Risalire in barca: scegliere la scaletta d’emergenza giusta

Scegliere la scaletta d’emergenza giusta per la barca non è facile come potrebbe sembrare. Sul mercato, come ovviamente anche nel nostro e-commerce di accessori nautici, ne esistono diversi modelli. Ma attenzione: oltre a scegliere la scaletta d’emergenza migliore c’è un ulteriore problema a monte, ovvero il fatto che spesso non si pensa affatto a quanto può essere indispensabile questo accessorio. Ci sono persino delle persone che, non avendo grande dimestichezza con il mare e con la navigazione – magari dopo aver noleggiato un piccolo natante a motore – si ritrovano a fronteggiare questa realtà in tutta la sua pericolosità. Non è raro come si potrebbe pensare: si arriva a largo, si decide di fare un tuffo, e poi ci si rende conto che no, risalire a bordo senza scaletta non è per nulla facile come si sarebbe potuto sembrare. In mare persino i tubolari di un piccolo gommone diventano difficili da “scalare”, e senza un aiuto dall’alto l’impresa certe volte può essere praticamente impossibile. Si pensi, poi, quanto può essere fondamentale una scaletta per risalire in barca non in seguito a un tuffo, quanto invece in seguito a una caduta. Non è un caso, del resto, se oggi giorno le barche cabinate nuove presentano una scaletta d’emergenza di serie. Il caso è diverso, però, per le altre tipologie di barche. Come scegliere la scaletta d’emergenza giusta?

Le scalette per barca

Chi non ha dimestichezza con il mondo nautico crede che tutte le barche siano dotate di una scaletta per salire a bordo. Ed è proprio per questo che si possono creare delle situazioni altamente pericolose, con persone che si tuffano in mare senza pensare minimamente alle presenza o meno di una scala per risalire in barca una volta terminata la nuotata. Di scale per barca “fisse”, se vogliamo chiamarle così, per barche di dimensioni importanti, ne esistono del resto tanti tipi diversi. Ci sono le scalette pieghevoli in acciaio inox, le scalette telescopiche, i gradini da installare al posto giusto sull’opera morta, le scalette a incasso e via dicendo per non parlare delle scalette fisse a mo’ di piscina che si possono trovare o installare sulle imbarcazioni più grandi. Niente di tutto questo, però, è possibile sulle barche più piccole; ma non è tutto qui, bisogna pensare anche alla possibilità di dover risalire a bordo nel momento in cui la scaletta “normale” non è stata preparata. Si pensi per esempio a una caduta accidentale in mare mentre a bordo non c’è nessuno per aprire la scaletta telescopica o per sbloccare la scaletta pieghevole. Tutte le barche, a prescindere dalla presenza di una scaletta fissa, dovrebbero quindi prevedere anche la presenza di una scaletta d’emergenza, in tutti i casi in cui la risalita a bordo risulti difficoltosa. Ma quante e quali tipologie di scalette d’emergenza per barca esistono?

Da non perdere:   Una lavatrice in barca: perché e quale

[ps_product_list id_product=245,2175,2186]

Scegliere la scaletta d’emergenza giusta per la tua barca

Cerchiamo quindi di capire come scegliere la scaletta d’emergenza giusta per la barca. Come anticipato, le nuove barche al di sopra di una certa dimensione sono obbligate a integrare una scaletta d’emergenza: nella maggior parte dei casi si tratta per l’appunto di una scaletta d’emergenza integrata, che quindi viene installata all’interno dello specchio di poppa. E sì, qui i vecchi lupi di mare avranno certo da ridire: la poppa non è certo il lato più comodo in certi casi dal quale risalire a bordo, e le cose peggiorano nel caso della presenza di un motore fuoribordo. Ciononostante, per diversi motivi, l’unico posto in cui può essere installata la scaletta d’emergenza integrata è lo specchio di poppa: di fatto si tratta di un “vano” tubolare ricavato nei pressi dell’opera viva che, se aperto, lascia uscire una scala flessibile d’emergenza. Non si tratta certamente della scaletta più comoda del mondo, anzi. Si tratta di una scala corta, che offre appoggio per i soli piedi e che tende a flettersi, a piegarsi, ad arrotolarsi e via dicendo. Ciononostante, in caso di emergenza questo modelli può davvero fare la differenza, e salvare delle vite. Chi non ha questo accessorio di sicurezza già installato può effettuare questo lavoretto, con tutte le attenzioni del caso, per installare la scaletta d’emergenza a poppa.

[ps_product_list id_product=248]

La scaletta d’emergenza integrata non è l’unica via percorribile, anche se va detto che, quanto a sicurezza, è probabilmente la migliore. Chi vuole una scaletta d’emergenza ma non può o non vuole andare a bucare lo specchio di poppa può optare per delle scalette d’emergenza non a incasso, quanto da appendere al fianco della barca e da “srotolare” dal basso in caso di emergenza. Plastimo ne propone un modello molto comodo, per una lunghezza totale di 150 centimetri.

[ps_product_list id_product=7712]

Esistono poi altre scalette “non fisse” che, pur non essendo catalogabili come scalette d’emergenza, possono comunque essere sfruttate all’emergenza. Pensiamo per esempio alle classiche scale in corda, anche queste preziose al momento del bisogno, o alle scalette “intelligenti” in forma di parabordo, per avere due accessori in uno e ottimizzare gli spazi a bordo.

[ps_product_list id_product=1231,1726]

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Numero di recensioni 0

Nessun voto per ora. Sii il primo a valutare questo post.

Scritto da
Nicola Andreatta
Nicola Andreatta
Copywriter dal 2014, trentino dal 1987. La passione per la nautica è nata sulla prua di una piccola barca a vela sfrecciante nel lago di Caldonazzo: da allora è continuata a crescere, insieme alla sempre presente voglia di imparare - e condividere - qualcosa di nuovo su questo affascinante mondo.

Cosa ne pensi? Dicci la tua

Non hai inserito nessun commento
Inserisci il tuo nome prima di commentare

Contenuti che potrebbero interessarti

- -pubblicità - -

Resta aggiornato


Su promozioni e novità riguardo il mondo della nautica.

Iscrivendoti accetti le condizioni generali e l'Informativa Privacy.

- -pubblicità - -

Accessori nautici e pesca sportiva

1 store online di accessori nautica e articoli per la pesca sportiva qualità: i migliori brand e tanto made in Italy, catalogo con più di 50.000 articoli.

Ultimi articoli
00:04:08

Come preparare la barca per la traversata Atlantica – Incontriamo Andrea e Camilla

Andrea e Camilla condividono con noi i segreti su...

Gaia Brojanigo e il suo cantiere navale a Milano.

Gaia Brojanigo ha un sorriso timido. Quando apre le...

Come scegliere il boccaglio per snorkeling e immersioni?

Che c’è di più bello che poter scoprire tutto...
Condividi