Bolla d’aria nella bussola della barca: come eliminarla

Come eliminare la fastidiosa e famosa bolla d’aria nella bussola della barca? Ritrovarsi con una bolla d’aria all’interno del liquido di questo indispensabile dispositivo non è certo un evento raro, e anzi, si tratta di un problema che affligge una buona parte delle bussole datate. Non si tratta però, nella maggior parte dei casi, di un danno irreversibile: partendo dal presupposto che la bolla d’aria nella bussola rende questo dispositivo meno leggibile, nonché esteticamente meno soddisfacente, è quindi bene imparare come rimettere le cose in sesto. Come vedremo, non si tratta di un’operazione particolarmente difficile.

E di certo questa piccola operazione di manutenzione è bene impararla, un po’ per risparmiare qualche decina d’euro dell’acquisto di una nuova bussola nautica (anche se va detto che alcuni nuovi modelli presenti sul nostro e-commerce di accessori nautica sono davvero formidabili) un po’ perché la bussola dovrebbe essere sempre perfettamente funzionante.
Vediamo quindi come eliminare la bolla d’aria dalla bussola, non prima di aver ripassato molto velocemente il suo funzionamento.

La bussola magnetica in due parole

Sapere sempre dov’è il nord, per orientarsi in qualsiasi situazione, senza nessun punto di riferimento a vista, senza sole, senza stelle, persino nel buio pesto e in mezzo all’oceano. Questo è possibile con una semplice veloce occhiata alla bussola, invenzione mirabile che, si stima, risalga al settimo secolo, su per giù: l’inventore non è conosciuto, ma si ritiene sia un’idea cinese, passata poi per gli arabi e, poco dopo l’anno 1000, anche agli europei.

Il nome deriva dalla scatola di legno di bosso che in origine la conteneva. Ma come funziona? Semplice, semplicissimo: all’interno del contenitore si trova un ago magnetico che si muove in un liquido, che ha la funzione di ridurre al minimo l’attrito. Come sappiamo l’ago si posiziona naturalmente sempre verso il polo nord magnetico, senza alcuna alimentazione. Essendo completamente autonoma, la bussola non richiede nessuna operazione: l’unica cosa che dobbiamo fare è, in caso di bisogno, capire come eliminare la classica bolla d’aria, e nient’altro.

Perché si formano le bolle d’aria

Per quale motivo si formano le bolle d’aria all’interno della bussola? Le ragioni che portano a questo disturbo sono diverse, e possono avere anche un diverso grado di gravità. Certe volte molto semplicemente la bolla, progressivamente più grande, è dovuta a delle variazioni di temperatura. Altre volte si parla di microperdite di liquido, causate per esempio dal deterioramento delle guarnizioni, o persino da microfratture della cupola (in quel caso è certamente meglio acquistare una nuova bussola). Ma non c’è problema: come vedremo tra poco, “riempire la bussola” per eliminare la bolla d’aria interna non è difficile.

Da non perdere:   Il rinnovo della patente nautica

Come eliminare la bolla d’aria nella bussola nautica

Quindi, cosa bisogna fare per eliminare la bolla d’aria che troviamo all’interno della bussola della barca? Certe volte, per certi modelli, il procedimento è estremamente semplice: alcuni produttori dotano infatti le bussole di appositi “scompartimenti” che sono pensati per raccogliere le bolle d’aria, facendole così scomparire dalla nostra vista. In tal caso non si dovrà fare altro che smontare la bussola, capovolgerla, e far in modo di far entrare la bolla all’interno dell’apposita zona. In altri casi ancora è possibile far “defluire” la bolla nel foro di riempimento, così da farla uscire premendo l’apposita membrana, facendo attenzione a non far uscire il liquido interno (potrebbe uscirne una lacrima, ma una dose minima non rappresenta un problema).

In altri casi è invece necessario un lavoro un po’ più gravoso, ma non troppo. Una volta rimossa la bussola, e una volta individuato il foro di riempimento (spesso protetto da una piccola vite), si procederà con una “shackerata” della bussola, in modo da far posizionare tutte le bolle d’aria presenti verso l’alto, in un’unica posizione. A quel punto potremo inserire nel foro di riempimento una siringa con il liquido per bussola (vediamo tra poco cosa usare), iniettando una dose sufficiente per far scomparire la bolla o le bolle. Si procederà a questo punto a chiudere per bene il foro di riempimento, con la vite – laddove presente – o con del silicone. Prima di ri-posizionare la bussola sulla barca è il caso di controllare – previa vigorosa agitata del dispositivo – che tutte le bolle siano effettivamente scomparse.

Il liquido della bussola

Resta da capire quale liquido usare per riempire la bussola, in modo da eliminare le fastidiose bolle. Ebbene, la scelta è abbastanza varia: è possibile utilizzare una lunga serie di liquidi, purché antigelo. Ecco allora che possono fare al caso nostro il petrolio raffinato per l’illuminazione, il glicole, una miscela di acqua e alcool (al 20% circa), della paraffina liquida nonché l‘olio di vasellina leggero. Ognuno ha i suoi pro e i suoi contro: il glicole, per esempio, sarebbe forse da scartare, in quanto non perfettamente trasparente.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 4.2 / 5. Numero di recensioni 35

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.
  1. Prima di inserire il liquido scelto, anche se ne basterebbe poco per l’integrazione, bisogna eliminare quello esistente? In altri termini si possono miscelare?
    Buon vento

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- pubblicità -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli

Affrontare il meteo avverso: strategie di navigazione per condizioni difficili

Come navigare in sicurezza quando il meteo è avverso?...

Manutenzione dell’attrezzatura e della canna da pesca: consigli e trucchetti

Come ogni appassionato di pesca con un minimo di...

Sostenibilità e gestione dell’energia a bordo: pannelli solari e generatori eolici

Non sono certamente pochi i dispositivi che richiedono elettricità...

Maelle Frascari. La velocità nella vela è una questione di sensibilità.

Maëlle Frascari è una giovane velista. Tutti noi la...
Condividi