbiamo visto sopra. In tarda primavera e nel primo autunno sarà necessario portare qualche maglia e felpa in più, e affiancare il cappellino per il sole con un berretto un po’ più caldo. Sarà poi essenziale un gilet o una giacca media-leggera, che dovrà invece essere sostituita con una giacca nautica pesante nel momento in cui si deciderà di uscire in pieno autunno i durante i mesi invernali. Chi esce in climi freddi dovrà poi adeguare anche le scarpe, scegliendo stivaletti in grado di proteggere dal freddo.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 1.3 / 5. Numero di recensioni 4

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Affrontare il meteo avverso: strategie di navigazione per condizioni difficili

Come navigare in sicurezza quando il meteo è avverso?...

Manutenzione dell’attrezzatura e della canna da pesca: consigli e trucchetti

Come ogni appassionato di pesca con un minimo di...

Sostenibilità e gestione dell’energia a bordo: pannelli solari e generatori eolici

Non sono certamente pochi i dispositivi che richiedono elettricità...

Maelle Frascari. La velocità nella vela è una questione di sensibilità.

Maëlle Frascari è una giovane velista. Tutti noi la...
Condividi